Monday, April 11, 2011

Quando a Shanghai parlarono di un viaggio in Italia……….

Il weekend è stato fantastico e Shanghai è sempre meravigliosa. Ha un fascino ineguagliabile tutto particolare. Ogni volta che ci andiamo ci chiediamo se vorremmo vivere lì, avessimo la possibilità.
Siamo stati fortunati: il tempo è stato clemente, niente pioggia e temperature quasi estive. Viaggio ok, io ero sotto antibiotico + Actigrip ed ero tutta rincoglionita, mi sono addormentata ancora prima di decollare e risvegliata una volta a terra. Lui mi ha detto che abbiamo avuto tre brutte perturbazioni ma io manco mi sono mossa.
Abbiamo camminato tutti e tre I giorni dal mattino alla sera, tanto non ti stuferesti mai. Shanghai è troppo bella anche solo da guardare, annusare, scoprire. Il cibo fantastico, l’ultimo pranzo è stato ufficialmente approvato da un americano vero come degno d’America.
DSC03754
DSC03755

Il concerto… AWESOME!!! Bob ha 70 anni, è stato mitico a farcela. Ci ha messo un bel po’ a scaldarsi, all’inizio la voce gracchiava un pochetto ma lui era troppo un figo, coi suoi stivali da cowboy, la camicia brillante e pantaloni e giacca con la riga blu sui lati… E il cappello bianco!!! Eravamo lontani, ma lui era distinguibilissimo. Momento best, quando ha suonato l’armonica, e quando ha fatto gli ultimi tre pezzi, finendo con Like a Rolling Stone e Forever Young.
DSC03718
La sera siamo usciti con un altro amico che era venuto al concerto e una coppia australiana, il sabato l’abbiamo passato di nuovo a girare, girare, girare… E la sera siamo usciti di nuovo. Combinazione, abbiamo trovato due tipi di Qingdao, anche loro a Shanghai per il weekend. Siamo andati in un bel posto, a tre piani, col biliardo, calcio balilla, altri giochi, che autoproduceva la birra. A me la birra non piace ma devo ammettere che si sentiva la differenza. Ma non era certo la birra che attirava me… Era il menù!! Già parlava da sè, ma dopo aver sentito le recensioni degli altri, DOVEVO prendere qualcosa! Soprattutto perché avevamo fatto cena piuttosto presto, quindi avevo ancora un posticino… E avevo già adocchiato cosa la mia pancina voleva…. Una torta che solo dal nome ti faceva sapere per certo che doveva essere la fine del mondo. Ci ho pensato per tre ore poi alla fine mi sono decisa: machissene, sono in vacanza! E l’ho presa.
Non l’ho manco fotografata, anche se era bellissima. Avevo troppa foga di provarla e una volta assaggiata non ho più potuto manco pensare di fare foto… urgeva mangiarla, mangiarla subito!!! Soprattutto quando gli altri che ho invitato ad assaggiarla ci hanno preso un po’ troppo gusto…
Una base di cioccolato, leggera, bagnata, fresca… intervallata da una mousse al cioccolato spessa ma scioglievolissima, con all’interno dei fiocchi di riso soffiato al cioccolato. E poi, the heaven. Una mousse alta quasi 10 cm al burro d’arachidi. E sopra, colata di cioccolato. Indescrivibile. Soprattutto se pensate che la torta è stata servita in porzioni americane, e che sembrava sarebbe stata una batosta dopo il primo boccone. E invece…! Il tutto insieme, se riuscivi a farlo stare sul cucchiaio, era la perfezione del gusto, del sapore, della consistenza, era l'Armonia dei sensi e del palato. Non esagero. E la torta non era pesante!!! Dopo averla finita avevo già adocchiato un’altra metà che qualcuno aveva abbandonato sul bancone per andare al bagno. Faccio schifo, lo so. Ma è stata la scoperta dell’ottava meraviglia del mondo.
La voglio assolutamente ricreare.
L’unico momento NO della serata e di tutto il weekend è stato quando il nostro amico ci ha detto che il prossimo step sarebbe stato salutare delle Danesi in visita… Danesi che conoscono il Professor Bear e che erano a Qd lo scorso weekend. Io so perché sono stata informata da amici che LEI, la danese che odio come la peste, quella di Halloween, quella che vedevo dappertutto in Thailandia, quella che ancora adesso, ogni tanto, mi manda gli incubi la notte. Lo scorso weekend non so come ce la siamo scampata. Poi non so se lui l’abbia vista per conto suo, ma non mi interessa perché che mi darebbe solo fastidio. Questo weekend saremmo stati a Shanghai, ‘se ho culo stavolta la scampo!’, ho pensato! E per un po’ se ne starà fuori Cina di nuovo. E mò me la trovo lì??? Non ci ho potuto fare niente, appena sono state nominate le danesi, e detto che avevano chiesto del mio Prof. il weekend precedente, e senza sapere I nomi, io mi sono chiusa. Cercavo di parlare e far come se niente fosse ma non mi veniva nulla da dire. Lui invece ha reagito in modo opposto, ridendo troppo per il suo stile e facendo battute ogni frase che diceva. Alla fine, il nostro amico se ne stava andando, e il Prof. mi ha detto che gli avrebbe detto due parole. So che gli ha chiesto se tra le danesi c’era LEI, e lui ha detto di no. Da lì, tutta la serata è andata liscissima. Io sono rinata, lui pure e la torta ha fatto il resto.
Quella sera più tardi abbiamo raggiunto il nostro amico ad un party in un locale sulla riva del fiume, in alto in alto. La vista era ineguagliabile ma il locale completamente inappropriato a noi, stracaro, strapieno di ragazze completamente andate e mezze nude. E così, ce ne siamo stati io e lui, a parlare fitto fitto fino a quando abbiamo tolto le tende e ce ne siamo tornati in hotel.
E finalmente arriva domenica, che è il giorno cruciale per questo post. Eravamo da Mister Donut a fare colazione, e lui mi dice che gli è arrivato un invito per il matrimonio a fine agosto di una coppia di amici danesi che anni fa vivevano qui e poi sono tornati in Danimarca per la nascita dei figli.
Dovete sapere che io, per il suo compleanno, stavo cercando di pianificare un regalo per lui… Non ero ancora sicura di poterlo affrontare, dipendeva molto da certi accordi che ho sul lavoro, ma, nel migliore dei casi, avrei voluto pagargli metà del viaggio, e portarlo con me in Italia. A Torino, e poi magari a fare un giro da qualche altra parte. Ho pensato alla Costiera Amalfitana, perché non ci è mai stato, alla Costa Azzurra, alla Sardegna. Ma tutto è proibitivo, così avevo deciso di iniziare a pensare al viaggio.
Già il venerdì però, mi aveva informata della sua necessità di andare a casa sua, presto. O cacchio, mi son detta… E lo sapevo io che mi rovinava I piani!! E poi ho pensato freneticamente e ho pensato che magari avrebe potuto venire con me una settimana, e poi volare da Milano a casa sua, mentre io dedicavo gli ultimi giorni a farmi le mie cose, parrucchiera, estetista, ginecologa, etc. E invece mi dice che vuole andare a casa a maggio. Acc!!!
Comunque, domenica parlava del matrimonio e gli ho chiesto se pensava di andarci. E lui mi ha detto che ero invitata anch’io. Io ho subito detto che sarei andata a casa a fine luglio, che quindi non avrei potuto. E che, se non ci fosse andato lui, mica ci potevo andare da sola, sono amici suoi che hanno conosciuto me di conseguenza, quindi… E lui mi dice che se io fossi andata, lui avrebbe preso in considerazione la possibilità. Mmmmmhhhh.
Un matrimonio tradizionale danese, in grande stile, in un castello che si dice sia infestato da tre fantasmi, con la possibilità di alloggiare presso una delle residenze estive dei nostri amici, in una Danimarca verde d’estate… Allettante. Tutti i miei piani di nuovo a farsi benedire! Abbiam lasciato cascare il discorso, fino al pomeriggio, mentre camminavamo presso un laghetto aspettando l’ora di pranzo. Quando lui se ne esce con: “You know, I was thinking… I think you really should go to the wedding. It would be cool. I could go to Italy with you, if it would be ok for you, we can see your family, you can show me your city, and then fly together to Denmark for the wedding, and then come back to China”. Devo aver fatto una faccia da baccalà estrema perché si è subito affrettato ad aggiungere “You don’t have to be stressed out about this, it was just an idea”. E così ho svuotato il sacco, gli ho parlato del mio piano precedente, e che volevo portarlo in Italia a luglio perchè, dovendo scegliere, è sicuramente migliore che agosto, in cui la città è assolutamente vuota, locali e ristoranti chiusi, afosa da star male e noiosa al suicidio. Ma lui mi ha detto che la cosa non gli suonava affatto male, dopo mesi di Cina, e che comunque si andava per stare con la mia famiglia, e che se volevo saremmo potuti andare al mare, con loro magari, insomma…
Accidenti!! Ma avete capito??? Alla fine, è stato lui a propormi di venire in Italia con me!! E io che pensavo che tutte le allusioni  “Andiamo in Sardegna!”, “It would be nice to go to Italy” fossero soltanto pour parler. Beh, lo penso anche adesso, a dir la verità. Costa troppo il tutto. E se lui deve davvero andare a casa a maggio, come può poi permettersi un altro viaggio intercontinentale? E solo adesso mi viene in mente che ci sarebbe pure il regalo da fare…
Ma quanto vorrei portarmelo in Italia!!! Andrei in giro fiera come un pavone, e l’idea che lui voglia conoscere la mia famiglia mi fa girare la testa!!! So che I miei sarebbero assolutamente pazzi di lui. Mi spiacerebbe solo se la città fosse veramente morta, e non potessi portarlo dove vorrei etc.
Insomma, questa la grande novità. Probabilmente resteranno solo parole, e non lo dico per pessimismo, ma per cercare di stare coi piedi per terra. Ho visto I prezzi, conosco la nostra situazione finanziaria, e la cosa non è semplice da fare. Senza contare altre beghe minori come scadenza del contratto della casa che prevede che io stia qui esattamente nel periodo in cui dovrei essere via per far vedere l’appartamento ad altri possibili acquirenti. E se non ci sono vuol dire che devo rinnovare il contratto, il che vuol dire niente progetti di casa insieme.
Però l’idea che lui l’abbia proposto mi rende felice a due metri da terra! Ho anche pensato che LEI è sicuramente stata invitata. O magari no, ma mi sembrerebbe troppo strano… Hanno invitato tutta la Danimarca! Non sarebbe un bel po’ awkward? Anzi… sarebbe terribile. Ma adesso direi che è l’ultimo dei problemi. E poi lui è così dolce e fantastico con me, non ci sono parole, non avrei mai sperato di vivere una cosa così.
Oggi è arrivato qui il Capo delle Risorse Umane della mia azienda e mi ha già detto che vuole parlarmi. Tutto credo verrà deciso in questa settimana. Il mio posto, le condizioni, tutto.
Non posso che chiedervi gentilmente di sperare per me.
Nel frattempo un abbraccio di gratitudine e di complimenti se siete arrivate fino a qui!! La logorrìa è un male che non sono ancora riuscita a curare.
E vi lascio un Donut! Consiglio quelli più scuri, sono una favola paradisiaca anche il giorno dopo.
DSC03758

8 comments:

  1. wow quante belle cosine.... un uomo che ti propone lui di conoscere i tuoi mica male...
    incorcio tutto per il lavoro..
    ciaooooo

    ReplyDelete
  2. Ma quindi mi par di capire che potrebbe essere prossimo anche il viaggio negli States =)
    Ah mon dieu, sappi se che mai dovessi trasferirti lì esigo un divano per me :D

    ReplyDelete
  3. Wowwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwww!!!!!!
    Mamma mia qui si stanno facendo passi da gigante!!!
    Se te lo porti a Torino fai un fischio che vengo a vedere! ahahahaha tranquilla, mi nascondo dietro ad una pianta.... non mi vedrà... ahahah soarei così curiosaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!


    Grazie x il donut, ne vado matta!!
    Ah, e se riprodurrai quella favola di torta di cui parlavi.... mi raccomando la ricetta!!!! ^_^
    Baci!!

    ReplyDelete
  4. PASTICCIONA: già... si rivela sempre più perfetto!!! dove sarà il trucco??? grazie mille e ti terrò informata!

    GATSBY: eeehhhhh quello, lo vedo mooolto mooolto lontano! a lui non piace volare, è carissimo e, se ci va adesso, non ci tornerà più per anni. magari ti procuro un dondolo alle hawaii? andrebbe bene lo stesso? aaahhhhh sarebbe fantastico! basta gaijina, torna coi piedi a terra!

    YAYA: guarda ti assicuro che sarei capace di chiamare tutti per farvelo vedere! dopo averne parlato così a lungo, mi sembra quasi ne abbiate il diritto! o almneo, io morirei di curiosità!
    ovvio che la proporrei, la ricetta... appena ho tempo mi ci metto! anche se qui non sono attrezzata col cerchio metallico che mi servirebbe...

    ReplyDelete
  5. Se davvero decideste di fare un saltino a torino... ricordati di me!! sarei così curiosa di vedervi insieme....!!!! ;)

    ReplyDelete
  6. Ciao, contenta che tutto vada bene. Potrei venire anch'io a To e nascondermi dietro ad un albero ma forse si fa prima se metti una foto anche piccola.. incrocio x il tuo lavoro, tienici informate. In c..o/alla balena/in bocca al lupo. Gis

    ReplyDelete
  7. accidenti quanto mi ci vorra per riaggiornarmi sulla tua vita?dedichero una nottata intera al tuo blog credo..un abbraccio e prego per te:)

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...