Sunday, June 15, 2008

Crostata pesche, amaretti e cioccolato



La mia voglia di cioccolata è giustificata dal freddo che fa qui, e dal fatto che l'estate benedetta non sia ancora arrivata. Ho deciso che il motivo è questo, se no non mi do pace. E quindi ieri sera (che non sono uscita, non volendo fare tardi per studiare stamattina... e invece guarda dove sono, a postare, va beh!) davanti all'ennesima Mrs Doubtfire, ho fatto questa torta. Volevo usare le pesche noci e il cioccolato, e mi sono ricordata delle pesche ripiene di amaretti e cacao che ho mangiato da qualche parte... Ma le pesche che avevo in casa non si prestavano a essere divise a metà, quindi dapprima ho pensato a una specie di dolce da frigo a strati, poi mia mamma era già partita per chiedere in prestito il burro alla vicina, mi ha guardata con occhi supplicanti, e mi ha detto: "Ma non è meglio avere qualcosa da mangiare a colazione...? Mi fai una torta???". E torta sia.



Ingredienti:
320 g farina 00
1 bustina vanillina
1 pizzico di sale
180 g burro
120 g zucchero
3 tuorli

4 pesche noci
1 cucchiaino di burro
2 cucchiai di zucchero
90 g Floriovo
20 g cioccolato fondente tritato finissimo
30 g latte
100 g amaretti secchi



Fate una pasta frolla mettendo farina, vanillina, sale e burro morbido a pezzetti, cominciando a lavoricchiare fino a ottenere delle grosse briciole; poi aggiungete lo zucchero e i tuorli, e lavorate velocemente; fate un panetto, mettete in frigo una mezz'ora avvolto in pellicola.

Nel frattempo mettete il burro in una padella larga antiaderente, e mettetevi le pesche lavate, sbucciate e tagliate a spicchi. Mescolate bene, aggiungete lo zucchero e sfumate col Floriovo. Cuocete per 3 minuti. Togliete le pesche con un ramaiolo e tenetele da parte. Nel sughetto rimasto sciogliete il cioccolato (avrebbe dovuto essere cacao amaro, ma la mamma ha preso per sbaglio quello dolce...), diluite col latte, e aggiungete gli amaretti tritati grossolanamente. Cuocete fino a che acquisterà la consistenza di una crema spalmabile.

Prendete il panetto dal frigo, stendete 3/4 di pasta e foderate una tortiera da 24 cm ricoperta di carta forno, bucherellate il fondo con una forchetta, poi rovesciateci la crema cioccolatosa (meglio farla raffreddare un po'), e sopra disponeteci gli spicchi di pesca.
Stendete la pasta rimasta e ricoprite la torta, richiudendo i bordi. Se vi avanza della pasta, oltre che a dirmi come diavolo avete fatto, create delle decorazioni.
Infine cuocete in forno pre-riscaldato a 180° per 45 minuti.
Se dopo i primi venti vedete la pasta sopra scurirsi troppo, ricoprite con un foglio di alluminio.



Fate raffreddare completamente prima di assaggiare, che si deve compattare bene. Ce l'ho fatta pure io (per quello l'ho fatta di sera ;P)!



Note: le dosi sono per una tortiera da 24, a mio parere una più grande non va assolutamente bene perché io ho fatto fatica a farmi bastare la pasta di copertura, e non ho potuto manco fare le decorazioni! Se potete scegliere, usare una tortiera apposta per crostate; io di quel tipo ne trovo solo da 26 cm in su, quindi ho dovuto usare una teglia a cerniera, e come vedete l'aspetto non è dei migliori. Per fortuna lo zucchero a velo copre tutto... Anche l'occhio vuole la sua parte! Oppure aumentate un po' le dosi...
In ogni caso, la torta merita! E' bella bagnata, gustosa, si adatta per essere mangiata a colazione ma anche dopo un pasto perché non è particolarmente pesante. Peccato che sia piccola... acc!! alle teglie da 24!!!!


No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...