Saturday, January 11, 2014

Confettura di mele e caffè

Ero ancora in Italia quando Mari, la mia amica che si diletta a cucinare, mi ha parlato di una marmellata mele e caffé che voleva provare. Bleah!!! La mia reazione è stata abbastanza di repulsione, anche se adesso non capisco il perché. Ma lei mi disse che la mamma del suo ragazzo l'aveva già fatta e che lui ne andava pazzo, e quindi che era curiosa e me l'avrebbe fatta assaggiare.
Lei l'ha fatta col Bimby, seguendo una ricetta -l'unica, allora- trovata su internet (credo Cookaround). Me l'ha portata in un barattolino mignon a una cena tra amici, e io non ho resistito alla curiosità, l'ho aperto e ci ho ficcato il mignolo dentro. Oh, sta roba. È una delle marmellate più buone che abbia mai assaggiato. Chi l'avrebbe detto! Non solo ho finito il mio mini barattolo in 2 secondi, ma ho anche 'rubato' quello che lei mi aveva chiesto di portare a un'altra amica, assente. Poi son dovuta stoppare per lasciarne un pochino a mia mamma perché volevo vedere se le sarebbe piaciuta.
Le è piaciuta. Talmente tanto che, nonostante fosse ancora ottobre, aveva già pensato di regalarla per natale insieme a questi biscotti. Alla fine io sono partita e non l'ha più fatto, perché dice che io la stimolo a fare cose, e senza di me le passa la voglia. Tenera :)
Io invece mi sono messa all'opera perché dopo il tempo piacevolissimo trascorso insieme alla famiglia del Prof a Minneapolis, volevo proprio mandare qualcosa di fatto a mano alle persone che sono state tanto gentili con me. 
Cosi ho pensato a questa marmellata, accoppiata con quest'altra, e a dei cioccolatini che posterò appena avrò il coraggio di selezionare solo alcune delle foto e cancellarne altre :(.


Io il Bimby non ce l'ho e l'ho fatta in maniera tradizionale. Sarò sincera e dirò che quando ho assaggiato quella della mia amica mi è sembrata molto più buona. Più che altro per un fattore di consistenze, perché la mia era meno densa e meno gelatinosa della sua, forse perché lei col Bimby l'ha cotta più tempo fino a che la frutta si è ridotta in poltiglia, mentre io l'ho frullata col minipimer. Però al Professore, che era molto scettico, è piaciuta molto e anzi si è tutto eccitato al pensiero che l'avrei mandata ai suoi, quindi l'ho invasettata e mandata, come da piano originario ;).
Avrei voluto postare prima di Natale perché ne è uscito proprio un bel pacchettino e magari sarebbe stato d'ispirazione a chi cercava l'idea giusta per un pensierino home-made, ma pazienza... Potete segnarvelo per il prossimo anno!


Ingredienti (per circa 4 vasetti da 300 ml):


1 kg di mele con la buccia * (il peso si riferisce alle mele già detorsolate)

3 tazzine di caffè ristretto (1 caffettiera da 3)
2 cucchiaini di caffè solubile
1 limone
310 g zucchero
1 cucchiaino di rum
(cannella / vanillina)

* la marmellata della mia amica aveva dei pezzi duri di qualcosa che lei diceva fosse la buccia del limone, io invece ero convinta che fosse la buccia della mele -perché la scorza del limone è troppo piccola per potersi sentire così. Così ho deciso di sbucciare le mele, almeno in parte. Sarà stato questo che ha fatto la differenza? La prossima volta non le sbuccio più e vedremo.

Note (questa è per me):

 - ho notato che mi trovo meglio a non grattugiare la buccia di limone o arancia nelle marmellate: viene meglio se la metto a pezzettoni e poi passo al minipimer, anche se non so perché.


Mettete le mele tagliate a cubetti in un tegame ampio, unite lo zucchero, il caffe in polvere e liquido, la scorza e il succo del limone e il cucchiaino di rum. Io non ce l'avevo e ho messo una spolverata di cannella. Ma la prossima volta non ce la metto perché alla fine la marmellata sapeva di cannella più che di caffe -.-.
Accendete e lasciate arrivare a bollitura. Fate cuocere mescolando fino a quando le mele sono mezze sciolte e prelevando un po' del succo e mettendolo su un piattino, sollevando il piattino non cola.


Allora frullate tutto col minipimer e volendo fate cuocere ancora per addensare ulteriormente. Invasate mentre bolle (questo è importante per sterilizzare i barattoli, altrimenti dovete sterilizzarli dopo) e richiudete subito i barattoli. Ricordatevi di non riempirli fino al bordo, lasciate sempre un po' di spazio. Capovolgeteli in una bacinella avvolti da alcuni strofinacci (questo serve a rallentare il raffreddamento) e lasciateli così tutta la notte o fino a quando sono completamente freddi.

E poi siete pronti a fare i vostri pacchettini regalo! Io mi sono divertita un mondo a prepararli, nastrini e scatolette sono un divertimento per me. Persino il Professore ha partecipato rendendo i nomi più esotici e interessanti. 

E i regali sono stati molto apprezzati ;)


CARIBBEAN COFFEE & APPLE JAM

Sounds disgusting, doesn't it? Or at least wrong. But believe me: it is not. It's actually so damn good! Maybe because you would expect anything but good. 
Well, i'm not going to try to convince you... you gotta trust me on this one ;)


Ingredients (for 4 12 ounces jars):

1 kg of cored apples (with skin)
3 espresso coffee cups
2 tsp of instant powdered coffee
1 lemon
310 g granulated white sugar
1 Tbsp rum
(cinnamon / vanilla)

Cut the apples into little pieces and put them in a large pot with the coffee powder, the coffee, the sugar, the rum, the juice and the zest of the lemon. You can add cinnamon or vanilla if you want.
Cook at medium high until it starts boiling, stirring. Turn it down a little and let cook until the apples are almost completely mashed and it passes the 'plate test'*.

*plate test for jams readiness: take a little juice and drop it on a plate. Lift the plate vertically: if the juice doesn't move or slides super slowly, the jam is ready.

I used a minipimer to blend everything directly in the pot, then I let it cook a little longer. While it's still boiling, you can fill the jars (always leave half an inch from the top). It's important that you do this while it's boiling and close the lids hermetically immediately after you filled the jars, this way they will be sterilised. 

Place the jars upside down in a basin and wrap them with some kitchen towels. Leave them like that in a dry dark place for 12 hours or until they are completely cold.

And then, there you have it! They can be stored for months in a dry cool place, and must be refrigerated after opening. 
They are great as a gift if you want to amaze somebody or show them your affection with something homemade. 

I sent these packed nicely to my in-laws together with this other one. They were so surprised! I didn't make it on time to write this post before Christmas, but you can save it for next year!




No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...