Wednesday, November 13, 2013

Strudel di mele

Una delle cose per cui l'autunno ha, nonostante l'arrivo del freddo e della pioggia, un suo fascino è, oltre ai colori, anche il fatto che porta con sé le prime voglie di comfort food, di torte di mele, di cioccolate calde, di dolci un po' sostanziosi per combattere il freddo, delle merende in compagnie al cantuccio, delle serate davanti a un bel film.
A me questo autunno ha portato la voglia di Strudel di mele. Avrei voluto fare anche la pasta strudel da me, come davvero dovrei fare, ma a casa dei miei non c'è una bella superficie di lavoro su cui stendere una pasta, e così ho optato per la versione 'easy' e comprato la sfoglia. Devo dire che, forse per l'utilizzo del pangrattato letto su GialloZafferano, la sfoglia è venuta perfetta, e nemmeno un ex fidanzatino tedesco, vedendo la foto, ha indovinato il trucco, e mi ha fatto i complimenti per la pasta. La mia onestà mi ha portato, ahimè, a rivelare la verità, ma a lui intanto era venuta talmente voglia di strudel, che si è messo subito all'opera, con tanto di salsa alla vaniglia che al mio strudel mancava!


Note:

- è buonissimo mangiato appena tiepido o anche raffreddato, ma appena fatto. Io e mia sorella (a cui la cannella non piace) ce ne siamo fatte fuori 4 fette a testa non appena è stato possibile tagliarlo, e quella sera abbiamo saltato la cena.

- nei giorni seguenti la pasta assorbirà il succo delle mele e diventerà gnecca, quindi se avete intenzione di servirlo a degli ospiti, vi conviene preparare il ripieno prima, ma cuocere lo strudel in seguito, in modo da servirlo all'apice della sua bontà.

- il ripieno è decisamente troppo per uno strudel. Se non volete finire per mangiarvelo a cucchiaiate aspettando che lo strudel cuocia come ha fatto la sottoscritta, o fatene due, o quasi dimezzate le dosi per il ripieno.

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
750 g mele
1 limone
80 g uvetta saltanina
70 g pinoli
50 g noci
70 g zucchero di canna più un po' di bianco
1-2 cucchiaini di cannella
75 g pangrattato
70 g burro
Floriovo/mirto/rum
(zucchero a velo)

Mettete l'uvetta in ammollo in acqua tiepida con un po' del liquore scelto. Io vado per il Floriovo che è marsalato e ci sta benissimo senza essere aggressivo. Stavolta l'ho mischiato col mirto per sperimentare.
Preparate le mele, affettando sottilmente gli spicchi con una mandolina. Aggiungeteci la buccia e il succo del limone e mescolate bene per non farle annerire. Aggiungete lo zucchero, l'uvetta strizzata, i pinoli, le noci, la cannella e mescolate bene. Lasciate riposare mentre portate il forno a 200°C.
Fondete 50 g di burro in un padellino e aggiungetevi il pangrattato, facendolo tostare.


Preparate la pasta sfoglia spennellandola con un po' di burro fuso, poi spargeteci sopra il pangrattato tostato. Lasciate un bordino tutto intorno. Rovesciateci sopra il composto di mele (io ne ho avanzato, quindi prendetene un po' per volta con le mani), livellate bene. Ora è l'unico passaggio un po' difficoltoso di questa preparazione: Arrotolare lo strudel senza che fuoriesca il ripieno. Fate piano, ricacciate in dentro eventuali mele che escono, o tiratele via, e fate un bel rotolo. La chiusura va sotto, e può darsi che uscirà un po' di liquido durante la cottura. Poco male, se avete cercato di chiuderlo bene, un pochino di acquetta non vi darà problemi.
Sigillate anche i bordi, questi dovete sigillarli bene. Poi spennellate col restante burro fuso e fate dei tagli obliqui sulla superficie dello strudel (io me ne ero dimenticata e l'ho tirato fuori dal forno 2 minuti dopo per farli), poi infornate per 30-40 minuti circa. Lasciatelo un momento a compattare prima di tagliarlo e servirlo, volendo cosparso di zucchero a velo o, ancora meglio, una salsa alla vaniglia.




APPLE STRUDEL 

One good thing about autumn, other then its beautiful colours, is that I feel more like comfort food, pies, cookies, hot chocolate or everything that makes a grey rainy day a little better. In front of a good movie, munching something yummy, warm, rich in flavour and in calories, but so worth it! Somehow we need to fight the cold, don't we?!
This time I felt like apple strudel. I wanted to make the dough myself, but I didn't for lacking of working surfaces at my parents' house, so I used puff pastry which work great. Is it cheating if I admit it? Well... strudel was good, so good that my sister and I ended up having 4 slices each around 6pm, so that we had to skip dinner that night. And I already finished all the filling leftovers, and she doesn't even like cinnamon!! Big success, big enjoy!

Notes:

- it's awesome served warm or room temperature, if serve the same day. The puff pastry will be flaky and give that little crunchiness that makes it so goody!
The next few days the pastry shell will lose its flakiness because it'll have absorbed all the juices, so it won't be as great. I'd recommend, if you have guests and want to impress them, to bake it just before, and if you want to can prepare the filling in advance, and store it in the refrigerator.

- the filling is way too much for just one strudel. So, if you don't want to end up eating all is left while your strudel is baking, either you make 2 strudels, or you reduce the filling quantities.

Ingredients:

1 puff pastry sheet (or two, that you have to put together if they are small)
750 g apples, better if Granny Smith
1 lemon
80 g raisin
70 g pinenuts
50 g walnuts
70 g light brown sugar + some white sugar
1-2 tsp cinnamon
75 g breadcrumbs
70 g butter
rum
powdered sugar


First of all, soak the raisin in warm water mixed with a little rum.
Peel and sliced thinly the apples, and put them all in a big bowl with the lemon zest, wetting them with the lemon juice and stirring well so they won't get dark. Add the sugar, the drained raisin, pine nuts, walnuts and cinnamon. Let it rest while you heat your oven up to 392°F.
Melt butter in a small pan and add the breadcrumbs, toasting it nicely.
Brush the puff pastry sheet with some melted butter, then sprinkle with the toasted breadcrumbs, leaving 1 inch all around. Add the apples mix (a little at a time, in case it's too much for the puff pastry, as was mine), press it gently, then roll it. This is the only annoying part: rolling it without breaking it or having all the apples coming out everywhere. Be patient, be gentle, you can do it. Push back any apples which try to come out, and take out the ones that really don't want to be inside, and seal well the edges. The sealed part has to be underneath. Brush the strudel with some melted butter, then make 4 cuts on the top (you can also bake it for 2 minutes, and THEN make the cuts... it will be easier). Bake for about 30-40 minutes. It will be golden brown and smell delicious.
Let it rest before slicing it, then serve with powdered sugar or -even better- vanilla custard on the side.

2 comments:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...