Thursday, January 26, 2012

Chili con carne

Questo e' partito come una cosa dell'ultimo momento, che tra l'altro ha scombinato i miei piani per la cena, ma si e' rivelato un successo!
Il Grunting Bear mi ha chiamata mentre ero al lavoro per sapere se facevamo il Chili quella sera. Gli ho detto va bene, pero' non avevo idea di cosa servisse e se lo avessimo già' in casa. Dopo aver fatto il punto della situazione telefonicamente, ci siamo accordati per andare a far la spesa al Mykal insieme una volta che io fossi tornata dal lavoro (perché lui da solo diceva che non sapeva cosa prendere…).
E cosi' abbian fatto. Lui ha controllato la ricetta su internet, abbiamo fatto la lista della spesa e siamo andati.
una volta a casa, ci siam messi in cucina. ha fatto praticamente tutto lui, e io ero ben contenta perché so che e' contento quando qualcosa gli viene. Gli ho solo dato qualche consiglio su cosa comprare e quanto e sulla procedura ma per il resto ha fatto tutto lui. E' stato proprio bravo!
Gli ho chiesto il permesso di postare sul blog 'il suo chili' e ha detto si', quindi…. eccolo qua! Le foto sono pessime perché la luce era scarsa e quindi sono un po' gialline, ma fidatevi della recensione della cavia (io).


Ingredienti:

1Kg circa di macinato (noi 800 g vitello e 200 di maiale più o meno, forse in totale eravamo sui 900g)
3 scatole di pomodori (1 gia' insaporita alla messicana, 1 di pomodori a pezzi e un'altra di salsa)
1 peperone verde
½ cipolla tritata
2 vasetti di fagioli misti (cannellini, rossi e boh?)
un filo d'olio
½ tsp zucchero
1 tsp sale
1 ½ tsp cumino in polvere
8 peperoncini secchi
½ tap pepe nero
½ tsp origano
1/5 cup paprika in polvere
cheddar

IMG 1525


Allora noi abbiamo proceduto così: scaldato un filo d'olio in una padella, ci abbiamo aggiunto la cipolla tritata, il peperone verde tagliato a listarelle, e la carne tritata. Abbiamo rosolato il tutto per un po', fino a che la carne e' imbrunita (?).
In una pentola abbastanza capiente, abbiamo rovesciato il mix di carne, poi le tre scatolette di pomodoro, i fagioli scolati, e le varie spezie: sale, zucchero, origano, cumino, pepe e infine i peperoncini secchi tagliati a pezzetti. noi ne avremo messi 8 circa.
Mescolate e portate a bollore, poi lasciare cuocere a fuoco lento, semicoperto, per 1 oretta. Non vi preoccupate se vi sembra molto spesso e denso perché' poi in cottura fa molta acqua. L'ultima mezz'ora noi abbiamo scoperchiato perche' era molto liquido.

IMG 1528


Servite caldo con una bella grattugiata di formaggio cheddar forte o delle tortillas chips spezzettate.

IMG 1531

Oh, ve lo devo dire: era proprio ottimo! Piccante al punto giusto, gustoso, tutto cotto alla perfezione. Ho fatto tante di quelle scarpette!! E' l'unico chili con carne che ho mangiato ma non riesco a immaginarne uno migliore. Tanto di cappello al Professore!

CHILI CON CARNE (or better "Señor Grunting Bear's Amazing Qingdao Chili", as he defined it…)


Ingredients:
  • 1kg lean ground beef
  • 1 can peeled tomatoes
  • 1 can tomato sauce
  • 1 can mexican stewed tomatoes (with cumin, garlic, jalapeno already added)
  • 1 can pinto beans (rinsed)
  • 1 can kidney beans (rinsed)
  • 1/2 large chopped onion
  • 6-12 chopped chili peppers (depending on desired spiciness)
  • 1/2 teaspoon white sugar
  • 1/2 teaspoon dried oregano
  • 1/2 teaspoon ground black pepper
  • 1 teaspoon salt
  • 1 1/2 teaspoons ground cumin
  • 1/4 cup chili or paprika powder
  • 1/2 or 1 Sliced green pepper - optional

Stir fry beef with onions and green pepper in a little oil until lightly browned.

IMG 1535

Add the meat mix, the beans, the tomatoes and all the spices into large pot.
Heat on high until boiling.
Reduce heat, cover, and simmer for 1 hour, stirring occasionally.
Add shredded sharp cheddar cheese and/or crushed Saltine crackers/taco shells/tortilla chips after serving (optional).


IMG 1538

Enjoy!!


Sunday, January 22, 2012

Reese's Pieces' Cookies

Abbiamo ricevuto un pacco dal Minnesota, con dentro la mia borsa per il baby Mac e una borsa da un chilo di Reese's pieces!!! Per evitare di farli fuori tutti quanti la sera davanti alla televisione, ho deciso di farci dei biscotti… Ho semplicemente fatto dei chocolate chips cookies, ma invece delle gocce di cioccolato ci ho messo dentro i Reese's pieces! Che per noi poveri italiani che non li abbiamo, sono come gli M&M, ma invece del cioccolato dentro hanno il burro d'arachidi. Yuuuuuummmmm!!!!!
Buoni buoni buoni, sono morbidissimi e se conservati in un contenitore airtight si mantengono cosi fino a una settimana. Ma tanto non arriveranno mai a una settimana… Perfetti da mangiare cosi, o da pucciare, hanno una capacita' assorbente… strepitosa!!
Ecco la ricetta, presa da qui:
IMG 1508
Ingredienti:
2 ¼ cups di farina
½ tsp bicarbonato di sodio
200 g burro morbido (dovrebbe essere 230 (=1cup), ma ho diminuito che mi sembravano già più che sufficienti)
1 cup zucchero
½ zucchero di canna
1 tsp sale
2 tsp vaniglia
2 uova grandi o 3 piccole
Reeses's pieces (a piacere)

Mischiate farina e bicarbonato in una ciotola. In un'altra, riducete il burro a crema con entrambi gli zuccheri; aggiungete sale, vaniglia e le uova, continuate a sbattere. Aggiungete la farina e mescolate con un cucchiaio giusto per amalgamare gli ingredienti. Aggiungete i Reese's pieces.
IMG 1507
Sistemate delle palline di impasto ben distanziate su una placca da forno (io ne ho cotti 6 per volta), se volete potete schiacciarle leggermente, ma occhio perché si allargano molto. Cuocete a 180° per 10-15 minuti. I bordi saranno dorati ma al centro ancora morbidi e pallidi.
Lasciate raffreddare su una griglia. Gustate e … siate felici!
IMG 1510
IMG 1514

REESE'S PIECES COOKIES
I got more than a kilo of Reese's pieces from the US, the party bag, that would have been easily gone in 3 nights in front of the Tv if i didn't use them to bake cookies. I used this recipe, a recipe for normal chocolate chips cookies, just instead of the chocolate chips, I used the Reese's pieces. Awesome!!! They are chewy and soft and sooo tasty! They are perfect by themselves and perfect soaked in milk or coffee, I love american cookies! They simply have the perfect fixture! We had friends'  kids over tonight, and we made pizza, meatballs and focaccia, and after all that, they got cookies! how lucky kids they are! They simply loved them! And we loved them too. Too bad the Reese's pieces are really gone now.
IMG 1512
Ingredients:
  • 2 1/4 cups all-purpose flour
  • 1/2 teaspoon baking soda
  • 1 cup (2 sticks) unsalted butter, room temperature
  • 1/2 cup granulated sugar
  • 1 cup packed light-brown sugar
  • 1 teaspoon salt
  • 2 teaspoons pure vanilla extract
  • 2 large eggs
  • Reese's pieces (as many as you want)

  • Preheat oven to 350 degrees. In a small bowl, whisk together the flour and baking soda; set aside. In the bowl of an electric mixer fitted with the paddle attachment, combine the butter with both sugars; beat on medium speed until light and fluffy. Reduce speed to low; add the salt, vanilla, and eggs. Beat until well mixed, about 1 minute. Add flour mixture; mix until just combined. Stir in the chocolate chips.
  • Drop heaping tablespoon-size balls of dough about 2 inches apart on baking sheets lined with parchment paper.
  • Bake until cookies are golden around the edges, but still soft in the center, 8 to 10 minutes. Remove from oven, and let cool on baking sheet 1 to 2 minutes. Transfer to a wire rack, and let cool completely. Store cookies in an airtight container at room temperature up to 1 week.
IMG 1516

Friday, January 20, 2012

Arrosto alle nocciole con patate alla birra

Oggi inno a Camomilla! Con ben due delle sue ricette, combinate. Le ho realizzate mesi fa quando ero a casa dei miei, per una cena con gli zii. Mi sembravano entrambe originali ma non troppo innovative, perfette insomma per quel tipo di cena. Le ricette le trovate qui e qui.
ARROSTO ALLE NOCCIOLE
P1040065
Ingredienti:
500 g carne di vitello (maganello) gia' legato
1 foglia di alloro
½ rametto di rosmarino
1 foglia di salvia
1 spicchio d'aglio
½ bicchiere di vino bianco
1 ½ mestolo brodo vegetale caldo
20 g burro
40 g nocciole tritate
2 cucchiai di marsala
olio evo, sale, pepe
P1040077


Per l’arrosto: in una casseruola mettete due cucchiai di olio extravergine di oliva insieme al burro e fatevi rosolare uniformemente la carne di vitello in modo da bloccarne i liquidi all’interno. Aggiungete lo spicchio d’aglio intero e le erbe aromatiche che avrete precedentemente lavato ed asciugato. Sfumate con il vino bianco secco e lasciatelo evaporare a fiamma alta. Regolate di sale e di pepe, unite il brodo vegetale caldo e portate l’arrosto a cottura coperto, girandolo di tanto in tanto con due cucchiai di legno per non forarlo.

Quando la carne avrà raggiunto una temperatura di 75° C nel punto più interno (al centro) sarà cotta. Se non disponete dell’apposito termometro potete in alternativa bucarlo con uno spiedino e quando il liquido che ne uscirà sarà incolore l’arrosto sarà cotto al punto giusto. Toglietelo dalla casseruola e mettetelo al caldo su di un piatto coperto con l’alluminio.
Per la salsa alle nocciole: filtrate il fondo di cottura con un colino a maglie fitte e frullatelo con un frullatore ad immersione insieme al marsala (o cognac nel mio caso) e alle nocciole tritate. Ponete nuovamente sul fuoco e lasciate addensare la salsa per circa 15 minuti. Tagliate l’arrosto a fette e nappatelo con la salsa alle nocciole.



P1040079

PATATE ALLA BIRRA
P1040076

Ingredienti per 4 persone:


1 kg di patate
2,5 dl di birra chiara (possibilmente aromatica)
60 g di pancetta affumicata a cubetti
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 rametto di rosmarino
1 cipolla
Sale
Pepe
Lavate le patate strofinandole bene sotto l’acqua corrente e fatele scottare per 15 minuti circa in acqua bollente salata. Scolatele, privatele della buccia mentre sono ancora calde e tagliatele con un coltello a fette molto sottili. Mondate la cipolla, lavate anch’essa unitamente agli aghi di rosmarino e tritate entrambi nel mixer insieme ai cubetti di pancetta affumicata.




P1040066

In una casseruola antiaderente fate soffriggere a fuoco moderato per qualche minuto il trito ottenuto insieme all’olio extravergine di oliva, quindi aggiungetevi le patate lasciandole rosolare a fiamma un po’ più alta. Regolate di sale e di pepe e unitevi la birra, coprite la pentola e fate cuocere a fuoco dolce per circa 15 minuti.


P1040067

P1040069

P1040070

Trasferite il tutto in una pirofila e fate gratinare nel forno già caldo a 200° ventilato oppure con l’opzione grill per circa 5 minuti e servite.


Il mio parere personale e' che, inaspettatamente, siamo rimasti un po' delusi… ci aspettavamo qualcosa di divinamente buono, ma era solo buono. Pero', a sorpresa, il giorno dopo e' diventato molto meglio!!! E così ci siamo pappati tutto, contenti!


Monday, January 16, 2012

Cenni di Cambogia e passo avanti…. :)

Buon anno a tutti, fanciulli e fanciulle! Come state? Avete cominciato l'anno nuovo alla grande? Spero proprio di si'. Io l'anno nuovo l'ho iniziato in modo particolare… Ma mettetevi comodi, che vi racconto, mentre il pollo alla cacciatora cuoce.
La prima tappa e' stata Siem Reap. Non c'e' molto da fare li', per fortuna il nostro hotel aveva una piscinetta! A me il centro e' piaciuto, e se non arrivate dalla Cina sicuramente adorerete il mercato! E'immenso, in versione notturna e diurna, e dentro potete trovare moltissimi souvenir, ma soprattutto vestitini in stile cambogiano. Fate in modo di lasciare il marito alla bakery Blue Pumpkin a bersi un caffè o prendersi un gelato prima di andare, o lo vedrete impallidire dopo 1 minuto la' dentro e finirete per non comprare niente, per la fretta che vi metterà per uscire di li'. O almeno questo e' stato il mio caso. Va beh, pazienza, faro' i miei acquisti al ritorno, prima di prendere l'aereo delle 23.30.
il motivo per andare a Siem Reap e' Angkor Wat, famosissimo, dove ci sono tutti i templi da vedere scalare. Potete scegliere l'ingresso per 1 o 3 giorni o più, noi abbiamo preso quello da 3 ma ne abbiamo usati solo 2, e consiglio di fare altrettanto, a meno che non siate fanatici del posto e prendete una guida. Noi non l'avevamo quindi abbiamo solo girato e guardato, una guida probabilmente  vi farebbe capire molte più cose.
IMG 1581

A noi sono piaciuti di più i tempi del "big tour", più variegati, e accerchiati e quasi soffocati dalle radici di alberi enormi che crescono ovunque! Soooo cool.
IMG 1617
Noi siamo arrivati la sera, il giorno dopo l'abbiamo usato per riposarci a bordo piscina e per esplorare il centro. Il secondo giorno siamo andati ad Angkor Wat col Tuk Tuk, abbiamo fatto quello che chiamano "The small tour", il giorno dopo siamo rimasti di nuovo in paese (perché girare sotto il sole tutto il giorno e' stancante), e quello dopo avremmo dovuto andare a vedere l'alba al tempio, ma ci saremmo dovuti alzare troppo presto così abbiam optato per il tramonto, che poi non abbiam visto perché il giro era finito e non avevamo voglia di aspettare. Assolutamente consigliato muoversi in tuk tuk e non in macchina, primo perché fa veramente piacere spostarsi all'aperto col caldo che fa, secondo perché e' proprio così che potrete cogliere scene della vita quotidiana della popolazione cambogiana… Io mi sono goduta quel viaggio osservando le case rialzate particolarissime e momenti, attimi, della giornata di quelle famiglie. I miei occhi scattavano ricordi, che rimarranno impressi nella mia memoria, ragazzi che giocano a pallavolo, donne davanti a un enorme pentolone, bimbi in mezzo ai campi a giocare attorniati da mucche bianche, bimbi che saltano in pozze di fango, che urlano Helloooooo!, che stendono i panni, che si rincorrono, uomini che si fanno la barba in cortile, donne che si pettinano. E' stata una delle mie parti preferite del viaggio.
IMG 1122

IMG 1121

IMG 1152

IMG 1171
A Siem Reap dovete assolutamente cenare da Viva!, un ristorante messicano OTTIMO. I classici sono favolosi, consiglio i Fish Tacos a 1 dollaro, che vengono con una salsina della casa che e' meravigliosa,  e l'insalata di mango verde accompagnata dallo steam rice che e' perfetto con la salsina dei taco. Il ristorante e' davvero carino, e in ottima posizione per una delle nostre attività preferite: il people watching. ;)
Col pullman da Siem Reap siamo arrivati a Phnom Penh, da cui non ci aspettavamo nulla di che, e che invece ci e' proprio piaciuta. L'architettura e' davvero particolare, coloratissima e tutti i palazzi sono bellissimi. Il tempo poi era spettacolare: limpido e caldo ma sempre con la brezza, così che non sudavi mai. Da vedere ci sono il National Museum e il Royal Palace, che e' magnifico! Ci sono le scimmie pure li'! L'unico inconveniente e' che bisogna vestirsi per entrare, e avere spalle e gambe coperte fino alle ginocchia. Di tutto fuorché allegro ma interessantissimi ci sono poi i Killing Fields, fuori dal centro circa mezz'ora di Tuk tuk. Informatevi sulla storia prima di andare, così sarà più facile seguire l'audioguida che vi daranno all'entrata. A noi quelli son bastati e abbiamo saltato l'altro museo.
IMG 1638
Altra cosa veramente bella di Phnom Penh e' il riverside, costeggiato da decine e decine di locali. E' bello passeggiarci di giorno e di sera, anche se e' stressantissimo sentirsi dire "Tuk tuk sir? Tuk tuk lady? where are you going? Do you need tuk tuk?" almeno 100 volte al giorno. Almeno. Per i Backpackers, sia in Siem Reap sia in Phnom Penh e' possibile trovare negozietti in cui scambiare libri, cosi' da averne sempre uno nuovo e viaggiare senza pesi inutili. Anche in Phnom Penh c'e' Blue Pumpkin, che consiglio caldamente di visitare: hanno buon gelato con ottimi gusti, buon caffe' e cibo, e pezzi di torte.
IMG 1287

Dalla capitale sempre in pullman siamo andare verso sud, a Sihanoukville, per la parte spiaggesca del nostro viaggio. Dopo una notte in guesthouse eravamo di nuovo in viaggio, sulla barca per raggiungere Koh Rong, un'isoletta deliziosa con mare splendido. Ci vogliono 3 ore per arrivarci, ma vallea pena anche solo per 2 giorni. Noi siamo stati in una delle Treehouses, vere e proprie case costruite sugli alberi.
IMG 1337

IMG 1346

Se siete schizzinosi o poco amanti della natura forse non e' la soluzione migliore, le treehouses sono aperte, non si chiudono ne' porte be' finestre, le pareti del bagno sono tutte di legno e canne, quindi la privacy e' praticamente assente. Unica grande pecca: le zanzare, che e' impossibile tenere fuori, e set bastarde sono silenziose e quindi e' impossibile accorgersi della loro presenza fino al mattino quando ti ritrovi mezzo mangiato vivo. Il secondo giorno e' anche mancata l'acqua, che non e' stato proprio piacevole, ma questi sono gli unici due inconvenienti che abbiamo avuto in due giorni di mare fantastico, spiaggia bianca e sabbia così fine che a camminarci sopra faceva un rumore sgnec sgnec come se stessimo camminando su zucchero al velo, una spiaggia lunghissima completamente deserta! Eravamo da soli in questa meraviglia, da soli in paradiso.
Il ritorno in barca e' stato pessimo. Il mare era grosso e la barca era una barchetta da pescatori e ho scoperto di patire. Mai avrei detto che avrei avuto problemi ma, quando una ragazza si e' sentita male, ci son voluti due secondi perché la seguissi a bordo barca. Son pure stata sul punto di svenire e meno male che c'era il mio uomo che si e' preso ottima cura di me.
Finalmente poi siamo arrivati all'ultima tappa del viaggio: sempre Sihanoukville, ma più a sud, in quella che si chiama Otres Beach. Relax, finally!!! Per qualche giorno non ci siamo mossi, abbiamo fatto giornate intere di spiaggia e mare e ci siam presi una tintarella perfetta. Otres Beach e' piena di bar sulla spiaggia, noi ne abbian scelto uno e stavamo li tutto il giorno. Durante tutta la vacanza ci svegliavamo alle 7 e alle nove e mezza-dieci eravamo già out.
IMG 1677


IMG 1676
Siamo partiti un giorno prima del previsto, dopo aver sperimentato la non affidabilità  e la scomodità dei pullman, per evitare di arrivare in ritardo e distrutti e dover ancora affrontare un volo internazionale. Siam tornati a Phnom Penh, dove ci siam goduti una bella cenetta, e da li abbian spostato il volo. Abbiam deciso che valeva la pena pagare per partire da Phnom Penh e non dover tornare indietro fino a Siem Reap in pullman. E cosi, alla fine i miei acquisti al mercato non li ho fatti! Mannaggia…
Comunque, vacanza fantastica e interessante, tra di noi le cose sono andate benissimo, abbiamo anche parlato seriamente di piani futuri. Dopo questa vacanza, immagino tra di noi non ci siano più tabù, tant'e' v'ero che  ho deciso di accettare la sua proposta pre-partenza, ovvero di spostarmi nel suo appartamento.
In pratica, per problemi di visto per lui e' arrivata l'ora di andarsene davvero, e sembra il momento giusto per farlo. Tutto sembra spingere per quella direzione e io ho sensazioni positive per il 2012 quindi gli ho detto chiaramente che ogni tanto bisogna rischiare altrimenti da qui non ce ne andiamo mai. Visto che io saro' in Italia tutto febbraio e meta' marzo e nel frattempo il contratto della casa mi scade, e visto che la mia padrona e' una merda, lui ha pensato che e' conveniente per me andare a stare dalli, così che, quando lui se ne andrà, io avrò una padrona migliore e un appartamento più confortevole. All'inizio non ero molto convinta, non sentendomi "a casa" qui da lui, ma dopo questa vacanza mi sono decisa. E poi, e' meglio provare a vedere come stiamo da conviventi prima di andare a fare esperimenti dall'altra parte del mondo.
E cosi, lo scorso e questo weekend lo abbiamo passato a traslocare. Abbiamo finito oggi ma non abbiamo ancora internet, per questo questo post uscirà in ritardo. Lui e' assolutamente fantastico, mi ha fatto un sacco di spazio in casa, e non ha detto nulla di brutto sulla quantità di roba enorme che ho, cosa che mi preoccupava moltissimo. Mi ha aiutata col trasloco, ha pulito prima che io portassi la mia roba, e' stato disponibilissimo e dolcissimo. Venerdi sera siamo usciti con G. e Kim, che starà qui questa settimana, e lui non si e' mai staccato da me. C'e' stato un punto della serata in cui io parlavo con Kim, e lui mi si e' avvicinato e mi ha dato un bacio sulla tempia, li davanti a loro, mentre stavamo parlando. Lo so che per voi sarà normale, ma non lo e' per lui, che tiene le manifestazioni d'affetto strettamente private. Io mi sono stupita da morire ma mai avrei detto qualcosa, invece Kim, che lo conosce da anni, ha spalancato la bocca per lo stupore e gli ha detto: "What the hell was that???". E' stato un amore tutta la serata, era un po' brillo, sarà quello, ma non ha mai tolto il braccio da intorno alle mie spalle. Mentre andavamo a casa, quella sera, mi ha anche detto che una conoscente, a Miami, gli ha dato il contatto di un'azienda in cui lui potrebbe essere utile. Insomma il piano adesso e' che a inizio maggio lui se ne andrà da qui, andrà e cercherà di trovare un lavoro. Io resterò qui aspettando la chiamata, e se arriverà lo raggiungerò e comincerò tutto daccapo, come cameriera o qualsiasi cosa riuscirò a trovare.
Spero che succederà davvero perché non voglio che lui torni indietro, o davvero sarà difficile poi andarsene via da qui.
Ora mi sono definitivamente trasferita e ho già inaugurato forno e cucina! Sono sempre più convinta che sia lui, proprio lui…. :)))).
Ora vi saluto che ci guardiamo un film mentre mangiamo il banana bread! Ciaoooooo!!!
IMG 1452
PS. Gaijina e' andata a convivere!!!!! Oddiooooooo!!!! Vivo con un uomo adesso….. Oddioooooooo!!!!!!! ;)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...