Tuesday, December 29, 2015

Di feti, salute e nostalgia

Oggi, per la prima volta da quando l'ho lasciata 6 anni fa, mi manca casa. Mi manca non nel senso del cibo, o alettar, o amicizie, ma nel senso che vorrei proprio essere li, vivere li, almeno per il prossimo futuro. È la prima volta che mi sento cosi, e mi trovo assolutamente impreparata. 
È da quando ho scoperto della gravidanza che sono andata un po' in crisi, perché qui è tutto diverso, non so nulla, non conosco nessuno, non so cosa comprare, quali sono le marche buone, come risparmiare, dove trovare certe cose... tutte stupidaggini che in Italia non mi darebbero nessun pensiero. Saprei esattamente cosa fare, dove andare, i parchi giochi, le attività da fare, le scuole, il pediatra, le pappette, i vestitini, sarebbe semplicemente divertente sbizzarrirsi e fare tutte quelle cose a cui penso da quando ero una ragazzina! Però insomma, fino ad oggi ho pensato che sí sarebbe più facile in Italia, ma non avrei comunque un gruppo di amici (il mio gruppo ancora non è arrivato alla fase 'bambini').
E oggi... oggi la mia migliore amica delle medie, quella con cui ci scambiavamo i diari e lettere e bigliettini e con cui ci sentiamo ancor perché certe persone non importa quando spesso le vedi o le senti, quando lo fai è come se il tempo non fosse passato per niente.... oggi mi ha dato la sua notizia bellissima... aspetta un maschietto!!! È gia di 21 settimane ma nascerà poco prima del nostro... e sta notizia mi ha fatta emozionare cosi tanto che non sono riuscita a togliermi il sorrisone dalla faccia per le due ore successive, ero in ufficio ma non ho fatto altro che continuare a scriverle, scriverle... dandole la mia notizia ed emozionandoci insieme!! Mi ha reso cosi felice che davvero avrei voluto salire sul primo aereo e tornare a casa! E poi ho realizzato che siamo cosi lontane.... e che tante delle mie vecchie compagne di scuole sono incinte, e partoriranno nel mio stesso periodo, e ho pensato a quanto sarebbe bello poter essere li, uscire insieme, e poi avere i bambini della stessa età giocare insieme mentre noi chiacchieriamo... insomma mi perdo tutto questo e il pensiero mi è sembrato insopportabile. Ho cominciato a piagnucolare sentendomi cosi sola qui, con nessuno con cui condividere la mia esperienza, nessuno a farmi compagnia, nessun'amica col cui bambino il nostro possa legare. Qui tutte le ragazze incinte hanno almeno 10 anni meno di me!! Insomma è tutto diverso, non mi piace, voglio viver quest'esperienza a casa!!!
E mentre guidavo verso casa ho pianto ancora un po' (volete dare la colpa agli sbalzi ormonali perché sono incinta? Fate pure, ma io piango parecchi per motivi banali, quindi non sono sicura che questo abbia nulla a che vedere con la gravidanza), accecata dalle lacrime e singhiozzando a manetta e sapendo già che sarei ri-scoppiata non appena avrei visto Mr K, e cercando di smettere perché non voglio che lui si senta in colpa per il fatto che io sia lontana da casa. D'altronde è stata una decisione comune (non che avessimo molta scelta, con la situazione economica italiana), ma non mi ha mai dato problemi. Insomma ero li che mi preparavo a docciarmi mentre aspettavo che lui tornasse per riprendere il pianto disperato e gia cercavo di calmarmi pensando che avrei potuto sfogarmi sul blog e magari sarei stata meglio quando mi squilla il telefono... Riconosco il numero, è lo studio medico. Oh-oh ho pensato, ho chiamato solo ieri e mi ha detto che per i risultati ci vogliono 2 settimane... é anche tardi, perché mi chiamano? C'è qualcosa che non va?
Risponde l'infermiera giovane, quella che sorride sempre e che forse è la mia persona preferita di tutto lo studio, e mi dice che ha i miei risultati. Tutti i test sono buoni, e ha anche i risultati dell'Harmony test. Oh cazzo... dico mentre mi siedo sul letto. Mi dice che anche quelli sono buoni, quindi il rischio di difetti alla nascita sono bassi. E sa anche il sesso del bambino, se lo voglio sapere... lo voglio sapere? Si... balbetto.... Si?? Mi chiede. Si, dimmi dimmi!! Congratulazioni, avrete un maschietto!!!!
Urlo al telefono: "YES!!!! I KNEW IT!!!!!!!" e, ovviamente, mi rimetto a piangere. Dopo aver riconfermato che tutto andava bene ho attaccato e sono corsa a cercare il futuro papà. Non so come faccia ma riesco a perderlo in questa casa. L'ho cercato ovunque per 10 minuti buoni, alla fine ho rinunciato fino a quando l'ho sentito trafficare in garage. Siamo contentissimi!!! Io lo dicevo fin dall'inizio che era un maschio. Sarà che non sono stata male per niente, sarà che nel mio sogno di bambina andava cosi... Chissà! Adesso dobbiamo solo metterci d'accordo per il nome... impresa titanica perché proprio non ne troviamo uno che piaccia a entrambi!!!
Ma è un bambino sano mio sto bene e oggi mi è persino andato via il mal di testa che mi tormenta da 15 giorni!!!
Insomma mi spiace ancora di più non poter vivere questa cosa bellissima a casa vicine alle amiche e condividere le mie esperienze, ma sono cosi sollevata e felice, che nulla riesce  rovinare il mio buon umore!!!!

Un bambino..... Che notizia fantastica!!!!!

Sunday, December 27, 2015

Sparita e.... sorpresa!

Non scrivo sul blog da mesi... esattamente 5. Lo fanno tutti prima o poi: sebbene si cerchi davvero di tenerlo aggiornato, la vita di tutti i giorni a volte porta via tutto il tempo necessario per mettersi li, con calma, a scrivere. E per farlo di fretta, tanto vale non farlo per niente. Ma ci tenevo a fare una visitino prima di fine anno, perché ci sono vari motivi per cui mi sono assentata tanto a lungo, e vorrei riassumerli in questo post (probabilmente l'ultimo) del 2015.
Prima di tutto, ad aprile mentre giravamo in macchina per un quartiere che ci piaceva, io e Mr K. abbiamo visto una casa in vendita. Siamo andati a perlustrare e siamo entrati nel giardino del retro, che era enorme e molto selvaggio. Qui in Florida è una cosa rara (la grandezza, non l'essere selvaggio). Dalle porte finestre siamo riusciti anche a spiare un po' dentro, e vedere che la casa sembrava in forma! È stato amore a prima vista. Stavamo girando e cercando da qualche tempo, con risultati scoraggianti. Quando ci siamo trovati li, in un quartiere sicuro, vicino alle scuole migliori, davanti a una casa con uno spazio enorme, abbiamo fatto il numero dell'agenzia sicurissimi che era gia stata venduta. Invece no! Abbiamo preso l'appuntamento per vederla dentro il giorno stesso. Beh oddio, da dentro si sono scoperti parecchi difetti che non si vedevano da fuori... ma in paragone alle case sul mercato questa era sicuramente da considerare. Siamo tornati a casa, a pensare. Sarebbe stata la primissima volta per entrambi l'occasione di fare un'offerta per l'acquisto di una casa. È una cosa enorme!!! Mica ci si può decidere li per li. E il giorno dopo qualcun altro l'ha fatto, offrendo prezzo pieno e soffiandoci cosi da sotto il naso persino la possibilità di fare un'offerta concreta.
Esattamente 5 settimane dopo, scopriamo che l'offerta degli altri acquirenti non è andata a buon fine, e la casa è di nuovo in vendita... 
Abbiamo concluso le trattative il 28 agosto 2015. Dopo una lista infinita di disavventure e vicissitudini che ci hanno veramente provati. Il modo in cui la gente cerca di fregarti è ridicolo. Mr K. potrebbe aprire un blog e parlare solo di quest'avventura, e avrebbe da scrivere per almeno 6 mesi.
Ma ormai è passato troppo tempo, e non avrebbe senso rivangare tutto. Sono stati mesi duri, di stress allo stato massimo, crisi di panico, discussioni finanziarie, concessioni, rifiuti, stanchezza mentale, discussioni, telefonate, delusioni, un su e giù di emozioni che ci ha fatti davvero barcollare.
Centinaia di volte ci siamo chiesti se avessimo fatto la cosa giusta, ma ormai il mutuo era firmato e non c'era molto da piangersi addosso. Il giardino era ancora enorme e la casa ci piaceva sempre.
Ci siamo rimboccati le maniche e, dopo mesi di stanchezza mentale, siamo passati a quella fisica.
Abbiamo rifatto il giardino completamente! Mai nella vita ho fatto affrontare al mio corpo una fatica cosi, dopo le 9 ore di lavoro, tutti i giorni andavamo nella casa nuova, a strappare erbacce, cespugli, spalare pietre su pietre, a sradicare tronchi d'alberi, tagliare l'erba alta un metro, ripiantare, etc etc etc., per poi tornare al nostro appartamento, preparare cena, e trascinarci a letto.
Ci siamo alla fine trasferiti il 30 ottobre. Una casa vuota, non avendo mobili e avendo venduto il poco che avevamo prima del trasloco.
Una casa vuota tutta da riempire e che ci ha rivelato non poche sorprese fin dal primo giorno... Insomma, dopo tutto lo stress dei mesi dell'acquisto, sono cominciati mesi ancora peggiori, dove abbiamo scoperto un sacco di problemi in più, di spese da fare, di licenze mancanti dal vecchio proprietario, un incubo. Ci sono tante di quelle cose da fare, progetti enormi da cominciare, che davvero non siamo in grado di vedere una fine.
E le disavventure continuano, dal frigo che ci ha messo un mese ad arrivare, alla valvola del frigo che si è rotta e ha bagnato tutto l'interno del muro che adesso va rifatto (i muri interni in America sono fatti di cartone), un tetto da rifare, le finestre da rifare, oltre a tutte le cosine estetiche di cui dobbiamo ancora occuparci, come dare il bianco, luci, mobili, tende, etc etc etc etc.
Se ripenso a tutto ciò che abbiamo già fatto, mi sembra impossibile che ci rimanga ancora cosi tanto. Ma è difficile non scoraggiarsi quando non si ha un momento di tregua, un weekend di riposo.

Ma nonostante tutto, Gaijina è comproprietaria di una casa in Florida!!! Con un giardino enorme, un albero di avocado, 2 palme da cocco, 2 manghi, una papaya, due banani, 17 alberi di frangipane a cui  dobbiamo ancora trovare una sistemazione e un orticolo che ho finito domenica scorsa! Insomma, pensiamo positivo!!! L'avreste mai detto che dalla Cina a fare baldoria e insegnare inglese mi sarei trovata adesso sposata col mio Professore, e padrone di una casetta???

Ora ci manca solo un cagnolino e un pargoletto che vada a zampettare in giardino e siamo la famiglia perfetta! Quindi.....

Beh, il primo mattino che ci siamo svegliati nella casa nuova, ho scoperto di essere incinta!!! Un tempismo perfetto proprio! Ho pianto un pochino dalla felicità (e il sollievo, perché ho sempre temuto di non poter avere bambini, chissà perché) e non sono riuscita a non dirlo subito a Mr K., che ha avuto una piccola crisi di panico!!! Non per via del bambino, ma perché avevamo appena scoperto di dover sostituire il tetto, che è un affare costoso. Il pensiero di avere solo 9 mesi per fare di questa una casa accogliente e adatta a un neonato l'ha preso alla sprovvista e l'ha spaventato. Anche perché francamente, chi se lo aspettava?? Non stavamo provando e io avevo appena interrotto la pillola, e a dire la verità con tutto lo stress e la stanchezza post-acquisto non è che si siam dati molto da fare, chi capisce capisce.
E invece questo bambino ha deciso di cominciare la sua vita proprio nel periodo in cui io ero esposta a lavori estremi, vecchia pittura, polveri, terra, sollevamento di palme, cibo spazzatura per l'assenza di frigo, e niente palestra per assenza di tempo. Insomma è stato concepito nel periodo meno sano di tutta la mia vita!!!
Eppure, sono passate quasi 14 settimane da allora, e lui è ancora qui :)

Nascerà a inizio luglio e sarà amatissimo! Dopo il primo momento di panico adesso Mr K. è molto rilassato e pronto al cambiamento. Io sono stata piuttosto bene durante i primi tre mesi, con malesseri solo nella 7a e 8a settimana, ma mi bastava mangiare in continuazione per stare un po' meglio. E adesso che dovrei essere nel secondo trimestre, quello dove si sta bene, si ha il "glow", quella radiosità tipica delle donne incinte (ma dov'è?!!??), ho un mal di testa ininterrotto da 2 settimane. E posso prendere solo una medicina che non mi serve a niente. Quindi adesso sono un essere inutile che non fa niente se non sforzarsi di non piangere per il dolore e la frustrazione per evitare che il mal di testa peggiori. E io ci sono abituata, soffrendo di mal di testa da quando avevo 7 anni... eppure cosi a lungo non ce l'ho mai avuto. Spero passi presto perché non ne posso proprio più. Mi sembra incredibile che un tesserino tanto piccolo possa causare tutto sto dolore.

A proposito! Stiamo discutendo nomi, e in famiglia si fanno scommesse! Io dico che è un maschio. Il che porta al problem di non trovare un nome che piaccia a entrambi, in più io trovo che ci siano veramente pochi nomi belli per un bambino. In Italiano mi sarebbe piaciuto Alessandro, ma adesso non ha più senso. Quindi, beh! Se qualcuno ha qualche suggerimento per un nome da maschietto (non italiano), dica pure! Per la femmina siamo d'accordo quindi una cosa di meno a cui pensare!

Queste sono le mie notizie, se avessi scritto giornalmente tutto ciò che ci è successo in questi ultimi mesi avrei potuto scrivere un libro di disavventure! Ve le risparmio, sono parecchio deprimenti.... E vi lascio con la buona notizia e un augurio di buon anno a tutti!!!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...