Thursday, May 7, 2009

Tre cinesi all'opera e leggenda tradizionale cinese

Come promesso, ecco i piatti che i ragazzi cinesi hanno cucinato per noi, martedì sera. Dico solo che dopo la cucina era in uno stato tale da farci piangere. Nonostante abbiamo pulito tutto più volte, la mattina dopo c'era ancora odore di olio e di cibo saltato in padella, e la nostra padella non viene più pulita, ma è rimasta tutta appiccicosa. Abbiamo deciso che una cena basta, non ripeteremo più l'esperienza, ne va della nostra dieta e della nostra cucina!
Ma abbiamo sicuramente apprezzato l'impegno, visto che, con una sola padella e una sola pentola questi ragazzi sono riusciti a preparare un sacco di roba. Alcune cose pure molto buone!
Ecco la tavola coi primi piatti...



Quindi, passiamo alla sfilza di portate...

Uova trattate non so come per farle diventare nere e trasparenti



Boh con carne e verdure



Funghi



Tomato and eggs, specialità di Qingdao (davvero molto buono!)



Cetriolo e carne



Melanzane con carne



Verza cinese saltata... (l'adoro!)



Doufu (tofu, detto all'occidentale)



Salted peanuts (qui si usa saltarle in padella e salarle... sono buonissime e ancora più croccanti)



Man tou fritto con uova (il mantou è il pane cinese...)



Zongzi





Dunque gli Zongzi sono una specialità che i Cinesi preparano generalmente in occasione della festa delle Barche Drago o del Doppio Cinque, perché cade il quinto giorno del quinto mese del calendario lunare tradizionale. Con la festa si vuole celebrare Qu Yuan, un famoso poeta cinese vissuto in un periodo molto travagliato della storia della Cina, quello degli Stati combattenti (453 a.C. - 221 a.C.). Qu Yuan era il consigliere del re dello Stato di Chu, ma venne calunniato dagli altri ministri gelosi della sua importanza a corte, e quindi bandito dallo stesso re, che aveva goduto dei suoi saggi consigli. Disperato per la corruzione della sua epoca e non potendo ormai far nulla per combatterla, Qu Yuan, dopo aver scritto un lungo poema di lamentazione diventato poi famosissimo, commise suicidio annegandosi nel fiume Miluo.
La leggenda narra che gli abitanti del villaggio non riuscirono a salvarlo, e così, per evitare che i pesci del fiume mangiassero il suo corpo, portarono le barche al centro del fiume e buttarono nell'acqua del riso per distrarli. A tarda notte però apparve loro lo spirito del poeta, che rivelò di essere morto a causa di un drago del fiume, e chiese agli abitanti di avvolgere il riso in fagottini di seta per allontanarlo.

Così adesso questi fagottini sono diventati il cibo tradizionale di questa festa, così come la corsa delle barche sul fiume.

Adesso il riso, ben pressato ed eventualmente arricchito con qualche ripieno (fagioli rossi, arachidi, carne, funghi, ...), viene avvolto in foglie di bambù.

Alla cena i nostri amici hanno fatto un caramello, e ci hanno buttato dentro il riso. Il risultato era molto buono, ma troppo troppo dolce! Comunque, il giorno dopo abbiamo provato a mangiare il riso così com'era, e faceva proprio schifo... Abbiamo rimpianto il caramello e abbiamo ripiegato sulla marmellata.

Come ultimo piatto,

Zucca e tuberi in latte zuccherato... Una meraviglia!!



E questo è quanto, tornerò a raccontarvi gli ultimi avvenimenti-casini in cui ormai navighiamo bellamente... manco fosse un hobby!

Sciau bbbbbelli!!!

11 comments:

  1. Strane le uova nere e trasparenti ... io in Olanda ho conosciuto un ragazzo cinese e per tre mesi abbiamo condiviso la cucina. Una sera mi ricordo che ha cucinato un riso con sedano (io lo odio) buonissimo, patate caramellate (da immergere nell'acqua prima di mangiarle) strepitose e le salted peanuts. Tutto molto buono e sicuramente non trovabile nei ristoranti cinesi!

    ReplyDelete
  2. mamma mia quante cose,ci credo che vi hanno smontato una cucina!!!

    ReplyDelete
  3. FANTASIE: uhhmmm... adesso che mi hai parlato di patate caramellate credo che ci sia il rischio che io proponga un'altra cenetta... se alessia mi sentisse si sentirebbe male al solo pensiero di ripulire tutto!! però... mamma mamma, a legere sembrano così buoneeee!! e pure il riso, anche se neanche a me piace il sedano!

    MIRTILLA: sì... anzi ora che ci penso, non ho pensato di fare una foto al disastro... il pavimento... i muri... vabbè basta... insomma si è capito no? non lasciate la cucina in mano ai cinesi a meno che non la dobbiate cambiare!!!

    ReplyDelete
  4. Che uomini gentili!!! Hanno preparato tutte queste cose, sono sicura che saranno tutte ottime!!! Un bacione.

    ReplyDelete
  5. Ciao Gaijina, grazie for following back. Your blog is very interesting with lots of goodies. Complimenti!
    Baciones :)
    Nina

    ReplyDelete
  6. ciaooo!!! era da un casino di tempo che non bloggavo e non leggevo le tue, anzi le vostre avventure. caspita questi ragazzi hanno un cucinato un sacco di roba!!! le uova nere poi mi hanno incuriosita tantissimo! poi ieri sera ho visto per la prima volta Questa notte è ancora nostra e da allora ho una voglia matta di mangiare cinese sai?! un bacio grandissimo Gaijina!!!

    ReplyDelete
  7. Io amo la cucina cineseeee..gnamgnam

    ReplyDelete
  8. oh mamma quante cose e ci credo he vi hanno scatafasciato la cucina!! ;-)

    ReplyDelete
  9. buona sera.
    le uova che hai assaggiato vengono chiamate century egg..

    ReplyDelete
  10. ma.... com'è che non avevo risposto a tutti i commenti? devono essermi sfuggiti!!! i'm sorry!

    anonimo: ah davvero??? beh buono a sapersi, si impara sempre qualcosa di nuovo!! grazie!!

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...