Saturday, December 20, 2008

1^ torta in mmf... sudata e svolgimento...

Finitaaaaaaaaaaaaaaaa!!! Finalmente, dopo una settimana di studio serale su tutti i forum sulla decorazione con l'mmf, e tutti i segreti per il pandispagna, alla fine ho finito la famosa torta, la sorpresa per i due anni del gruppo che organizza le serate qui e nei dintorni. Non ho ottenuto neanche lontanamente il risultato sperato, ma non tanto per colpa della mia incapacità, quanto per la mia inesperienza e completa ignoranza su colori e marzapane.
Spero che, ciò nonostante, i miei sforzi e il mio piccolo pensiero saranno apprezzati. E che la torta sia comunque buona.

Vi racconto un pochino la ricetta, anche se sarebbe meglio se io prima assaggiassi la torta, così potrei sapere se è venuta decente, ma i singoli elementi mi hanno molto soddisfatta, e la mia amica vorrebbe tanto vedere le foto del risultato, quindi comincio... che è lunga...

Come prima cosa: il pandispagna! Primo passo importante, perché non l'avevo mai fatto e il mio forno è caratterizzato da una scarsa volontà nel far lievitare le torte col lievito... figuriamoci quelle senza! Eh sì, perché io sono dura di capa, e se la ricetta originale non prevede il lievito, e se la riuscita è difficile, ecco allora che mi parte la vocina... nasce una sfida per me. E devo vincere.
1 a zero! Il pandispagna è riuscitissimo!!!

PANDISPAGNA DA 6 UOVA

Ingredienti per un pds rotondo da 26 cm:
6 uova intere
1 pizzico di sale
180 g zucchero
180 g farina

Ho sbattuto le uova col pizzico di sale e lo zucchero per quasi mezz'ora con le fruste elettriche, finché, come dice Greedy su youtube, le uova 'scrivono'. Ecco qui.



Poi ci ho aggiunto la farina setacciata, in tante piccole riprese.Ogni volta con la spatola amalgamavo dal basso verso l'alto, senza smontare le uova, delicatamente, fino a che non l'ho incorporata tutta.



Ho versato delicatamente in una teglia a cerniera da 26 cm... Poco impasto per volta... E' stato fighissimo perché mentre scendeva faceva rumore di spugna... Non so come spiegarlo.... Faceva proprio "push push"... L'ho preso come un segno positivo.

In forno già caldo a 180° per mezz'ora. Io dopo 20 minuti ho abbassato a 170°, perché sopra era già colorato, poi gli ultimi cinque minuti, dopo aver fatto la prova stecchino e aver visto che il pds era cotto anche al centro, l'ho lasciato dentro a forno spento. E voilà,!! Ecco il mio risultato!



Ci ho messo sopra uno strofinaccio, e l'ho capovolto. Cotto perfettamente!!! (saltino di felicità!!! ... E bacino al forno). Schiacciando i bordi, sempre il rumore di spugna.



Poi l'ho messo su una grata del forno, l'ho coperto con uno strofinaccio, e l'ho fatto raffreddare.



E' venuto alto 5 cm scarsi.
Poi una volta freddo l'ho tagliato in tre dischi... Così finalmente ho visto l'interno... Ero un po' preoccupata perché c'era odore di uova per tutta la casa, e ho pensato che fossero crude... E' normale un odore così?? Mah, sarà che io non sono tanto per il pds, proprio per tutte le uova che richiede, ma lo sentivo proprio fortissimo, e non saprei dire se è normale, però penso di sì, perché dentro era bello asciutto.



Particolare...



Poi ho preparato le creme... Anzi, le avevo già preparate prima, perché vanno usate fredde.

Aaaallora! Sono partita dalla crema senza uova di Marijet, che ho usato come base, e poi l'ho modificata e arricchita secondo le mie esigenze, perché già il pds ne contiene molte, e a me la crema pasticcera non fa impazzire, a meno che non sia mischiata con la chantilly, proprio perché sa troppo di uova.

CREMA BIANCA E CREMA NERA SENZA UOVA

Servono:
1 l latte
150 g farina
50 g amido di mais
360 g zucchero

Setacciate farina, amido e zucchero, in un tegame, poi fate una fontana, e versate il latte a filo, mescolando e prendendo la farina dai lati... Avete presente la besciamella? Ecco, stessa cosa. Man mano che i solidi assorbono il latte, aggiungetene altro, e solo dopo che è stato completamente assorbito, finite di versarlo.



Poi mettete tutto su fuoco bassissimo, e mescolate finché non si addensa. Ci voorà parecchio tempo, siate pazienti. Deve diventare così:



Questa base secondo la ricetta di Marijet va fatta raffreddare completamente, e poi bisogna aggiungerci 150 g di burro lavorato a crema freddo, oppure cambiare, a seconda dei propri gusti. Guardate il suo post, che dà tutte le opzioni.
Io ho diviso la crema calda a metà, e in una ho aggiunto 100 g di cioccolato bianco, e un po' di aroma d'arancia...



Nell'altra ho aggiunto del cioccolato fondente e un cucchiaio di nutella. Le due creme sono venute così:



Poi vanno fatte raffreddare.
Una volta fredde, ho montato 150 g di panna, e l'ho aggiunta metà di qua, e metà di là... E ho montato tutto con le fruste elettriche. Et voilà!



Che dire... Credo che d'ora in poi non farò più la pasticcera!!! Nessun sapore di uova (non ce ne sono), davvero, una nuvola di crema!!! Inoltre, quella al cioccolato ovviamente non può non esser buona, poi la nutella la rende speciale, ma quella bianca!!!! A me, che non riesco a mangiare il cioccolato bianco, che trovo nauseabondo, ha fatto impazzire!!! La nota d'arancia alleggerisce il sapor di cioccolato, regala freschezza e un aroma agrumato che rende questa crema davvero deliziosa... Già la immagino per una crostata di frutta... Davvero, segnatevela, ve la super consiglio! Veramente meravigliosa. L'ho fatta assaggiare a mia mamma e ha spalancato tanto gli occhi che credevo le schizzassero via.

Con queste due creme, ho farcito il mio pds, i cui dischi ho avevo bagnato con del latte.



Poi ho ricoperto tutto con panna montata fredda... Così.



Questo l'ho fatto ieri... L'ho lasciata in frigo tutta la notte perché si raffreddasse e si compattasse ben bene la panna.

Stamattina, iniziava la sfida con l'mmf.
A parte il fatto, che ho comprato il marzapane della Paneangeli pronto, per mancanza di tempo, e credevo fosse bianco, invece era di un giallo triste... E questo mandava a ramengo il mio piano: sfondo bianco. Va beh, ho provato a colorarlo di un giallo acceso, ma avevo poco colorante (non sapevo assolutamente quanto ce ne volesse per una torta), ma nada de nada.. Rimaneva sempre un gialo triste. Dopo vari momenti di tristezza, sono andata avanti. Ma... Ohibò!!!! Per ricoprire tutta la torta, mi ci son voluti ben 2 panetti, da 250 g l'uno!!!! Mi si appiccicava dappertutto, si spaccava continuamente, e ho odiato la mia cucina che non è adeguatamente attrezzata per la pasticceria (provate a stendere l'mmf abbastanza grande per una torta da 26, con un mattarello da 30 cm e un piano da lavoro poco più grande -.-). Alla fine, ce l'ho fatta, più o meno. E' venuto uno schifo, piena di pieghe, tagli, una vergogna. Ma ormai dovevo andare avanti.

Quel che restava del panetto l'ho colorato di arancione... Mi è venuto rosa. Ho finito il giallo, ma niente, sempre rosa!!!! Uffaaaaaaaaaaaaa!!! Poi ho fatto pausa, per fine marzapane, e ho messo in frigo.
Ho aspettato che mia sorella tornasse dalla spesa con altro marzapane, poi l'ho ri-lavorato, e colorato di blu... E' venuto verdeeeeeeeeeeeee!!!! Ma insomma, anche l'arte è un'opinione??? Non solo la matematica?? Comunque, me l'aspettavo, visto che la base era giallina... Giallo+blu=verde. Sfiga. Ho provato ad aggiungere un po' di rosso, sperando di andare sul violaceo, e prima è venuto un bel verde, esattamente identico alle buste di zucchero al velo della paneangeli (ne ho usate 4...), ma io non mi sono fermata lì, volevo il blu e ho aggiunto altro rosso... Non l'avessi mai fatto!!! E' venuto un colore indefinito che fa veramente -scusate la parola, ma quando ce vò, cè vò- cagare. Mi sono fermata perché temevo di peggiorare ulteriormente.
Conclusioni: lasciate perdere i coloranti liquidi. Non valgono un fico secco. Anzi no, magari sono ottimi, ma non associati al marzapane giallino. Quello mi ha fregata e rovinato tutto.

Alla fine, sta torta per farla l'ho fatta, solo che da un logo che doveva avere sfondo bianco, tondo arancio e scritta blu, è venuta una torta gialla, con tondo salmone (nel frgo è cambiato leggermente il colore... mah!), e scritta verde-blu-grigio-???. Una favola. Secondo me non riconosceranno nemmeno che sulla torta c'è disegnato il loro simbolo!!!

In ogni caso, sono 3 settimane che aggiungo pian pianino alla lista della spesa gli ingredienti per questa torta, un po' alla volta, per evitare che la mamma si accorga di quanto sia costata per intero... credo che 40-50 euro li abbia raggiunti tutti... se si considerano i 20 solo per marzapane e coloranti!! Sono giorni che non dormo, che penso a come farla, come farcirla, come disegnarla, a come consegnarla. Sono giorni che sogno di essere inseguita da un pandispagna gigante che non fa "push push" e che si sgretola inesorabilmente. Sono settimane che passo le serate a studiare, non a scrivere la tesi (che devo praticamente consegnare lunedì), ma a studiare "Tutti i segreti del marmellows fondant" su Cookaround.

Io l'impegno ce l'ho messo, spero che sia apprezzato!! E soprattutto che stasera, quando la consegnerò, non mi dicano che hanno appena finito di mangiare e sono sazi!!!

Il risultato, alla fine della lotta, è stato questo. Non sono soddisfatta perché i colori sono sbagliati, per di più tristi e poco accesi. Per di più, sta torta così mi dà l'impressione di non essere finita... Anche se agiungerci altra roba non saprei proprio... Volevo fare dei ciuffetti di panna, almeno per coprire il bordo tutto rovinato, ma ci sta giusta giusta nella scatola, e i bordi toccherebbe quindi niente.



Il logo originale avrebbe dovuto essere così:



Lasciando perdere i contorni bianchi delle lettere, che pensavo avrei potuto fare col marzapane bianco (ma non era bianco!), e le parole che avevo deciso a priori di non scrivere per mancanza di spazio (dapprima ero intenzionata a fare una torta molto più grande rettangolare, ma mi ha spaventata il numero di uova, e poi tanto non avevo la teglia giusta!), ditelo pure: fa schifo!

Come dire... Io c'ho provato!!!! ;) :P :) !! Baci a tutte e buon sabato sera e domenica!!!!


10 comments:

  1. stupenda la torta e molto buona, vedo che cè l'hai fatta...una bella sodisfazione!

    ReplyDelete
  2. ma che bella che ti è venuta!!!brava buon sabato

    ReplyDelete
  3. wow! ma sei stata troppo brava gaijina!!! non essere troppo dura con te stessa, il risultato è ottimo! sono sicura che oltre che bella sarà anche buonissima!

    ReplyDelete
  4. però alla fine di tanta fatica e trepidazione...ti è riuscito un vero capolavoro..e chissà che bontà!!
    un bacione

    ReplyDelete
  5. Però per essere la prima che fai ti è venuta veramente bene, possiamo dire che le tue fatiche sono state ripagate...

    ReplyDelete
  6. Sono esterrefatta...lo dici per scherzo che è venuta da schifo, vero?Nemmeno so cosa sia il marzapane nè mi immagino come tu abbia fatto a fare tutti quei disegni così bene...come nel loro logo!Hai un futuro, ragazza mia...i miei complimenti:)

    your pimpi

    ReplyDelete
  7. Sei stata bravissima!!!il logo é venuto davvero bene :) e poi deve essere stata buona buona!

    ReplyDelete
  8. Ma scherzi?!! Guarda che è bellissimissima! Il logo è uguale! Sei stata bravissima, sono sicura sia stata apprezzatata tanto!

    ReplyDelete
  9. Cara Gaijina,
    ti auguro di passare delle feste da favola, e che tutti i tuoi desideri divengano realtà!
    Ti abbraccio forte, Buon Natale ;)

    ReplyDelete
  10. Ragazze siete troppo gentili, voi che frequentate i blog culinari sapete bene quali siano le vere torte belle... non certo questa!! però in questo caso era più il pensiero a contare, ed è stata un successone!!!! in ogni caso grazie di cuore a tutte quante!!!!!

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...