Tuesday, December 20, 2011

Ricettina pre-partenza

Lo zaino e' pronto, il passaporto in borsa, il visto pure… mancano poche ore, un'ultima notte e poi…. Si va!! Cambogia quest'anno. Parto, sapendo che potrebbe essere l'ultima volta che spenderò tanto tempo insieme al Professore, almeno per un po'. Probabilmente a febbraio, mentre io saro' in italia per lavoro, lui, invece di farsi un viaggio con suo fratello, com'era programmato, sarà costretto a tornare a casa, perché qui non riesce più a rinnovare il visto cinese. Gli ho detto che ho sensazioni positive per l'anno nuovo, e che secondo me e' il momento buono per provare ad andarsene. Alla fine lui si e' dimostrato d'accordo, quindi fra meno di 2 mesi ci separeremo, per chissà quanto. Ne l mentre, chissà che succederà. E' facile parlare per me, davvero sento che il prossimo anno sarà' importante e che e' ora di buttarsi e di tentare, pero' l'idea di stare lontani, con lui circondato da stangone americane bellissime tra cui potrebbe trovare quella speciale per lui mi fa stare molto poco tranquilla. Non che non mi fidi, ma certe cose capitano.
Insomma, i prossimi mesi saranno piuttosto duri per la sottoscritta. Per adesso, pero', non voglio pensarci, e voglio godermi questa vacanza, cercando di controllare i pianti improvvisi che mi stanno capitando negli ultimi giorni… Non riesco a controllarli e neanche a giustificarli. Immagino di avere accumulato un po' di stress, e le previsioni per il futuro immediato non sembrano aiutare a rilassarsi.
Comunque, prima di partire vi lascio una ricettina facile, veloce veloce e molto saporita, che ho fatto proprio oggi per finire gli ultimi avanzi di formaggio che avevo nel frigo.
IMG 0987

RISOTTO AI FORMAGGI E PROSCIUTTO
Ingredienti:
olio evo
porro
riso
vino bianco
sale, pepe
parmigiano
Philadelphia
scamorza affumicata
prosciutto cotto (il mio era leggermente affumicato)
rosmarino
brodo

Scaldate un filo d'olio in una padella, quando e' pronto aggiungete il porro affettato sottilmente a rondelle, una volta dorato aggiungete il riso (2 pugnetti a persona), fate tostare leggermente, poi sfumate con un po' di vino bianco. Aggiungete pian piano il brodo bollente, girate bene, aggiungetene in più quando si asciuga. Salate e pepate.
Assaggiate per controllare la cottura, quando e' pronto spegnete la fiamma, e aggiungete i formaggi e il prosciutto tagliati a pezzettini, girate bene per farli sciogliere.
Servite con un pizzico di rosmarino tritato. Una bonta'.
IMG 0989
Ciao a tutti, tantissimi auguri di Buon Natale e Buon Anno Nuovo!!!
CI VEDIAMO NEL 2012!!!!

Wednesday, December 7, 2011

Apple Pie

Per finire coi miei dolci per il Thanksgiving, vi propongo un classico americano: la Apple Pie.
Ho preso la ricetta da qui, perche' questa versione mi ha colpita particolarmente, perche' risolveva quello che era il mio dubbio più grande, ovvero: come fa il liquido di tutte queste mele a non inzuppare la base rendendo la torta gnecca? Questa ricetta, che, lo devo ammettere, e' un pochino lunghetta, prevede un tempo di "riposo" delle mele condite, che vengono lasciate a scolare in modo da perdere gran parte del loro liquido. Il liquido pero', ovviamente, non si butta! Viene fatto ridurre fino a renderlo un bel caramello cremoso, e poi viene riaggiunto alle mele.
A dire la verità, qui l'espediente e' usato per evitare che le mele si riducano di volume in cottura, causando un vuoto tra esse e la copertura. Ma risolveva anche il mio, di problema, e' stato subito utilizzato!
La ricetta, ora! Ah, volete una recensione? Allora, considerando che:
- era la prima Apple Pie che ho mangiato
- era la prima Apple Pie che ho fatto
- il 95% dei commensali era americano, più me e due cinesi
- i commensali di cucina se ne intendono abbastanza, visti i piatti che hanno preparato,
e' stata un successo. Addirittura hanno fatto una classifica di tutti i dolci e hanno dato a questa il primo posto. Considerati i due cheesecakes fantastici che c'erano e l'altro dolce con le patate dolci, ne sono stata onoratissima.
Basta ciance, ora, al lavoro, che di tempo ce ne vuole (sia a farla che a scriverla… :( )
IMG 0929
APPLE PIE
Ingredienti
per il ripieno:
1 Kg di mele (che tengano bene la cottura) sbucciate e tagliate a fette di ½ cm
50 g zucchero
55 g light brown sugar
1-2 cucchiai di succo di limone
1 tsp cannella
¼ tsp sale
30 g burro
15 g amido di mais
Cominciate preparando le mele: in una ciotola capiente, mischiatele bene col succo del limone, gli zuccheri, il sale e la cannella, poi lasciatele a temperatura ambiente dai 30' alle 3 ore.
Intanto potete passare alla base.

per la pasta brise':
350 g farina
1 tsp sale
30 g zucchero
226 g burro freddissimo
60-120 ml acqua ghiacciata
Mischiate bene farina, sale, zucchero. Poi aggiungete il burro, già tagliato a cubetti piccolissimi e rimesso in frigo, e lavorate con la punta delle dita fino ad avere un miscuglio granuloso. Se avete un robot da cucina, usate quello… fortunati voi.
Dopodiche', cominciate ad aggiungere l'acqua, pian piano, partendo dal minimo (60ml) e aggiungendone, se necessaria, a cucchiai. Un cucchiaio basta a fare la differenza, quindi occhio a non aggiungerne troppa! Impastate brevemente fino a quando vedete che l'impasto sta insieme e non si sbriciola. Fate una bella palla allungata, tagliatela in due, sistemate una parte su un pezzo di pellicola e stendetela con le mani in un disco, coprite con pellicola, fate lo stesso col secondo disco e mettete entrambi in frigo per un'ora.
A quest'ora le mele dovrebbero esser pronte. Passato il tempo necessario, rovesciatele in uno scolapasta sotto al quale avrete messo un'altra ciotola adatta al microonde, e lasciatele scolare. Avranno rilasciato un bel sughetto che dovete raccogliere quanto più riuscite. Dopo 15-30' avrete più o meno ½ cup di succo.
Prendete dal frigo 1 disco di pasta, infarinate il piano di lavoro e stendetelo in un disco di 30 cm, mantenendo una forma rotonda, poi ripulitelo il più possibile dalla farina in eccesso e disponetelo in una teglia da 23 cm imburrata. Fate un bel bordo, eliminate l'eventuale pasta in eccesso, coprite con pellicola e rimettete in frigo.
IMG 0918
IMG 0919
IMG 0920
Prendete il secondo disco, stendetelo in uno di 30 cm, disponetelo su una teglia, copritelo con pellicola e rimettete in frigo.
Prendete la ciotola col succo delle mele (dovreste avere circa ½ cup), aggiungetevi il burro e bollite al microonde per 5-7 minuti, fino a quando avrete ottenuto un bel liquido profumatissimo e denso, un vero e proprio caramello speziato
IMG 0921
IMG 0922
Mentre il succo cuoce, tirate fuori la pasta dal frigo, e mischiate le mele con l'amido di mais. Poi aggiungete il caramello caldo, mescolate bene, e rovesciate il tutto nel disco di pasta.
Inumidite i bordi della brise' e ricoprite le mele col secondo disco, pizzicandolo sotto i bordi del disco superiore. Sbizzarritevi con l'abbellimento dei bordi (ok, i miei fan schifo, perche' ho fatto il secondo disco troppo grande e pizzicarlo sotto e' stata un'impresa), poi fate dei tagli di 5 cm partendo dal centro della torta, coprite con pellicola e mettete in frigo mentre scaldate il forno.
IMG 0925
IMG 0926
Scaldate il forno a 220 gradi, sistemando la placca da forno nel livello più basso in modo che diventi bella calda. Sistemate la Apple Pie sulla placca da forno e cuocete per circa 50 minuti, fino a quando i bordi sono belli dorati e, se inserite un coltello in uno dei tagli, sentirete le mele morbide ma non spappolate. Io ho coperto i bordi con dell'alluminio dopo i primi 30 minuti e l'ho rimosso 5-10 minuti prima di spegnere. Oppure potete metterlo subito e rimuoverlo nell'ultima fase della cottura.
IMG 0927

Lasciate raffreddare un paio d'ore prima di tagliare, anche se sara' difficile resistere… Avrete un profumino inebriante per tutta la casa!
Servite tiepida o a temperatura ambiente, possibilmente con una pallina di gelato alla vaniglia.
Il che mi fa venire in mente un bell'apprezzamento che e' stato fatto alla torta: io il gelato non l'avevo portato, perché qui non e' semplice trovarlo che non faccia schifo o non ti mandi in bancarotta, e c'era stata un po' di delusione… Ma poi quello che si lamentava di più ha assaggiato la torta e ha detto che era ottima e lo dimostrava il fatto che era fenomenale anche senza pallina di gelato! Meglio di così…. :)
IMG 0967
Insomma, una torta assolutamente da rifare, perfetta per una merenda golosa, una domenica pomeriggio, quando fuori fa freddo, e si ha voglia di coccole, sul divano, davanti a un bel film...

Thursday, December 1, 2011

Thanksgiving's Pumpkin Bread

Il nostro Thanksgiving e' stato sontuoso, Ricchissimo, esagerato. Quando mi e' arrivato il menu' mi sono quasi sentita male. Come avremmo mai potuto finire tutte quella roba?? Antipasto messicano, bruschette, salumi e formaggi, 20 tipi di chips, 2 tacchini, stuffing, gravi, cranberry sauce, stufato di manzo alla Guinness, purea, Shepherd's Pie, broccoli con salsa al formaggio, corn soufflé', green beano casseruole, e poi i dolci!! 2 meravigliosi cheesecakes con salsa al cioccolato e espresso e blackberry sauce, un dolce alle patate dolci e marshmallows (lo posterò, già presa la ricetta….),  e i due miei.
A me sono stati chiesti la Pumpkin Pie e l'Apple Crisp, ma io ovviamente ho fatto di testa mia, e ho provato qualcosa di nuovo (a dir la verità', anche l'Apple Crisp e' una novità, pero' io in realtà avevo iniziato a pensare ai dolci per il Thanksgiving un mese fa!
E così ho fatto, e giuro che nessuno si e' lamentato, anzi.
Il primo che posto e' il Pumpkin Bread perche' Ale lo voleva vedere e perche' e' talmente buono che merita di essere provato anche senza alcuna occasione speciale, ma per una perfetta merenda o colazione autunno/invernale. E' ottimo.
Il Grunting Bear ha insistito per tagliarlo e servirlo mentre aspettavamo il tacchino, e l'abbiamo mangiato ancora tiepido. Una vera goduria, anche a me e' piaciuto moltissimo. E poi i complimenti mai scontati del Grunting Bear mi hanno cissata alla grande!! Ahahhahahha! la ricetta, ora!

IMG 0946

PUMPKIN BREAD WITH CREAM CHEESE FILLING (ricotta presa da qui)

Ingredienti per due plumcakes

per il cream cheese filling:

250 g Philadelphia
100 g zucchero
2 uova grandi
1,5 Tbsp farina

per il pumpkin bread:

450 g farina
1 tsp bicarbonato di sodio
1 tsp lievito
¾ tsp sale
1,5 tsp cannella
4 uova grandi
400 g zucchero
220 g burro fuso e freddo
425 g purea di zucca
½ cup acqua
1,5 tsp vanillina

Se volete, potete aggiungere anche 1 cup di noci tostate e spezzettate grossolanamente e un pizzico di noce moscata.
Cominciamo col ripieno: sbattete il Philadelphia per renderlo cremoso, poi aggiungete lo zucchero, sbattete, poi le uova a una a una. Non sbattete troppo, amalgamate solo. infine, mescolateci la farina.
Passiamo all'impasto base: in una ciotola, mescolate bene farina, bicarbonato, lievito, sale e cannella.
In un'altra ciotola, sbattete le uova, poi unitevi lo zucchero e il burro sciolto, sbattete e infine incorporate la polpa di zucca, l'acqua e la vanillina. Unite il composto di farina e mescolate giusto per amalgamare, non troppo!
Ungete e infarinate due stampi da plumcake, mettete un po' del composto in ciascuna, più o meno ¼, poi dividete il ripieno tra i due stampi, livellate bene, infine concludete col composto restante, facendolo cadere a cucchiaiate sopra il ripieno al formaggio.

IMG 0934

Cuocete in forno pre-riscaldato a 180° per un'oretta (vale prova stuzzicadenti).
Aspettate 10 minuti prima di sformare.

IMG 0936

Godetevelo tiepido o scaldato al microonde, volendo con un velo di burro salato, insieme a una tazza di caffe'.


PUMPKIN BREAD WITH CREAM CHEESE FILLING (from here)

Ingredients (for 2 loaves):

for the cream cheese filling:

8 ounce package (227 grams) cream cheese, room temperature
1/2 cup (100 grams) granulated white sugar
2 large eggs
1 ½ Tbsp all purpose flour

For the Pumpkin Bread:

1 cup (110 grams) pecans or walnuts (I didn't add them)
3 1/2 cups (450 grams) all purpose flour
1 teaspoon baking powder
1 teaspoon baking soda
3/4 teaspoon salt
1 1/2 teaspoons ground cinnamon
1/4 teaspoon ground nutmeg (didn't add it)
4 large eggs
2 cups (400 grams) granulated white sugar
1 cup (226 grams) unsalted butter, melted and cooled
1 - 15 ounce (425 grams) can pure pumpkin
1/2 cup (120 ml) water
1 ½ tsp pure vanilla extract

IMG 0945

Preheat the oven to 350 degrees F (177 degrees C) and place rack in the center of the oven. Butter and lightly flour two - 9 x 5 x 3 inch (23 x 13 x 8 cm) loaf pans.

To toast nuts: Place the nuts on a baking sheet and bake for about 8 - 10 minutes or until brown and fragrant. Cool completely and then chop coarsely.

Cream Cheese Filling: In your food processor, process the cream cheese just until smooth. Add the sugar and process just until smooth and creamy. Add the eggs, one at a time, processing just until incorporated. Do not over process. Stir in the flour.

Pumpkin Bread: In a large bowl, sift or whisk together the flour, baking powder, baking soda, salt, cinnamon, and nutmeg.
In another large bowl, whisk the eggs until lightly beaten. Add the sugar and melted butter and whisk until blended.  Whisk or stir in the pumpkin, water, vanilla extract, and nuts.
Add the flour mixture to the pumpkin mixture and stir just until the ingredients are combined. (A few streaks of flour is fine.) Do not over mix as it will make the bread tough.
Divide the batter in half. Take one half and divide it evenly between the two prepared pans. Divide the cream cheese filling in half and place each half of filling on top the two pans of batter, smoothing the tops. Top with the remaining half of batter (use two spoons to place small dollops of batter on top of the filling). Bake the breads for about 55 -65 minutes, or until a toothpick inserted into the center of the loaf comes out clean.
Place pans on a wire rack and let cool for about 10 minutes before removing breads from pans. Can serve warm, cold, or at room temperature. Store leftovers in the refrigerator or else freeze for later use.
Makes 2 loaves.

IMG 0937

It was just wonderful!! Stephanie Jaworski is just a genius and her website is great! All her recipes always come out perfectly.

IMG 0974

Tuesday, November 29, 2011

Di ritorno da Hong kong e… Rifacciamo le valigie?

Il viaggio a hog kong e' stato fighissimo!!!! Abbiamo fatto un sacco di cose diverse, tra l'altro che non mi aspettavo affatto di poter fare.
Abbiamo avuto la fortuna di incontrare una coppia di vecchi Qindaiesi che si sono trasferiti lì, e già la prima sera abbiamo mangiato insieme. Eravamo stanchi morti perché abbiamo volato su Shenzhen e porta via quasi un giorni intero tra aereo, metro e camminata. La nostra Guesthouse era nella zona più malfamata della città (almeno una volta), la camera tanto piccola che abbiamo patito un po' di claustrofobia. La mattina dopo siamo già andati su su nei Nuovi Territori per 2 ore di hiking, terminate sulla spiaggia, con tanto di tintarella, bagno tra le onde e surf. E poi, avendo perso l'ultima barca, altre 2 ore di hiking per tornare indietro.... Abbiamo avuto male ovunque per tutta la settimana.
IMG 1087
Dal giorno dopo, poi, visita ai siti classici di HK, al Peak, alla Central, abbiamo preso la cableway per andare a Lantau, a vedere il Buddha, abbiamo fatto shopping -ci credete? Solo lui praticamente!.
IMG 1196

Poi siamo partiti alla volta di Macau per un paio di giorni. A noi macau è piaciuta, ci saremmo fermati volentieri un giorno in più perché solo alla fine abbiamo scoperto la via con tutti i caffé, carinissimi, e tanta tanta profumatissima pasticceria.
La sera, giusto per esperienza, Casinò. Che posto! A parte il fatto che secondo me non è affatto come a Las Vegas, è pieno di cinesi! Insomma, è strano. Non è un posto di lusso, si vede e si sente che è ancora Cina. Abbiamo perso 10 euro... :(
La seconda sera invece è stata proprio carina! Abbiamo prenotato cena in un posto famosissimo e super consigliato -guardate qui. Dio se ne valeva la pena!!!! Ho mangiato e sarei stata disposta a scoppiare dal buono che era!!! Poi, con le pance piene e felici, siamo tornati al Venetian per vedere le Cirque du Soleil!
IMG 1154
Che spettacolo! Proprio una bellissima serata.
E il giorno dopo siamo ripartiti, abbiamo preso il mio Mac e poi ci siamo diretti al sud dell'isola di Hong Kong, adAberdeen, dove avevamo prenotato una stanza su una... barca!!! La barca fighissima, per salirci o dovevamo prendere il Sampan e saltarci sopra e poi fare il giro camminando sul bordofino all'entrata, oppure dovevamo saltare sulla barca affianco, arrampicarci su casse e gomme, poi attraversare un percorso di assi, scale sull'acqua, e un cortile con 5 cani da caccia. Dopo il primo momento di sgomento abbiamo pensato: che figo!!!
IMG 0728
IMG 1359
Ad Aberdeen abbiamotrovato un ristorante thailandese FE-NO-ME-NA-LE!!! Ci siamo andati due sere di seguito, e ci saremmo ritornati!
IMG 1372
Per l'ultimo giorno abbiamo di nuovo raggiunto i nostri amici, al nord, abbiamo affittato le bici e giù una bella pedalata sotto il sole e in riva al mare fino a un posticino pieno di piccoli ristorantini dove ci siamo fermati per pranzo, per poi tornare indietro e riprendere la metro per Shenzhen.
Con la tristezza addosso, abbiamo fatto ritorno a Qd. Da allora non siamo praticamente usciti. Ci vediamo quasi tutte le sere, cuciniamo qualcosa, guardiamo film, sistemiamo il mio nuovo Baby Mac. ci sentiamo così "lackadaisical"! (oddio quanto mi piace questa parola!!!!). Beh, qui è l'una di notte ma è la prima sera che sono a casa, e domani facciamo la papaya salad quindi non potrò scrivere di nuovo, così... Ho tenuto duro e ho fatto il post! Corterello, con tutte le cose che avrei avuto da raccontare, ma... Che dire, è passato il momento.
Però una cosa ve la dico: siamo di nuovo in partenza! Stavolta facciamo Cambogia, precisamente Siem Reap, Anghor WatPhnom Penh, e Sihanoukville, con gitarella a Koh Rong, o Monkey Island, che è stata assolutamente una sorpresa, perché l'unico motivo di insoddisfazione riguardo alla Cambodia era la mancanza di spiagge allàaltezza di quelle thailandesi... E invece, guarda che roba!!!
Ora è tempo di nanna per Gaijina, che si sta addormentando sul lavoro... Che non va bene!!!!!
IMG 1416


Friday, November 4, 2011

HK

Siamo in partenza!! Alla fine Xiahe è saltata anche quest’anno, però recuperiamo andando via adesso, per ben 9 giorni… Che ci vogliono, ci vogliono proprio.
Destinazione? Hong Kong… Macao… Hong Kong. Partiamo domani mattina prestissimo e io ho già tutto pronto. Stasera finiamo tutte le cibarie in giro per le rispettive case e poi… Siamo pronti all’avventura! Incrociando le dita perché tutto tra di noi vada bene come gli ultimi giorni e perché sia un bel viaggetto, faccio a tutti ciao ciao con la manina e… ci risentiamo il 14 novembre!!!
Hong-Kong

Wednesday, November 2, 2011

Spaghetti with meatballs… like Lady and the Tramp

Scommetterei qui su due piedi che tutti, tutti tra voi, dalle coetanee alle neo-mamme e I neo-papà, alle mamme e ai papà con figli già grandi, si ricordano della tipica scena in cui Lilly e il Vagabondo cenano a suon di fisarmonica mangiando un enorme, succulento piatto di spaghetti con le polpette.
Oh, che ci crediate o no, io gli spaghetti con le polpette li associo solo al film, e a casa mia non li ho mai mangiati. Che ve devo di’, a casa mia si mangia la pasta, e dopo si mangiano le polpette, di solito con l’insalata. Ma non mischiate.
Quando Grunting Bear l’ha scoperto, dapprima non mi ha voluta credere, poi ha persino googlato il termine e ha trovato questo: "...though Spaghetti with meatballs are rare in Italy there are Italian precursors: I have had spaghetti with tiny meatballs in Puglia,  meatballs were a common addition to feast day pasta sauces in Sicily...”, e così si è convinto. Però ha voluto scrivere una mail a sua mamma per dirle che non avevo mai mangiato spaghetti e polpette in vita mia! Ma si può?
Insomma, alla fine tutto sto sproloquio perché il menù di ieri è stato proprio questo. Siamo andati a fare la spesa sabato e poi, domenica, dopo aver smaltito un po’ la sbornia della serata Halloween, ci siamo messi all’opera per una cena anticipata o, come diremmo coi piemontesine, una merenda sinoira.
E questo è il risultato, buono buono buono, lo devo ammettere. Però decisamente troppo per la sera.

IMG_0599

Ingredienti per il sugo:
2 scatole di pelati a pezzi
olio evo
sale, zucchero
basilico fresco (io non l’ho messo, non l’avevo)
2 spicchi d’aglio
1/2 cipolla tritata
paprika o peperoncino fresco

Ingredienti per le polpette (per tante polpette):
700 g macinato (di solito mischio maiale e manzo)
2 uova
parmigiano grattugiato
sale, pepe
prezzemolo tritato
1 patata bollita
pane ammollato nel latte freddo

Preparate la salsa, facendo rosolare cipolla e aglio nell’olio evo, e aggiungendo la salsa di pomodoro quando dorati. Io di solito sciacquo le lattine e uso l’acqua col sugo rimasto per allungare il sugo a piacimento. Sale, pizzico di zucchero, noi le volevamo piccantine quindi ci ho aggiunto un peperoncino, fate cuocere a fuoco medio-basso per 20 minuti, girando di tanto in tanto e schiacciando bene I pezzi di pomodoro.
Mentre il sugo cuoce fate le polpette: mischiate il tutto e amalgamate bene bene. Considerando la consistenza, saprete se è il caso di aggiungere una spruzzata di latte o del pangrattato o se van bene così.
Preparate un piatto con del pangrattato e fate delle palline tutte delle stesse dimensioni col composto, rotolatele nel pangrattato e mettetele su un piatto. Lui mi ha aiutata, facendo inizialmente delle polpette ENORMI, che a me scappava da ridere ma non volevo ferire I suoi sentimenti visto che si impegnava tanto. L’ho lasciato finire e intanto io friggevo le polpette in poco olio. Non devono cuocere, solo “chiudersi”, fatele dorate appena da entrambi I lati e poi tuffatele nel sugo che continuerete a cuocere –con le polpette dentro- per altri 20 minuti. Io ogni tanto aggiungevo un po’ d’acqua perché ci abbiamo messo dentro troppe polpette Smile with tongue out! Le polpette erano tante quindi nel sugo ce ne ho messe solo alcune, abbiamo preparato le altre e conservate in frigo per l’indomani.
Preparate I vostri spaghetti scolandoli al dente e condendoli con sugo abbondante, una bella spolverata d parmigiano e, se ce l’avete, il bel tocco verde del basilico fresco! Et voilà!

IMG_0596

Mio padre commenterebbe sdegnato che mangiamo sugo e pasta anziché pasta al sugo, o parmigiano e pasta anziché viceversa, ma papino non c’è quindi… occhio non vede, cuore non duole, e finalmente posso fare a modo mio senza sguardi di rimprovero… E ovviamente ne approfitto.

IMG_0598

SPAGHETTI WITH MEATBALL WITH HOMEMADE SAUCE

As I explained above in italian, I know that this is not a dish very common in Italy –as a matter of fact, I never had it before, reason for which my boyfriend was so making fun of me.
Anyway, I also know perfectly well that the pasta sauce used in the States most of the times is not homemade, and not even half as good as an homemade one. I taught my boyfriend how to make a basic italian pasta sauce, he loved it and when he went home he remade it for his mum, sister and nieces, and they all loved it and wanted to learn. Now they call it “Ele’s sauce”, and I’m just so happy they liked it!
So, here to share! It’s so easy, fresh and tasty in its simplicity that once you learn it, you’ll never buy another one from the store.

IMG_0595

Ingredients for the sauce:
2 can of chopped peeled tomatoes
extra virgin olive oil
2 cloves of garlic
1/2 onion, finely chopped
salt
a pinch of sugar
fresh basil
a red chillie pepper (if you like it spicy)

Ingredients for the meatballs (actually, for a lot of meatballs!)
700 g ground meat (I mix beef and pork)
2 eggs
1 boiled potato
1 slice of bread, soaked in cold milk (you can use the old bread… that’s how we do it)
finely chopped parsley
salt
pepper
grated parmesan

Let’s start with the sauce. Heat the oil (almost enough to cover the bottom), when hot add the garlic and the chopped onion. When golden, add the tomatoes, stir well, rinse the cans adding that water to the sauce, add some salt, a pinch of sugar, the chillie if you like. Cover and cook at low-medium heat for 20 minutes, stirring once in a while.
In the meanwhile, make the meatballs. Mix all the ingredients together, mix well, if you think it’s too soft to be shaped, you can add some bread crumbs, if it seems too hard, add a little milk.
Prepare a plate wish bread crumbs, then start to make the meatballs, all of the same size, rolling them in the bread crumbs.
Heat some oil and fry the meatballs, just until slightly golden, turn them only once. Then put them in the sauce and let it cook for another 20 minutes. You’ll have a lot of meatballs, to many for the sauce, so you can store some in the refrigerator and cook them tomorrow.
While the meatballs are cooking, boil some water for the spaghetti, when it’s boiling add some salt and the spaghetti. Let them cook for about 8 minutes (don’t overcook!), then drain and add as much sauce and meatballs as you want!
Finish with a good sprinkling of grated parmesan and, to give it a nice touch, with some fresh basil leaves. Sit down and just enjoy!

IMG_0597

There! The only reason for which I’m familiar with this dish and I’ve always wanted to try it! It looks just sooo tasty!!!

images2

Sunday, October 30, 2011

Crazy Halloween!

Non avevo nessuna voglia di festeggiare quest’anno, un po’ perché non è una nostra tradizione e non lo sento come una festa mia, ma soprattutto perché Halloween ormai per vuol dire una cosa sola: brutti ricordi.
Ma ho fatto la mia scelta, ho scelto di perdonare e resettare, e ho preso questa decisione dopo aver attentamente riflettuto: ce la potrò fare a resettare tutto e a comportarmi normalmente? Se la risposta fosse stata no, allora tanto valeva non perdonare.
Però ovviamente il resettamento comprende una buona dose di spirito di sacrificio e di lavoro su se stessi per non far trapelare cosa ci passa per la testa. Soprattutto quando viene fuori che per quest’Halloween, lei sarà di nuovo qua.
Ci ho pensato e ho deciso che non voglio che questa festa per me sia sempre da associare a qualcosa di negativo, e che il modo migliore per impedire che questo accada è festeggiarlo come si deve. In fondo, ho avuto un amazing Halloween tre anni fa, uno bruttino due anni fa, poi uno orribile… E’ tempo per another good one.
E invece poi viene fuori che tutti I nostri amici saranno fuori città e che il Prof. non ha voglia di festeggiare e soprattutto di travestirsi. Dopo tutte le menate che mi aveva fatto l’anno scorso sull’obbligo di uscire in costume…!
Insomma, alla fine ho deciso che il costume l’avrei indossato lo stesso. Ho preso in prestito da un’amica qualche accessorio e quindi valeva la pena visto che avevo un buon travestimento senza alcuno sforzo.
La serata è cominciata con una cena Thai a casa sua, con G. E un paio di cocktails e un paio di tequile… giusto per sciogliere l’atmosfera – ed è servito.
Poi ci siamo visti sotto a casa mia per andare… Ahahahhaahahhaha che ridere!!! Il Prof. alla fine si era messo in pantaloni, camicia e cravatta, con occhiali da sole e auricolare, era uno dei Servizi Segreti o una guardia del corpo. E io ero… Una suora! Quanto ha riso quando mi ha vista! Non se l’aspettava proprio! Soprattutto quando si è accorto che avevo labbra ultra rosse e autoreggenti.
All’inizio non c’era nessun altro travestito, il che mi ha creato un po’ di imbarazzo, anche se tutti hanno adorato il mio costume… They loved it!!! Non so quanti sono venuti a complimentarsi dicendo che io non avrei dovuto essere in giro a quest’ora, tanto meno con un drink in mano! Hahahahaha è stato divertente. Poi dopo sono arrivati gli altri… tra cui lei.
Però, lo devo proprio dire, io sono stata protagonista. Il mio Body Guard era sempre attorno, abbiamo fatto un sacco di foto simpatiche, persino le sue amiche volevano fare una foto con The Hot Nun.
Una bella serata, proprio bella. Lui mi ha detto che ero la meglio vestita di tutti quanti.
La sera prima lui aveva suonato al New York Bar in modo spettacolare, e lei era sempre lì a guardare e lui non è che sia stato molto con me, dovendo suonare, quindi per me la serata non è stata proprio il massimo, ma ieri sera… Non ho avuto proprio nessun problema.
A casa poi, lui mi ha chiesto se ero arrabbiata con lui che aveva passato un’oretta a parlare con un amico mentre io chiacchieravo con G. Io son cascata dalle nuvole, così abbiamo iniziato a parlare, parlare…. In pratica ultimamente le cose non andavano affatto bene fra noi, ormai è qualche settimana che si è risolta, ma sono stata davvero sul punto di chiudere perché non ce la facevo più con il suo atteggiamento. Abbiamo parlato due tre volte e alla fine sembra che, dopo qualche passo avanti e qualcuno indietro, finalmente adesso si sia stabilizzata. Però G., tentando di fare del bene per noi, in realtà crea un sacco di problemi… Le sue intenzioni sono buone, solo che non ne azzecca una!!!
Insomma, ieri non so che gli è preso, ma il Prof. ha tirato fuori tutto quello che avrebbe dovuto dirmi 4 mesi fa, quando era a casa e non si faceva sentire o quando è tornato indietro ed era totalmente cambiato.
Mi ha detto che sentiva il bisogno di “sistemare le cose”, e quindi mi ha detto che, quando era a casa quest'estate, anche se non mi chiamava, io ero sempre lì con loro. Mi ha detto che tutti mi conoscono, che hanno preparato insieme la “Ele’s sauce” (sugo di pomodoro e basilico fresco), che ha discusso con sua mamma della possibilità di tornare lì a casa e se fosse giusto chiedermi di seguirlo; mi ha detto che ogni giorno per qualche motivo io saltavo fuori. E mi ha detto cose di cui ero assolutamente ignara, cose sue di famiglia ma che mi coinvolgono. Mi ha poi anche accennato che, se lui tornasse a casa e trovasse un lavoro e io volessi seguirlo sarebbe fantastico, ma sarebbe costretto a chiedermi di  accettare I suoi obblighi familiari, e non sa se io sarei disposta a farlo. Mi ha detto che vorrebbe prendere sua nonna ad abitare con lui perché è da sola e lui le deve molto, e che quindi dovrebbe chiedermi di accettare certe condizioni che fanno parte del suo dovere di “capofamiglia”, visto che è il maggiore dei fratelli e l’unico senza un lavoro fisso o figli. Mi ha detto che è sicuro che io mi troverei bene, che mi conosce e sa che per me non è tanto importante il posto dove sono, che tutti mi amerebbero e che io amerei tutti.
Insomma, dopo I discorsi di ieri sera, con un Prof. chiacchierone come mai è stato prima d’ora, non avrei potuto essere più tranquilla e rilassata circa I sentimenti che ci legano. So che al prossimo comportamento che non capisco andrò di nuovo in crisi, ma pian piano sto imparando a conoscerlo e lui a conoscere me, e so che possiamo veramente costruire una relazione salda e duratura.
Di quante cose abbiamo parlato!
Conclusioni: Good Halloween leggermente in vantaggio su Bad Halloween…. Evvai!!

Saturday, October 29, 2011

Snickerdoodles

Torniamo in America ma con qualcosa di dolce…! Ho sentito questa parola, “Snickerdoodles”, nel TV Show che mi fa morir dal ridere e che guardiamo ogni volta che passiamo una serata qui da me, perch a casa sua va bene guardare I film, da me che non ho il televisore grande, ci dobbiamo accontantare dello schermo del computer e quindi un telefilm è perfetto.
Insomma, ho sentito Sheldon nominare questi biscotti e ho chiesto al mio Grunting Bear about it… E ti pareva che non veniva voglia!!! Mi ci è voluto un giorno e mezzo, dopo aver consultato il libro di Betty Crocker che mi ha mandato sua mamma, e glieli ho fatti trovare a colazione (dopo aver già fatto indigestione by myself…). Ha detto che erano perfetti!!

IMG_0567

Ingredienti per 4-5 dozzine:
1/2 cup burro ammorbidito
1/2 cup margarina
1 1/2 cup zucchero
2 uova
2 3/4 cup farina
1 tsp vanillina
2 tsp cremor tartaro e 1 tsp bicarbonato di sodio (sostituibili con 2 tsp di lievito)
1/4 tsp sale

60 g zucchero (ho dovuto aggiungerne, non mi è bastato per tutti I biscotti)
2 tsp cannella (ho dovuto aggiungerne, non mi è bastato per tutti I biscotti)

IMG_0563

Mischiate gli ingredienti secchi: farina, llievito, sale, zucchero.
Sbattete a crema burro e zucchero, aggiungete le uova una alla volta, aggiungete la vanillina, e infine il composto di ingredienti secchi.
A me è venuto un composto molto molto morbido, quindi ho lasciato in frigo, coperto, per un’oretta.
Ho scaldato il forno a 190°, ho preparato due teglie con carta forno, e ho mischiato lo zucchero e la cannella in un piatto.
Prendete il composto e fate delle palline, che passerete nel mix di zucchero e cannella, poi disponetele sulle teglie (distanti, si allargano). Potreste schiacciarle poco poco con un bicchiere ma non lo consiglio: ripeto, SI ALLARGANO! La mia prima teglia era un biscottone unico.
Cuocete 8-10 minuti, togliete dal forno non appena vedete I bordi dorarsi appena. Il centro DEVE essere morbido! Il bello di questi cookies è proprio che restano morbidi, anche dopo giorni, se conservati in un contenitore sigillato.
Sono ottimi, godeteveli!!! Uno tira l’altro… Fantastici per me, da sempre incapace di mangiare I nostri bisoctti di pastafrolla, se non pucciati nel latte/the/caffé. Questi sono divini e si sciolgono in bocca da soli!! Provare per credere!

IMG_0577

SNICKERDOODLES

Ingredients:
1 1/2 cups sugar
1/2  cup butter or margarine, softened
1/2 cup shortening
2 eggs
2 3/4 cups Gold Medal® all-purpose or unbleached flour
2 teaspoons cream of tartar and 1 teaspoon baking soda (or 2 tsp baking powder)
1/4 teaspoon salt
1/4 cup sugar
2 teaspoons ground cinnamon
Whisk together the flour, salt, and baking powder.
Beat the butter and sugar until smooth (about 2 to 3 minutes). Add the eggs, one at a time, beating well. Beat in the vanilla extract. Add the flour mixture and beat until you have a smooth dough. If the dough is soft, cover and refrigerate until firm (about one hour).
Preheat oven to 400 degrees F (190 degrees C) and place rack in the center of the oven. Line two baking sheets with parchment paper. 
Shape the dough into 1 inch (2.5 cm) round balls.
In a large shallow bowl mix together the sugar and cinnamon.
Roll the balls of dough in the cinnamon sugar and place on the prepared pan, spacing about 2 inches (5 cm) apart. Then, using the bottom of a glass, gently flatten each cookie to about 1/2 inch (1.5 cm) thick. I suggest not to flatten them because they’ll spread all over! Just leave them as balls and they’ll flatten by themselves.
Bake the cookies for about 8 - 10 minutes, or until they are light golden brown and firm around the edges. The centers of the cookies will still be a little soft. Remove from oven.
Can store in an airtight container, at room temperature, for about 10 - 14 days.
Makes about 4-5 dozen cookies.
 

Thursday, October 27, 2011

Thai Fried Hot Basil Leaves–Pad Kra Prao

IMG_0487
Ed ecco la seconda portata thailandese!
Questo è uno dei piatti preferiti del Professore, ma non ce l’hanno insegnato a scuola. Però, un po’ a memoria e un po’ grazie ad internet, sono riuscita a ricreare qualcosa di simile, o almeno buono. Io personalmente, che quando l’anno scorso eravamo in Thailandia divoravo tutto con gli occhi ma morivo ad ogni assaggio tanto era piccante, me lo sono goduto assai. Non so esattamente cosa sia successo alle mie papille, ma non solo adesso mi piace il piccante, ma ho pure guadagnato una buona resistenza.
Questo piatto è semplicissimo e super veloce; unica cosa di cui mi sono ricordata tardi, è che le verdure vanno tritate finissime assieme alla carne.
IMG_0504
Ingredienti:
100 g tritato di manzo/pollo/maiale
1 mazzetto (ca 1/2 cup) di “Hot Basil” (io basilico normale)
3 spicchi d’aglio tritati
4-5 peperoncini rossi tagliati a pezzetti
verdurine: io ho usato carote e broccoli, perché ricordavo il verde e l’arancione nel piatto
Condimento:
2-4 tsp di salsa di pesce
1 pizzico di zucchero
2-3 Tbsp di olio vegetale

2 uova
sticky rice

Mettete l’olio in un wok per farlo scaldare. Aggiungete l’aglio e I peperoncini e fate rosolare.
Aggiungete la carne, mischiate bene.
Aggiungete le verdure tritate (io affettate sottilissime le carote, e cimette piccole di broccolo).
IMG_0502
Mescolate per far cuocere il tutto. Alla fine, condite con la salsa di pesce e lo zucchero.
Aggiungete le foglie di basilico e mischiate bene, fatele appassire leggermente.
Servite con Sticky Rice e un uovo fritto.
IMG_0505
Ingredients:
100 g minced beef/chicken/pork
1 bunch (around 1/2 cup) of hot basil leaves (I used the italian one)
3 cloves roughly crushed garlic
4-5 crushed red chillies
Vegetables: I used carrots and  broccolo (also long beans and onions would be ok)
Seasoning:
2-4 tsp fish sauce
a pinch of sugar
2-3 tsp vegetable oil

Put the oil in a wok and place over medium heat until hot.
Ad the garlic and chillies and fry until pungent. Add the meat and mix well. Add the vegetables (they should be minced but I forgot so I used very finely sliced carrots and small broccoli tips).
Season to taste with fish sauce and sugar.
Add the hot basil leaves. Remove from heat and serve with Sticky Rice and a fried egg on the side.

Sunday, October 23, 2011

Biscuits

IMG_0547
In America I biscuits, che suonano come I nostri ‘biscotti’, sono invece dei mini panini di pasta tipo brisé, che si ricoprono col Sausage Gravy per un brunch domenicale. Però si possono anche spalmare con burro e marmellata, oppure, alla mia maniera, utilizzare per farne dei mini panini farciti con coppa e formaggio.
Insomma… secondo me, anche presentati a un buffet, pronti da farcire come si vuole, faranno un figurone e saranno una interessante  e gradita novità!
Questa volta non ero preparata per il gravy quindi abbiamo optato per la mia opzione innovativa… Direi che abbiamo apprezzato assai!
Ho preso la ricetta da qui.
Ingredienti:
325 g farina
2 1/2 tsp bicarbonato di sodio
1/2 tsp sale
14 g zucchero
113 g burro fatto a pezzettini piccoli
180 ml latte
1 uovo grande sbattuto
1 uovo sbattuto con 1 Tbsp latte

Pre-riscaldate il forno a 200° e ricoprite una placca con carta da forno.
Con la frusta, mischiate farina, sale, zucchero e bicarbonato. Aggiungete il burro a cubetti e “tagliatelo” con due coltelli, la punta delle dita o l’apposito attrezzo. Deve diventare un composto grumoso e sbricioloso. Aggiungete il latte con l’uovo e mischiate il giusto che vi serve per amalgamare il tutto. NON IMPASTARE TROPPO O NON VI VERRANNO!
Infarinate leggermente una superficie e impastare un poco, giusto quanto serve ad avere una palla di impasto liscia e modellabile.
Stendetela a uno spessore di 1.3 cm e tagliate I vostri biscuits con un tagliabiscotti infarinato (il diametro di un bicchiere è perfetto).
IMG_0542
Dopo aver sistemato I biscuits sulla teglia, spennellateli con l’uovo sbattuto nel latte, dopodiché cuoceteli per 10-15’, fino a doratura.
Sono fantastici imburrati e farciti con affettato e formaggio! La prossima volta farò anche il gravy, promesso!
IMG_0545
Ingredients
2 1/2 cups (325 grams) all-purpose flour
2 1/2 teaspoons baking powder
1/2 teaspoon kosher salt
1 tablespoon (14 grams) granulated white sugar (optional)
1/2 cup (113 grams) cold unsalted butter, cut into small pieces
3/4 cup (180 ml) milk
1 large egg, lightly beaten
Topping:
1 large egg, lightly beaten with 1 tablespoon milk
IMG_0548
Preheat oven to 400 degrees F (205 degrees C) and place rack in center of oven. Line a baking sheet with parchment paper.
In a large mixing bowl, sift or whisk together the flour, baking powder, salt and sugar. Cut the butter into the dry ingredients until the mixture resembles coarse crumbs (use pastry blender, two knives, or fingertips). Add the milk and slightly beaten egg and stir until just combined. (The texture should be sticky, moist and lumpy.)
Place mixture on a lightly floured surface. Knead the dough gently until it comes together and is a smooth dough.
Roll out dough to about a 1/2 inch (1.25 cm) thickness. Cut out biscuits with a lightly floured round cookie cutter. Place on prepared baking sheet and brush the tops with the beaten egg and milk mixture and bake for about 10 - 15 minutes or until the tops are golden brown and a toothpick inserted in the center of the biscuit comes out clean. Remove from oven and place on a wire rack. Serve warm with butter.
Makes about 10 - 2 1/2 inch (6 cm) biscuits.
IMG_0544












Wednesday, October 12, 2011

Thai Green Curry

DSC_0166

Ci è rimasta nel cuore… Coi suoi colori, I suoi sapori, I suoi profumi e I paesaggi magnifici, Thailand non può che lasciarti tanta voglia di tornarci.
La cucina Thai è basata su piatti semplici, veloci, leggeri e piccanti. Le stesse qualità che si potrebbero attribuire alla cucina mediterranea, ma sono sapori completamente diversi, nuovi, intriganti, fatti di spezie a noi sconosciute e misteriose.

DSC_0113

Qui sembra impossibile trovare un ristorante Thailandese decente, e visto che non possiamo permetterci una capatina a Shanghai solo per una cena come si deve, abbiamo deciso di dare una possibilità a un nuovo ristorante, che ha appena aperto. Non era male, ma era un misto di Thai e cinese, quindi non ci siamo tolti la voglia.
E così mi ci son messa, per far felici amico e compagno, una buona volta.
G. è rimasto talmente soddisfatto che ha lavato piatti e risistemato tutta la cucina dopo!
Il primo piatto è uno dei più conosciuti, e uno dei miei favoriti. Molto facile e veloce da fare, assolutamente da provare!
Di particolare vi serve la Fish Sauce, che è una delle cose più puzzolenti che esistano (ma viene usata in quasi tutti I piatti Thai e vi assicuro che la cucina tailandese è divina!), e la pasta per il curry verde, che io mi sono portata direttamente dalla Thailandia, ma che adesso vedo in tutti I supermercati. Se non la trovaste o voleste fare proprio tutto da voi ecco qui come procedere, secondo quanto imparato e sperimentato al corso di cucina Thai.

IMG_0483

Ingredienti per la pasta di Curry Verde:


Secchi:

1/2 –1 tsp semi di cumino
1 tsp semi di coriandolo
2-3 semi di cardamomo
1/4 tsp cannella
1/8 – 1/4 tsp noce moscata
1/8 – 1/4 tsp mace (che è quel cosino arancione nella foto dei semi… ancora non ho ben capito cosa sia, credo qualcosa tipo il rivestimento della noce moscata ??)
1 pezzo di anice stellato

DSC_0093-1

Con pestello, mortaio e olio di gomito, triturate il tutto.

Aggiungete poi gli ingredienti freschi:

2 radici di coriandolo a pezzetti
2-5 peperoncini verdi (big fresh chillies – non piccanti, servono a dare colore)
1/2 tsp buccia di Kaffire Lime grattugiata
1/2 tsp sale
1-3 Tbsp di scalogno tritato
7-10 spicchi d’aglio
2-10 peperoncini verdi piccanti
2 Tbsp lemongrass fresca tritata
2 Tbsp di Galangal a pezzetti
1 tsp di grani di pepe nero
1 tsp di pasta di gamberetti

DSC_0121

Rendete il tutto una crema liscia e densa. Questa pasta può essere conservata in frigorifero per un mese in un contenitore sigillato.
Se non avete tempo/voglia di prepararla da voi, potete provare a procurarvi le bustine già pronte, validissime, per ogni tipo di curry, qui.

Ingredienti per il Curry Verde:

1 cup crema di cocco
2-3 Tbsp di paste di Curry Verde (1 busta)
1-2 foglie di Kaffir Lime
400 g petto di pollo a pezzetti
3-4 cups latte di cocco
verdure (io: melanzana, zucca, patata dolce, broccolo, peperoni, tubero/radice bianca cinese (?) – in realtà ci andrebbero le baby eggplants e germogli di bambù)
2-3 tsp salsa di pesce
1-3 tsp zucchero di cocco
foglie di basilico dolce Thai
2-3 peperoncini rossi

Bollite la crema di cocco a fuoco medio finché una velatura oleosa appare in superficie.
Unite la pasta di curry e mischiate bene.
Aggiungete le foglie di lime. Unite la carne e le verdure a cottura lunga (patate dolci) e mischiate bene. Aggiungete il latte di cocco e portate a bollore. Aggiungete tutte le verdure restanti e lasciate cuocere, con coperchio, girando di tanto in tanto.
Quando sia carne che verdure son cotte, aggiungete la salsa di pesce e lo zucchero, sempre bollendo. Infine aggiungete il basilico Thai e I peperoncini e servite con dello Sticky Rice.

IMG_0497

How not to fall in love with it... Thailand cuisine, so simple, so easy, so fresh and so hot! During the Thai cooking lesson, we learned everything by touching, smelling, tasting... We let us go with the feeling and personal sensation, how easy it was to choose the right ingredients to put together! Cooking is a game... It can be fun, messy, sensual. Always enjoyable.
 
Ingredients for the Green Curry Paste (if you want to make it by yourselves):

Roasted dried herbs:

1/2-1 tsp of cumin seeds
1 tsp of coriander seeds
2-3 cardamom seeds
1/4 tsp of cinnamon
1/8-1/4 tsp of nutmeg
1/8-1/4 tsp of mace
1 piece of star anis

Fresh greens:

2-5 big fresh chillies (provide the green color to the curry – remove the seeds)
2-10 small fresh chillies (make the paste spicy)
1/2 tsp salt
1 Tbsp chopped galangal (ginger family, check it out)
2 Tbsp of sliced fresh lemon grass
2 chopped coriander roots
1/2 tsp of finely sliced Kaffir lime rind
2-3 Tbsp of chopped shallots
7-10 cloves of small garlic
1 tsp of peppercorns
1 tsp of shrimp paste

Put all the ingredients into a mortar, pound them to break into smaller pieces and finally grind them to a paste.
Green curry paste can be stored in a sealed container in the refrigerator 1 month.

Ingredients for Green Curry:

400 g sliced chicken/pork/shrimps
2-3 Tbsp green curry paste
1 cup coconut cream
3-4 cups coconut milk
vegetables: baby eggplants, bamboo shoots, broccoli (I used pumpkin, sweet potato, chinese radish, peppers, broccoli)
2 Kaffir lime leaves
1/2 cup sweet basil leaves (I used just 4-5 Italian basil leaves)
2-3 red spur chillies, sliced diagonally
1-3 tsp coconut sugar
2-3 tsp Fish sauce

IMG_0496

Boil the coconut cream over medium heat until it has an oily sheen.
Add the curry paste and stir well until it is mixed together.
Add the meat and the hardest veggies (sweet potato) and combine with the curry milk.
Add the coconut milk, bring it to boil, then add all the other vegetables cut in cubes.
When meat and vegetables are cooked and tender, add the fish sauce and the sugar. Before removing from heat add the basil leaves and the chillies.
Serve with Sticky Rice.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...