Sunday, November 9, 2014

Monkey Bread

Holaaaaa!!!!! Oddio è una vita che non scrivo, e mi stupisco di riuscire a farlo ora, ho avuto 'fortuna' perché è arrivato un freddo improvviso (11 gradi!! :o!!) e abbiamo dovuto rimandare la gita in kayak.
Cosi mentre la zuppa cuoce me ne sto bella accoccolata a letto e ne approfitto per scrivere un pochino. Ci sarebbero da dire almeno 100 cose, il mese di ottobre è stato un mese pieno di novità che da positive si sono trasformate in un altro elemento di stress dovuto a una brutta notizia a ciel sereno.
Ma cominciamo dall'inizio...



Sia io che Adam abbiamo cambiato lavoro, e abbiamo entrambi cominciato il 6 ottobre. Io ho lasciato la bakery dove le ultime settimane ho lavorato senza un giorno libero per 19 giorni di fila e che stavo cominciando a odiare. Ho trovato lavoro con una facilita imbarazzante (a volte succede), facendo un solo colloquio senza neanche sapere per che posizione fossero interessati ma sapendo che non mi interessava granché, perché volevo solo allenarmi per i colloqui.
Lo stesso giorno mi sono stati offerti 2 lavori, uno con una paga molto più alta, per una posizione di Purchasing Agent in una bella azienda che importa dalla Cina, con possibilità di fare carriera; l'altro come Supervisor al Café della palestra più grande e più rinomata degli Stati Uniti, vicino a casa. Paga più o meno come alla bakery, ma con una carica di responsabilità e in un ambiente migliore, con iscrizione al club gratis!!!! E se cercate su internet "Lifetime Fitness" vedete che non si tratta di una semplice palestra....
Insomma non sapevo bene cosa fare e alla fine ho scelto la prima proposta. È stato un po' un sacrificio, perché è molto più dura e mi allontana da quello che spero in futuro di poter fare come proprietaria, ma la paga era troppo buona per poterla rifiutare, e la cosa ci fa comodo per certi programmi e obiettivi che abbiamo per il prossimo anno. Inoltre, una parte di me vuole riprendere quella carriera che avevo cominciato in Cina e che ho abbandonato quando l'ho lasciata, una sorta di orgoglio per il cinese che ho studiato per anni e che negli ultimi due è stato lentamente messo da parte e pian piano quasi dimenticato.

Ci siamo anche trasferiti, non siamo più a Fort Lauderdale ma di nuovo più a nord, a Deerfield Beach, e più lontani dal mare (15 minuti in macchina). Il posto è bellissimo, siamo in mezzo alla natura e c'è un silenzio a cui non eravamo più abituati. Abbiamo anatre e ibis che vengono a mangiare davanti alla porta, e iguane che prendono il sole a due passi.
La gente sembra anche molto più amichevole, e tutto il vicinato è molto più 'family friendly', il che ci va a fagiolo.
Ma come tutti i traslochi, è un lavoraccio, soprattutto quando sorgono problemi col proprietario precedente che non vuole restituire la cauzione, e quando il trasloco ce lo facciamo tutto da soli, muovendoci in un appartamento molto più piccolo, in cui non sta tutto ciò che abbiamo accumulato.
Ma la faccenda più brutta è tutta un'altra cosa, piombata senza preavviso a chi non se lo meritava. Con milioni di conseguenze per tutti coloro che stanno attorno. Non sto a parlarne nel dettaglio, per rispetto della privacy del Prof. Bear e della sua famiglia, e anche perché sembra che ci siano buone speranze che tutto si trasformi in un brutto ricordo. 
Comunque, finito ottobre, questo mese di M., è cominciato novembre, e fa quasi ridere sentirmelo dire, ma non vedevo l'ora! Qui comincia adesso il periodo migliore di tutto l'anno!
Ho deciso di inaugurare novembre, che qui è cominciato con un piacevolissimo frescuccio (11 gradi e siamo in maglioni e stivali... dal prendere in giro i floridiani un anno fa, adesso mi sono aggrappata a loro.... immagino sia un segno che 'mi sono ambientata;) ) con una ricetta che è perfetta per una domenica pomeriggio a casa, fuori fa freddo e noi gironzoliamo cercando qualcosa da fare che non involva uscire. E decidiamo di accendere il forno per una coccola domenicale. E vi assicuro che non c'è nulla di meglio di questo dolce, da presentare al centro della tavola e lasciare che tutti si servano allo stesso tempo, strappando letteralmente pezzi da ogni lato e cucciandoli nel caramello che si accumula sul piatto. Invitate qualcuno perché non riuscirete a fermarmi dal successivo 'strappo', è troppo divertente e ogni pezzo apre la strada a un altro dall'aspetto ancora più invitante....


Dopo questa premesse devo però avvertirvi: questa ricetta è di mia 'suocera', passata a me dopo anni in famiglia. Usa dei prodotti pronti, come il 'bread roll' congelato, che per noi è una pasta brioche, e un 'vanilla pudding' in polvere, che forse in Italia si potrebbe sostituire con il preparato per budini Elah? Le ho chiesto a cosa servisse questa polvere e se si poteva saltare, e mi ha detto che è ciò che tiene il caramello morbido senza farlo indurire in forno. Aveva ragione, perché ho provato un'altra ricetta per lo stesso dolce, presa da una confezione di 'biscuits', che non richieda il vanilla pudding, ed è venuto un disastro, asciuttissimo e con un caramello durissimo.

Scriverò questa ricetta in inglese, così come mi è stata data, per il momento, ma ho in programma di tentarla 'from scratch', ovvero facendomi l'impasto da me. Non appena lo faccio (siamo a dieta da ieri), prometto che se viene bene la posto! Abbiate pazienza, questi americani non sono proprio male in cucina, ma usano tantissime cose già pronte, e serve un po' di tempo e di sperimentazioni per riuscire ad ottenere lo stesso risultato.

MONKEY BREAD

Ingredienti:

2 rotoli di pasta brioche surgelati (lasciateli scongelare ma non lievitare) o pasta per i cinnamon rolls (tipo questa, o questa - poi appena esperimento posto, I promise!)
113g di burro
210 g zucchero di canna (credo che quello che si usa qui sia il Muscovado? Correggetemi se ho sparato una ca...ata)
170 g di preparato per budino in polvere alla Vaniglia "Cook&Serve" (link giusto per farvi capire, io proverei con la Elah... sarà la stessa roba, no?)
2 cucchiai di latte
1 cucchiaino di cannella in polvere

Ungete una teglia rettangolare 23x33cm. 
Tagliate 1 rotolo di pane a tocchetti di circa 2.5cm l'uno, e spargeteli sul fondo della teglia. Non la copriranno tutta, cosa che mi ha spaventata moltissimo quando l'ho fatto la prima volta. 
In un pentolino mischiate tutti gli altri ingredienti, facendo sciogliere ben bene lo zucchero per avere una salsa liscia.
Rovesciate metà di questo caramello nella teglia. Anche qui, andrà in gran parte sul fondo della teglia non coperta dai pezzetti di pane, ma don't worry! Tutto funzionerà e prometto che se usate la polvere per budini non si brucerà cuocendo.
 Tagliate a tocchetti il secondo rotolo e rispargeteli in modo uniforme, poi rovesciateci sopra tutta la salsa rimanente. 
Questa è una mia modifica, la ricetta originale dice di rovesciare tutta la salsa sopra il primo strato di pane, e coprire col secondo strato. Ma a me sembrava meglio dividerla... Anche perché, allora, mia suocera si era dimenticata di dirmi un piccolo particolare, conoscendo il quale tutto aveva più senso!

Comunque, lasciate lievitare fino al raddoppio (e qui tutta la teglia sara bella piena). Oppure, potete coprire con pellicola, mettere in frigo, e far lievitare e cuocere il giorno dopo, per colazione o merenda. 


Cuocete a 180°C per 25 minuti.

Lasciate raffreddare quanto basta per poter maneggiare la teglia con le presine, e poi.... e questo è il piccolo particolare che non mi era stato detto... Si capovolge il tutto! E allora si che vedrete il risultato....! Il caramello che è rimasto morbido cola sui lati e copre il tutto. Bellissimo.

Servite tiepido, con tanti tovagliolo di carta, perché si mangia rigorosamente con le mani. Usate qualsiasi tipi di posata è vietato, è illegale!


Allungate la mano, afferrate un angolo, tirate e.... portate alla faccia. Godete e ripetete, cercando di accalappiarvi i pezzi più golosi prima degli altri seduti intorno al tavolo!

***


This is another of my mother in law's recipe. Maybe the best ever. I had no idea about what a "monkey bred" was, but the Mister was craving for some, and finally I got the original recipe from his childhood.
Like many other recipes that I am given to by his family, this one too uses frozen dough. It's something that Italians are not used to. We do everything from scratch. And I'm proud of it. But I have to admit that in America you can find everything ready to go, it's faster and easier, and sometimes a real time saver! 
When I got this recipe, which uses frozen bread dough, I didn't want to use it. I didn't even know what it was exactly and where to find it. There are so many kinds! I wanted to make my dough from scratch, but honestly, not knowing what a monkey bread would taste like and its texture, I didn't even know which kind of dough I should make. So I decided to follow the recipe as it was, not wanting to disappoint my hubby in case of failure.
And I have to say... It was awesome!!!! I can't believe it uses frozen dough and it's so good. It'll be tough know to make it from scratch and get the same moisture, the same fluffy and super soft texture. So far, I haven't tried yet. I have a recipe ready... but I'm afraid it won't be as good. So I haven't tried it yet.

Another note is about the use of vanilla pudding "Cook&Serve". I asked why to put it, thinking it was just for flavour, but my mother in law said it's to keep the caramel soft and running, without it getting hard and burnt while baking. I didn't know how it worked, but I tried without following a famous brand's recipe and it was a disaster! The caramel was so dried we didn't even finished the monkey bread. So don't skip it!
Enough with my chatting now, here goes the recipe!

MONKEY BREAD

Ingredients:

2 loaves of frozen bread dough, thawed but not risen
½ cup (113g) butter
1 cup brown sugar
2 3ounces packages of vanilla pudding "Cook&Serve" 
2 Tbsp milk
1 tsp cinnamon

Grease a 9x13 inches cake pan, cut 1 loaf of bread dough into 1 ½ inches pieces and spread them in the pan.
In a saucepan, melt the butter with all the other ingredients, make sure that the sugar is melted and the sauce is not 'grainy'. Pour half the sauce on the bread, cover with the other loaf cut into pieces and pour the remaining sauce. Let rise until it doubles, then bake at 350°F for 25 minutes. Or, if you want it for the next day, cover it with plastic wrap, store in the fridge overnight and let rise and bake in the morning.


Let cool enough so that it's possible to hold the pan safely, then flip the monkey bread on a tray. All the caramel sauce will slowly run on it.... YUM!!!


I can't think of anything more fun to serve to kids in an afternoon... for a small party, or the whole family, it's so nice to tear off pieces of it until it's all gone!! And it's amazingly good and soft. Give it a try and you'll never leave it again!



No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...