Saturday, June 27, 2009

Crauti, barbecue e balletti



Continua la dieta... E devo ammettere che è stata una bella soddisfazione quando venerdì sera, al barbecue russo organizzato da Semolino, abbiamo incontrato Jean (il Kazaco, ve lo ricordate? Quello del nostro dormitorio per cui abbiamo cucinato la prima volta, mesi fa...), che ci ha detto: "Non so come stia procedendo la vostra dieta, ma siete pciù! (e si è baciato le dita)". "Ma dai, ci trovi dimagrite???", gli ho chiesto. "Sì, altroché! Soprattutto tu". Quella sera per festeggiare ho mangiato come una maialina.
Quindi, in nome della dieta pubblico una ricetta di una semplicità disarmante, che però è buona, e poi vi piazzo anche un paio di foto del barbecue, visto che il loro sistema è diverso dal nostro, e per me tutto ciò che è diverso è interessante.

CRAUTI



Anche questo è un piatto entrato da poco nella nostra famiglia, nato così... Per far fuori gli avanzi del cavolo verza che usiamo per gli involtini di verza.
Una volta non mi piaceva neanche la verza, adesso ne mangio in quantità imbarazzanti, soprattutto cotta.

Ingredienti:

cavolo verza
aglio
olio
sale

Mettete un filo d'olio in padella, poi la verza tagliata a listarelle sottilissime, e uno o due spicchi d'aglio interi, per insaporire. Salate. Cuocete coperto a fiamma bassa, mescolando per non fare attaccare.



Considerate che si ritirano moltissimo, quindi abbondate pure che altrimenti dopo averli finiti resterete così delusi quando vi accorgerete che non ce ne sono più perché ne avete cucinati pochi!!!





Non mi sono venuti proprio come a casa, perchè ho usato una verza diversa, poco aglio e quasi niente olio, quando tornerò li rifarò come si deve e posterò di nuovo, d'accordo? In genere vengono più scuri e 'appassiscono' di più. Così...



Dunque come dicevo venerdì Semy ha organizzato un barbecue (come dio comanda, non come il tedeschino che prima mi invita e poi mi dice che dovevo portarmi la carne... tzé!!) sulla spiaggia. Ecco come in Russia preparano la carne per fare il barbecue:



In pratica tagliano pomodori e cipolla, li condiscono, e ci ficcano dentro la carne, ad insaporirsi, per almeno 12 ore. Poi pescano la carne e la cuociono.

Per il pollo, invece, fanno una salsa con maionese, cipolle, pepe, sale e non so che altro.





E questa è l'insalata di accompagnamento... pomodori e cetrioli tagliati enormi e sconditi. Però loro usano fare così: prendono un cetriolo, ci mettono sopra maionese e pezzi d'aglio, e mordono. Non ho provato... ma solo perché l'aglio crudo mi dà il vomito. Però....! Ho provato la maionese, nonostante la dieta. A me i cetrioli non fanno impazzire, o forse semplicemente non sono abituata perché non piacendo a mia mamma, da piccola non li ha mai comprati, e quindi non ho proprio la cultura. Oh, avete mai provato la maionese coreana?? Qui a Qingdao, essendo una città vicinissima alla Corea, è pieno di ristoranti e negozi coreani, e devo dire che la roba è buonissima! Finora ho provato solo la marmellata e questa maionese, ma ho sgranato tanto d'occhi! La maionese è leggerissima e gustosa, davvero una scoperta! Peccato che non possa leggere gli ingredienti perché scritti in coreano, e io questa lingua ancora non l'ho studiata ;P:



Vederdì siam finiti tutti a casa nostra perché si è messo a piovere... Eravamo le uniche straniere, tutti gli altri erano russi!! Abbiamo mangiato poi siamo usciti. Abbiamo fatto nottata e io sono tornata alle 6. Ale proprio non è tornata, si è fermata da Semy che non stava tanto bene (chi vuol capire capisca).
Io son stata contenta quando al Lebang abbiamo incontrato gli amici di Sako, perché con loro mi trovo meglio, così mi hanno offerto qualche tequila e poi hanno proposto il karaoke. Io non ci ero mai stata e quindi volevo provare assolutamente!! Alla fine ero l'unica insieme a Philipp, Domenico, Hovig e un ragazzo (ragazzo... gli avrei dato 20 anni e invece ne ha 32, più moglie tedesca e figlioletto... -.-) cinese. Loro erano abbastanza brilli, quindi è stato divertentissimo!! Ho scoperto che sono simpaticissimi e mi spiace che Pippo sia partito la mattina stessa e Domenico stia per partire per 3 settimane. Abbiamo cantato tutta la notte!! Mi sono divertita un casino. Poi verso le 4 è arrivata anche Lara, la ragazza di Domenico, quindi alèèèèèè!!! La lista delle canzoni si è allungata ancora. Io ero uscita dicendo "Stasera non voglio fare tardi", perché sabato alle 16 dovevamo incontrarci con i tipi del flamenco e io prima avrei dovuto lavarmi i capelli e truccarmi e avevo bisogno di tempo, e invece... le 6. Aaaahhhh!!! La libertà, che bella cosa. Nonostante la stanchezza quando sono uscita e ho visto la luce del giorno mi sono sentita frizzantissima a pensare che a casa non avrei mai potuto fare niente del genere.

Comunque, mentre eravamo al karaoke mi ha scritto Sako, dicendomi che erano a Ostia ed era pieno di belle ragazze, tutte di pelle scura, e che stava diventando pazzo. Ma oh!!!! 1) cosa me lo vieni a scrivere 2) se ti piacciono quelle con la carnagione scura perché non ti traferisci anziché star qui che è pieno di russe? Tsk!! Che tipo... Ero nervosetta ma poi quando ho trovato i suoi amici, che anziché essere imbarazzati o freddi per il mio comportamento di sabato sera, erano amichevolissimi con me (ad essere sincera, Pippo mi ha pure fatto delle avances... spero sia stata colpa della birra perché altrimenti vorrebbe dire che Sako non ha manco detto ai suoi amici che c'è qualcosa tra me e lui... grrrr), mi hanno ringraziata per la piacevolissima serata e non mi hanno letteralmente lasciata andare via prima delle 6 (e già lì ho dovuto impormi, dicendo che il giorno dopo dovevo lavorare), gli ho risposto per le rime, gli ho detto dov'ero e con chi ero, e lui dopo avermi chiesto se ero l'unica ragazza, non mi ha più risposto. Bene, l'ho zittito! Pippo mi ha pure invitata a Colonia. Credo che visiterò parecchio della Germania, prossimamente. Visto che adesso è ripartito e si incontrerà con Sako ad Amsterdam, spero che gli dica quanto quella ragazza italiana sia carina simpatica e divertente e che Sako si senta un coglione per avermi tanto fatto pesare la faccenda di sabato scorso. Ce l'aveva tanto col fatto che erano presenti tutti i suoi amici, e che adesso non sarei piaciuta più a nessuno, e che mi avrebbero considerata una bambina, e invece... Non mi dà il giusto valore.Non pensate sia presuntuosa vi prego, chi mi conosce sa che non penso di me nessuna di queste cose, ma sto cercando di prendere da Sako tutto ciò che di positivo può insegnarmi... e questa fa parte delle lezioni di autostima.

Ma voi volete sapere del flamenco!!! Ahahahhaha povere... ho scritto un post lunghissimo sarete stese per terra!
Dunque che dire? E' andata! Ci siamo incontrate ieri alle 16, siamo salite sul pullman che avevano mandato per noi e siamo andate al posto... Un'oretta di viaggio, poi il pullman si è anche perso. Noi dopo la serata eravamo piene di sonno, poi Ale aveva le sue cose e stava male, i vestiti erano tremendi, proprio chinese style, altro che flamenco, più lunghi di qua, più corti di là, con una parte che ci lasciava scoperto mezzo petto e quindi ce lo eravamo dovute ricucire noi (sempre sabato, dopo la nottata... immaginate) alla bell'e meglio, le scarpe spaiate (io ne avevo una 36 e una 37, con tacchi di altezze diverse... ma non ridete, perché le scarpe erano l'unica cosa perfetta per me: credo seriamente di avere un piede più lungo dell'altro perché non è la prima volta che mi capita... e pure una gamba un pochino più corta, quindi ho avuto fortuna che il tacco più alto fosse dalla parte giusta!), piene di spille da balia per stringere il vestito in vita, coi fili che già si scucivano (non i nostri, quelli del vestito proprio). L'unica cosa fighissima erano i fiori per i capelli, ma se li è ripresi la tizia che ci ha ingaggiate. Damn!

Il posto però era fighissimo, davvero lussuoso, e quando abbiamo visto il palco, le sedie, l'organizzazione, ci siam sentite male perché ci sembrava impossibile che davvero stavamo per mostrare la nostra misera performance in un'occasione così importante. Era in pratica l'inaugurazione di un nuovo quartiere a Qingdao, molto ricco. Peccato che sia così lontano dalla città perché ho visto gli edifici e pure i modellini arredati degli appartamenti e sono davvero bellissimi!
Siamo state le prime. Non ho visto ancora il video quindi non so dire come sia stato ma nessuna è caduta e a nessuna si è strappato il vestito. Forse si è vista solo qualche chiappa ma chissene. A parte la figura finale... Ma quella è stata colpa delle russe testone, perché anche alle prove gliel'avevo detto che dovevamo stare più vicine, ma nessuno che mi dava retta! Pace!

Dopo siamo andate a mangiare quello che ci avevano preparato, ci siamo cambiate, abbiamo aspettato la fine di tutto e ce ne siamo tornate a casa sul pullmino. Ah già! Alla fine c'erano un sacco di fuochi d'artificio! I cinesi sono proprio grandi in questo, bisogna dirlo: una meraviglia! E poi tanti!! Mi sono presa a schiaffi per non aver fatto un video con la macchina fotografica ma pioveva pure quindi ho lasciato perdere. Non mi aspettavo che sarebbero stati tanto belli. Alcuni scoppiavano e poi scendevano le stelle. Che bravi...

Saremo arrivate a casa per le undici, capatina al pc e subito a nanna.

Stamattina mi sono svegliata con un mal di testa come da tanto non mi veniva. Ma c'erano tutte le pulizie da fare... ancora da venerdì, sì... ci hanno lasciato un casino in casa inimmaginabile... E ieri non abbiamo avuto il tempo materiale per fare nulla. Così, abbiamo pulito tutto, e abbiamo scoperto che ci hanno mangiato pure tutte le banane!! Certo che i russi son strani... hanno un così grande senso dell'onore, dell'amiciza, della lealtà ma a volte si comportano in maniera così rude... anche le ragazze, ho visto ravanare dentro il contenitore della carne con 3 mani in contemporanea dopo essersi appena alzate dalla sabbia...
Anyway, alle 16 ho un impegno...
Vi ricordate quando ho scritto che Sako si è fatto perdonare giusto prima di partire? Bene, quel giorno subito prima che lui andasse in aeroporto mi ha presentata al proprietario di un nuovo caffè qui a Qingdao, un posto bellissimo. Gli ha detto che mi piace cucinare e che quindi potevamo farci una chiacchierata visto che questo signore cinese, Henry, vorrebbe migliorare la cucina italiana del suo locale. Così martedì sono stata dalle 18 alle 23 nel suo locale, a parlare con lui e la moglie. Poi sono arrivati alcuni loro amici, e mi hanno invitata a cena con loro. Ci sarebbe un altro post da scrivere solo per parlare di questa cena-miscuglio di culture e cucine, ma questo sta già venendo troppo lungo quindi non voglio tediarvi... magari un'altra volta. E poi ho fame, e devo ancora cucinarmi qualcosa per pranzo. Comunque, dico solo che ci siamo accordati e oggi pomeriggio andrò a cucinare per loro. Vogliono gli spaghetti, loro. Non capiscono che non sono gli spaghetti, ma il condimento che ci metti sopra, che rende il piatto 'italiano' e gustoso. Ho pensato a una carbonara, sperando abbiano il bacon e che abbiano il buon gusto di mangiarla calda, visto che loro generalmente lasciano freddare tutto. Non so come andrà, sono un po' in ansia... Sako suggerisce, nel caso Henry fosse davvero interessato a una collaborazione, di andarci gratuitamente, una volta ogni tanto magari, per farmi esperienza e un nome. A me non farebbe schifo guadagnarmi qualcosa veramente, soprattutto se mi viene richiesto un impegno fisso, ma cucinare mi manca così tanto che sarei capace ad andarci davvero, anche solo a guardare e a respirare aria di cucina. Sako dice che non lo ascolto mai e che se lui è arrivato dov'è ora è perché magari un po' di esperienza se l'è fatta e sa cosa dice, e che anche lui ha lavorato gratis, all'inizio. Credo che lo ascolterò, ma sono agitata lo stesso. Il posto mi piace tantissimo, sarebbe un piacere per me lavorare lì!
Incrociamo le dita... Incrociatele anche voi please così se sono tante magari fa più effetto!!!


6 comments:

  1. Che bello! vai... sono sicura che la cena sarà un successo... tengo le dita incrociate! kiss

    ReplyDelete
  2. A me la verza piace sai! Devo dire che il pollo abbinato alla maionese invece non l'ho mai provato...
    Ehi, sono tutta incrociata! Bacioni.

    ReplyDelete
  3. Eh quante cose ti sono successe, un post stralungo! Solo una cosa: la prossima volta che vedi russi in giro nascondi le banane!!! :P

    ReplyDelete
  4. Io di sicuro le dita le tengo incrociate
    in bocca al lupo
    baci
    cristina

    ReplyDelete
  5. Tengo le dita incrociate ma non devi farlo gratis, la nostra cucina è un'arte con valore aggiunto... che ne sa Sako? Questa non sarebbe esperienza ma sfruttamento... poi tu lo cerchi un lavoricchio, quindi... Ah i tuoi sanno che hai fatto le 6 e sono molto seccati.... ma scherzooooo! Divertiti!!!! Da retta alla tua psicologa!

    ReplyDelete
  6. MAYA: grazie mille, carissima!!! per la fiducia e per le dita!

    TANIA: davvero non hai mai provato il pollo con la maionese??? da noi è un classico!! ma i russi mangiano i cetrioli, con maionese e aglio!! grazie mille per l'incrociatura!!

    BABI: certo! ci puoi giurare... sarà fatto , capo!!

    CRISTINA: grazie mille.... funzionerà??

    MAGGYE: no ma non si tratterebbe certo di un vero e proprio lavoro!! sako parlava di farlo gratis se si trattasse di andare una volta ogni tanto, così tanto per... ma in ogni caso, me la vedrò io col capo! in effetti considerando solo lo stress della prova, altro che gratis!! grazie mille, dottò!!

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...