Thursday, June 28, 2012

Thai Baked Fish o… Quando l'uomo e' in cucina

Gli ho fatto un cazziatone. Ho dovuto dirgli qualcosa. Nella settimana dopo le Hawai'i in cui ero sola la casa era pulita, il frigo pieno di cose salutari, il lavandino in cucina sempre vuoto, il pavimento del bagno sempre asciutto. L'ho accolto felice, ma in fondo in fondo sapevo che avrei sentito la nostalgia della pulizia...
Dopo una settimana in cui arrivavo a casa da lavoro e palestra, stanca, sporca, sudata e puzzolente, e trovavo lui spaparanzato sul divano davanti al computer, in cucina una pila di piatti, il frigo mezzo vuoto; mi facevo la doccia sperando di trovarlo in cucina uscita dal bagno e invece lo trovavo nello stesso esatto punto di prima, senza l'apparente benché minima intenzione di iniziare a fare qualcosa, e scocciatissima mi dirigevo in cucina cercando di pensare a cosa cucinare, e lui dopo un po' veniva li e, da dietro, mi diceva "Cosa prepari?" con l'aria più innocente di questo mondo, non ce l'ho fatta più. L'ho fatto per il bene di coppia. E il suo, bene, perché in certi momenti ha rischiato la pelle. Insomma gli ho detto che l'indomani non avrei fatto niente. E che avremmo dovuto cominciare a fare i turni per la cena. Che così non andava bene. Che ero stanca di essere sempre incazzata ogni volta che mettevo piede in casa. Era un lunedì.
Il martedì sono arrivata a casa, e il divano era vuoto. "Oddio, è svenuto nella doccia scivolando sulla sua stessa acqua che lascia sul pavimento ogni volta che si lava!", ho pensato. Strani e sinistri rumori provenivano dalla cucina… Pian piano, mi son tolta le scarpe, preparandomi a ciò che mi aspettava. Cercavo di prepararmi al peggio -conoscendo il soggetto-, ma un odorino delizioso proveniva dalla cucina… mi sono avvicinata e, vederlo in cucina tutto preso con stagnola, teglie, coltelli e forno mi ha fatto quasi effetto. E sorridere. 
Tutta curiosa e sorridente mi sono messa a guardarlo e a fargli mille domande e complimenti per il profumino, ma lui tutto preso ad asciugare il piano della cucina manco mi ascoltava, e poi mi ha detto che, se potevo aspettare a farmi la doccia, la cena era pronta. Ammazza! Certo, certo… Ho risposto, quasi in soggezione. Cavoli, avevo sottovalutato il peso delle mie parole...
Cena a base di pesce. L'ha comprato, pulito, cucinato. Seguendo il mio esempio, ha fatto ricerche su internet per trovare una ricetta da sperimentare.
Risultato OTTIMO. Umore alle stelle. Amore e armonia in casa Bear. Gli ho assegnato ufficialmente la cena del martedi.
Ricetta presa su internet, trascritta da lui stesso (ero così fiero di finire nel blog, anche se lui non vi ha accesso!).

THAI BAKED FISH RECIPE

Thai Baked Fish 3

Ingredients for 2

1 white meat fish, cleaned -we used the asian sea bass- (1pesce a carne bianca, intero, pulito -con o senza testa- noi abbiamo usato la spigola cinese o un branzino)
4tbsp oyster sauce (4 cucchiai di salsa d'ostrica)
4tbsp soy sauce (4 cucchiai di salsa di soia)
1tbsp fish sauce (1 cucchiaio di salsa di pesce)
1tbsp lemon juice (1 cucchiaio di succo di limone)
1/4tbsp black pepper (¼ cucchiaio di pepe nero)
2tbsp brown sugar (2 cucchiai di zucchero di canna o brown sugar)
6-8 cloves minced garlic (6-8 spicchi d'aglio tritati fini)
3-6 minced chili peppers (3-6 peperoncini, tagliati fini fini)

Combine above ingredients into sauce.
Combinate tutti gli ingredienti in una salsina.

Place a piece of tinfoil on a baking sheet and grease tinfoil with olive oil.
Ungete d'olio un pezzo grande di alluminio, sistemato sulla placca da forno.

Thai Baked Fish 1

Make small cuts diagonally on both sides.
Fate dei tagli trasversali su entrambi i lati.

Place cleaned fish (whole) on tinfoil. Braise each side of fish with 2tbsp of sauce.
Adagiate il pesce sull'alluminio, e spennellatelo da ambo i lati con 2 cucchiai di salsina.

Cover in tinfoil leaving some air between the fish and tinfoil. Bake at 190C for 25-30 min.
Chiudete l'alluminio a caramella lasciando aria tra la carta e il pesce e cuocete a 190C per 25-30 minuti.

Open tinfoil. Add remaining sauce. Broil fish for 3-4 minutes on each side.
Aprite l'alluminio, controllate la cottura. Aggiungete la salsa rimanente e rimettete in forno, con la carta aperta, nella parte in alto per gratinarlo, 3-4 minuti per lato.

Add lemon wedges, basil and cherry tomatoes. Serve with white rice.
Servite decorando con fettine di limone, pomodorini ciliegia o datterini e basilico.

Thai Baked Fish 4

Da mangiare direttamente dal piatto di portata, anche con le bacchette, in stile orientale. Con riso bianco.

Thai Baked Fish 2

Monday, June 25, 2012

Muffin Mediterranei

Ok per questi ho ricevuto l'applauso. Dall'uomo, ovvio. Ma sono sicura che li avrebbero apprezzati anche tutti gli altri, se avessero avuto occasione di assaggiarli. Per quanto mi riguarda, li ho adorati e non mi capacito di come io possa essere tanto inetta coi muffin dolci quando poi mi escono questi che sono tanto buoni. E poi, e' una ricetta non copiata. MIA MIA. E non mi succede spesso che mi inventi qualcosa così. Quindi I'm very very happy. Il Professore li ha talmente apprezzati che mi ha chiesto di scrivere la ricetta e l'ha mandata subito a sua sorella da provare. Dice che hanno il sapore d'Italia… beh, da li vengo ;)!
Ottimi come fingerfood, come snack, brunch, su un buffet; da portare con se' per una gita al mare, da dare ai bambini, sono saporiti e hanno il classico sapore mediterraneo. Qui si trova una feta a cubetti sott'olio e pepe e altre erbe aromatiche che e' buonissima. io ho usato quella ma non ho idea di che cosa si possa trovare in giro in italia, io prima di venire in cina la feta non l'avevo mai provata ne' comprata… Ma credo che vada bene qualsiasi tipo, saranno decisamente saporiti. Garantisce Gaijina!
Mediterranean Muffins 2
Ingredienti per 8 muffin (di cui l'ottavo piccolino…)
180g farina
8 g lievito
1.2 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di origano
115 g tra pomodorini, olive nere e feta
100 ml olio di semi
120 ml latte
3 uova

Sbattete leggermente uova, latte e olio.
A parte mescolate la farina col lievito, aggiungete il sale e l'origano, mescolate bene. Unite i liquidi al composto di farina, amalgamate appena, giusto quanto basta per far scomparire quasi tutta la farina, unite le olive, la feta e i pomodorini, date una girata e riempite gli stampini per ⅔.
Infornate a 180 C per 20-25 minuti. Teneteli d'occhio!


MEDITERRANEAN MUFFINS
Another salted muffins recipe… i can't understand why i suck at sweet muffin but I can make quite good salted muffins. What do I do wrong?
These were so appreciated! My man even asked me to write down the recipe to send his sister! he said they taste like Italy… Well, I would say it makes sense :)!
Great finger food for a snack, brunch, picnic, for a buffet, for a day at the beach or wherever you are! A bite of Italy… :)
Mediterranean Muffins 1
Ingredients for 8 muffins (the last one a tiny one!)
180 g unbleached flour
8 g baking powder
1.2 tsp salt
2 tsp oregano
115 g of black olives, feta cheese and cherry tomatoes (about 33-40 g of each)
100 ml corn oil
120 ml milk
3 eggs

Beat the eggs with oil and milk.
In another bowl, mix the flour with the baking powder and the oregano, add the salt. Pour the liquid ingredients into the flour mix, stir just enough for the flour to almost disappear completely, then add the olives, the feta and the cherry all cut into little pieces. One last stir and inside the muffin mold you go!
180 C degrees, for 20-25 minutes.

Friday, June 22, 2012

Muffin al formaggio

Qui sembra impossibile prevedere il tempo e fare programmi per il weekend. E' frustrante!! Ogni sabato ci svegliamo e la giornata non promette niente di buono nemmeno per la domenica, quindi facciamo altro, poi la domenica si apre il cielo e si può andare in spiaggia, ma non abbiamo preparato niente il giorno prima, quindi ci dobbiamo ridurre a mangiare un barbecue cinese di origini dubbie e dall'aspetto poco sano, per scoprire che all'interno non e' manco cotto. Insomma, sarebbe bello una volta avere la possibilità di organizzare un bel picnic, con ceste e borse frigo, arrivare in spiaggia e tirare fuori cosucce preparate da noi. Insalata russa, insalata di patate danese, sandwiches, e piccole sfiziosità. Questo weekend in Cina si festeggia la festa delle barche drago, quindi ieri, venerdì, eravamo a casa. Ci siamo organizzati dato che si prevedevano finalmente due belle giornate per il weekend, e stamattina mi sono alzata presto, nonostante il tempo fosse molto nuvoloso, per preparare qualcosa da portare in caso si decidesse a far bello. Sono pure uscita alla cinese (ovvero in camicia da notte) per andare a prendere le uova!
Finito di preparare, soddisfattissima e molto orgogliosa del risultato, do una manata sulle mani all'uomo che cercava di fregare un muffin urlandogli che erano da portar via, e lui mi guarda, quasi offeso, dicendo che non si sarebbe andati in spiaggia, che si prevedeva pioggia per tutto il weekend. ……………………… MA CHE PALLE!!!! Va beh, ho pensato, almeno posso assaggiare subito questi cosini e verificare se sono davvero buoni quanto il profumino che emanano…..
Cheese Muffins 2
Ingredienti per 6 muffins
125 g farina
8 g lievito istantaneo per torte salate
1 cucchiaino di sale (io me lo sono dimenticato! :-/)
40 g parmigiano grattugiato
1 uovo
30 g burro fuso
100 ml latte
90 g scamorza

Sbattete l'uovo col latte e il burro in una ciotola, in un'altra mischiate la farina col lievito, il sale e il parmigiano. Unite la scamorza tagliata a cubetti, poi unite gli ingredienti liquidi. Date una veloce mescolata, non appena non si vedono più "zone farinose", riempite i pirottini o gli stampini per ⅔. Infornate a 180C per 20 minuti circa (vale prova stuzzicadenti).
Lasciate raffreddare prima di sformare.
Cheese Muffins 1
Oh, sarò una schiappa coi muffins dolci, ma con quelli salati me la cavo molto meglio! Questi sono delicati ma gustosissimi, mangiati caldi poi sono una nuvola, altrimenti potete lasciarli giusto pochi secondi nel microonde e saranno di nuovo come appena fatti. perfetti come snack, come fingerfood, o da accompagnare a un'insalata o un secondo, per un picnic o una gita, o in un buffet, si faranno adorare da tutti, garantito!
(Giusto per la cronaca, ora che i muffins son spariti e io ne ho mangiata più della metà in tempo zero da rendere impossibile e altamente sconsigliabile mettersi in costume davanti a chicchessia per almeno qualche ora, e' uscita una giornata splendida…. Te pareva)

CHEESE MUFFINS
I baked these muffins for a beach day, but we ended up not to go because it was too cloudy. so WE ATE THEM ALL…. it was impossible to stop! They are so flavorful but delicate at the same time! Perfect still warm, otherwise you can just warm them up in the microwave for few seconds and they'll be as just out of the oven.
Great for a snack, as finger food, to be brought to a party, in a buffet, for kids, for a picnic or a day at the beach. Everybody will just love them!
Cheese Muffins 3
Ingredients for 6 muffins
125 g unbleached flour
8 g baking powder
1 tsp salt
40 g grated Parmesan cheese
90 g scamorza cheese
1 egg
30 g melted butter
100 ml milk

Beat the egg with milk and butter. In another bowl mix the flour with the baking powder, the salt and the Parmesan cheese. Add the Scamorza cheese cut in little pieces. Add the liquid ingredients to the flour mix, stir just enough for the "flour zones" to disappear, then fill ⅔ of the muffin molds.
Bake at 180C for about 20 minutes.

Monday, June 18, 2012

Pizza Morbida

L'uomo mi ha chiesto la pizza domenica scorsa, e pizza e' stata. Stavolta, però, non volevo farne molta, e ho voluto provare un impasto diverso. Ho usato la ricetta di GG.  
Grazie GG, la tua pizza e' venuta veramente fantastica! Forse e' stata la pizza migliore che ho fatto. Molto semplice, con queste dosi ho fatto solo una teglia rettangolare da 23x33cm, quindi mi è venuta più alta e morbida del solito. Perfetta per una merenda di adulti o bambini, per un pic hic o un pranzo al sacco, da portare a scuola, per una gita, per una festa di compleanno. Sia io che il professore abbiamo apprezzato moltissimo.
Pizza Spessa 4
Ingredienti:
250 g farina (io ho usato metà farina per pane e metà All Purpose)
½ bustina di lievito secco (3.5 g)
½ cucchiaino di sale fino (la prossima volta ne aggiungerò un briciolino)
1 cucchiaino di zucchero
125 ml di acqua tiepida/calda
½ cucchiaio olio di oliva

Setacciate la farina e mischiatela col sale, fate un buco al centro e mettetevi il lievito e lo zucchero, l'acqua e l'olio evo. Con una forchetta iniziziate a mescolare partendo dal centro e prendendo man mano la farina dai bordi finche' dovrete passare alla mani. Impastate a lungo su un piano, lavorando con energia fino ad ottenere una pasta elastica (prendendo due capi e scuotendoli delicatamente in su e in giù l'impasto dovrebbe allungarsi facilmente). Formate una palla, mettetela in una ciotola grande unta d'olio, ricoprite con pellicola e uno strofinaccio da cucina e lasciatela lievitare nel forno intiepidito e spento, chiuso, per un'ora e mezza.
Pizza Spessa 1
Dopodiché rilavorate la pasta e trasferitela sulla teglia coperta da carta forno, ricopritela con la pellicola e il canovaccio senza schiacchiarla e lasciatela lievitare per altri 60 minuti.
Passato il tempo necessario, stendete la pasta nella teglia senza allungarla troppo, poi lasciatela riposare mentre preparate i condimenti. Dopo vi sarà facilissimo stenderla a dovere, senza alcuno sforzo.
Conditela con la passata di pomodoro, salatela se necessario, mettete origano, basilico, pomodorini pachino a fettine, provola o mozzarella, quel che volete e terminate con un filo d'olio. Infornate a forno caldo a 250 gradi per 20-25 minuti o finché il fondo sarà dorato e il bordo comincerà a colorirsi.
Una vera bontà!
Pizza Spessa 3

SOFT PIZZA
This kind of pizza is softer and taller than the other ones, it's perfect for a lunch outside or a 4pm snack, for kids and adults, for a daily school trip or a picnic. Or a birthday party! Everybody will love it.
Ingredients (for 1 pizza oven baking sheet size)
250 g flour (I used half Better for Bread and half AP)
½ bag package dry yeast (3.5 g)
½ tsp salt (next time a little more)
1tsp sugar
125 ml warm water
½ Tbsp oil

MIx the flour and the salt, make a hole in the middle and add the yeast, the sugar, then the water and the oil. With a fork, start mixing from the centre to the side, taking in the flour from the sides. When it's impossible to use the fork, use your hands and work the dough until it's elastic (if you take the two edges and shake them slightly, the dough should stretch easily).
Make a ball and put it in a bowl greased with oil, cover with cling film and a kitchen towel and put it in a warm place to rise for 1 hour and a half (you can heat up the oven until it's warm and then switch it off and let the dough rise in there -that's what I do).
After that the dough should be double size. Work again the dough then put it on a pan covered with parchment paper and cover it again with cling film and the towel. Let it there for another hour.
You are now ready to make pizza! Stretch the dough in the pan without forcing it (I used the oven baking sheet), then let it rest while you prepare the other ingredients. If you let it rest, it will be super easy to stretch it perfectly.
top your pizza with tomato sauce, salt, oregano, basil, slices of cherry tomatoes, mozzarella or provoke cheese and a little oil. Cook in the oven at 250 Celsius degrees for about 25 minutes, until the bottom is golden brown and the edges are starting to golden too. Don't overcook the top otherwise it will be dry.
Just enjoy!

Pizza Spessa 2

Wednesday, June 13, 2012

Cake Limone e Panna

Questa e' in assoluto una delle cose migliori che ho prodotto. Sono tornata dalle Hawai'i ormai 3 settimane fa, mentre il Professore e' tornato una settimana dopo. Niente da dire, viaggio fantastico. Suo fratello e' stato un ospite meraviglioso. Bello come il sole, simpatico, easy-going, lay-back, divertente, gentile, disponibile, attivo, interessante. Insomma mi e' piaciuto molto. Forse anche troppo. Ma e' stata come una ventata d'aria fresca perché' ci ha portati a fare cose che non avremmo mai fatto se fossimo stati da soli, e da quando siam tornati stiamo continuando ad essere attivi, e questo e' davvero salutare e ci fa sentire vivi e ggggiovani!
Tornando alla ricetta, all'arrivo il Professore non faceva che parlare del Lemon Pound Cake che aveva mangiato da Starbucks, così ho fatto qualche ricetta e ne ho trovate tantissime, ma non avevo gli ingredienti per nessuna, per di più la quantità' di burro che richiedevano mi spaventava. Tra il mio archivio ho trovato alcune soluzioni molto simili e tra queste ho scelto quella di Sara (a proposito, avete sue notizie? Il blog e' inaccessibile ai non invitati e non ho modo di contattarla…), riadattandola in base a quel che avevo e aggiungendo pero' una glassa al limone. Direi che sono rimasta molto più che soddisfatta… questo plumcake is AWESOME! 
Facilissimo e veloce da fare, lascia un profumo di limone che e' un meraviglia! L'ho assaggiato ancora tiepido e ho chiuso gli occhi per un attimo… si scioglieva in bocca. Assolutamente divino. Si mantiene per qualche giorno senza problemi. Il Professore l'ha voluto mettere in frigo ma e' stato un errore perché e' diventato duro come mattone, tutta disperata ero convinta che fosse rovinato invece appena e' tornato a temperatura ambiente e' tornato morbido come prima! Meno male!
Passando alla ricetta...
Cake Limone e Panna 3
Ingredienti:
180 g farina
2 uova
120 g burro
180 g zucchero
180 ml panna
½ bustina di lievito
la buccia di un limone

per la glassa:
1 cup zucchero al velo
il succo del limone

Lavorate burro e zucchero con un cucchiaio fino a ottenere una crema, poi finite con le fruste (questo per chi, come me, non avesse un Kitchen Aid che possa lavorare burro e zucchero decentemente da subito). Aggiungete uova e panna liquida, mescolate, aggiungete la buccia (e succo) del limone.
Aggiungete infine farina e lievito.
Infornate a 180 gradi per quasi 45 minuti (almeno, nel mio forno tanto c'e' voluto), ma controllate spesso,  passati i 25.
Fate prova stecchino.
Mentre il cake si raffredda preparate la glassa aggiungendo il succo del limone allo zucchero poco per volta, mescolando, fino ad avere una consistenza densa che poi verserete sul cake con un cucchiaio. La glassa si addensa raffreddandosi.
NOTA: A dire la verita' la ricetta originale prevedeva il succo e la buccia di 1 limone nella torta e niente glassa. Io avevo solo un limone quindi nella torta ho usato solo la buccia, tenendo il succo per la glassa.  Ma adesso mi vengono i dubbi… Avro' messo un po' di succo nella torta o no? Credo di aver aspettato troppo a postare questa ricetta…
Cake Limone e Panna 1

LEMON AND CREAM POUND CAKE
This is one of the best things i made. After coming back from Hawai'i my man wouldn't stop talking about the Starbucks' Lemon Pound Cake, so I start researching for a recipe. But I didn't have the ingredients that I needed, and the butter quantity was just HUGE! So I went for another solution, found in my documents. I gotta say it was just amazing. Tasted when still warm it just melted in my mouth and I had to close my eyes for a second. Pure goodness. 
Ingredients:
180 g flour
2 eggs
120 g butter
180 g sugar
120 ml cream
½ bag of baking powder (should be 8 grams)
zest of 1 lemon

for the glaze:
1 cup powdered sugar
lemon juice

Beat together butter and sugar until creamy, then add the cream and the eggs, always mixing, then add the lemon zest.
In the end add the baking powder and the flour.
Pour in a pound cake pan e into the oven at 180 Celsius degrees for ½ hour. Check it often after that, because it might take more or less according to the oven. it took me around 45 minutes. Insert a toothpick in the centre of the cake and if it comes out clean the cake is ready.
While cooling, make the glaze, stirring the lemon juice into the sugar until you get a nicely thick glaze, that you'll pour onto the cake with a spoon. The glaze thickens as it cools. 
Cake Limone e Panna 2
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...