Thursday, April 9, 2009

Dalla China con furore: cena chinese-style e corso di jiaozi!

E’ proprio vero: quando le cose vanno bene, viene meno da scrivere!!! Ma ovviamente lo voglio fare, e ne approfitto adesso che Ale dorme e che abbiamo tagliato xiezuo, come ogni mercoledì… Sarò più vaga nella descrizione delle cose, perché sarebbero troppe da raccontare, ma qualcosa ci tengo proprio a scrivere!
Dunque dunque… è arrivato il pacco di sostentamento!! Crema novi, amaretti e pure il fruttosio (per la nostra dieta…)!



Siamo dovute andare a prendercelo in un ufficio postale abbastanza lontano, e l’abbiam trovato tutto rotto… Per fortuna non era caduto niente!! Lo stesso giorno siamo andate inutilmente in Polizia per il visto, perché ci hanno detto che dobbiamo andare da un’altra parte, ma dove, non lo sappiamo. Tra l’altro il nostro visto scade il 31 luglio, quindi non sappiamo ancora come faremo a rinnovarlo, e lo dobbiamo assolutamente fare, visto che i cinesi sono molto severi al riguardo: se scoprono che sei in Cina senza visto, non potrai mai più tornare. Io non lo sapevo, e mi sono spaventata a morte, all’idea che fino all’ultimo mese avremo ancora problemi da risolvere con sto benedetto visto!! Poi siamo andate anche in CHINA Unicom a richiedere la connessione… Stiamo aspettando che ci chiamino.
Siamo state brave: la crema novi non l’abbiamo toccata fino a domenica mattina, quando era in programma un’altra colazione golosa. La settimana è passata in fretta, ed era già venerdì.
La festa di cui vi parlavo l’altra volta, è la Qing ming jie, ovvero la festa dei morti. Purtroppo cadeva di sabato e domenica, così avevamo di vacanza solo il lunedì, ovvero solo 2 ore della nostra materia preferita. Va beh… meglio che niente!
La sera di venerdì ci siamo unite alla compagnia del russo, che andava a mangiare coreano… Ci siamo portate dietro una compagna di classe coreana e abbiamo provato qualcosa di nuovo… I coreani hanno ordinato per noi, quindi abbiamo dovuto mangiare senza sapere manco cosa fosse. Alla fine era tutto pollo: il primo piatto piccantissimo, a base di pollo, dei cosi gommosi, verdure, spaghetti e formaggio fuso. Il secondo era pollo fritto immerso nel ketchup, il terzo pollo fritto. Poi hanno portato anche patatine fritte, delle zuppette a base di riso e verdure, insalatine condite con della salsa rosata, e rape a pezzetti che sapevano di aceto mischiato a qualcosa di dolce. Il primo piatto mi ha quasi causato il soffocamento, invece il resto del pollo era ottimo! Cioè, un omicidio per la nostra dieta, perché il pollo non solo era fritto, ma fritto con tutta la pelle sopra… Immaginate solo!! A me la pelle fa senso, quindi abbiamo cercato di toglierla, però lo devo ammettere: era squisito. Talmente croccante da sembrare quasi leggero, poi con un pochino di pepe era una vera favola! Abbiamo mangiato tantissimo! Mi dispiace non aver fatto le foto ai piatti perché comunque non credo ci tornerò.
Il ragazzo russo non è un tipo che esce molto, così dopo cena ci siamo incontrate col kazaco e il kirghiso, e siamo andate a bere qualcosa al Charlie’s, poi a casa nostra. Sti due ragazzi sono davvero gentili, brillanti e divertenti (almeno, il kazaco, il kirghiso paga e basta… non conosce molto bene l’inglese e noi non abbastanza il cinese, quindi la cosa si fa difficile), però non sono affidabili riguardo a promesse: non volevamo fare tardi per non sprecare tutto il sabato mattina, ma li abbiamo dovuti praticamente sbattere fuori casa!!! La prossima volta non li inviteremo a meno che non venga anche il russo, che così se li porta via.

Sabato è stata una giornata bellissima! Una delle mie studentesse ci ha invitate a casa sua, per una tipica cena cinese! Noi eravamo contentissime!
Vorrei parlare a lungo di questo pomeriggio-serata, perché davvero non capita a tutti di entrare in una vera famiglia cinese ed assaggiare una cena tipica. Siamo andate a casa dei nonni. La nonna è un fenomeno: è una delle pochissime persone anziane che hanno studiato (è medico), poiché era di famiglia ricca, e adesso continua a studiare le lingue, facendosi passare i libri di testo dalla nipote. Non è una cosa bellissima? Siamo state accolte con grande calore, e subito ci hanno offerto roba da mangiare (erano le tre): fragole, manghi, semi di girasole, arachidi e the verde.



Michelle ci ha fatto fare il giro della casa, e ci ha detto il nome di tutte le cose da mangiare che non conoscevamo. Poi ci ha detto che la cena sarebbe cominciata alle 17, e che avremmo fatto i jiaozi!!! Niente po’ po’ di meno che… i dumplings!!! Noi siamo letteralmente esplose dalla gioia, perché desideravamo tanto imparare.
Siamo uscite a farci un giro per questa zona della città a noi sconosciuta, e quando siamo tornate erano già arrivati anche il papà, gli zii e il cugino di Michelle. La mamma aveva già preparato il ripieno (ha messo una verdura strana, sembravano spinaci, poi pochissima carne di maiale, e zenzero)



e la zia stava facendo i jiaozi. Purtroppo la pasta loro l’hanno comprata pronta e già tagliata. Niente da dire, era l’impasto più buono che io abbia mai assaggiato ( e tra l’altro, si è conservato identico per giorni), però in Italia mica vendono la pasta pronta per i ravioli!! Comunque, mi informerò… Ci ha mostrato come fare, e ci abbiamo provato. Ahahahahahahah!!! Che ridere, i primi erano bruttissimi!!! Almeno , i miei… Abbiamo filmato tutto quanto, e a rivedermi mi sembro un’impedita visto che non faccio assolutamente quello che mi dicevano di fare. Alla fine, però, ci siamo riuscite! Michelle è bravissima e ci ha mostrato anche altre due forme, così adesso non vediamo l’ora di ripetere. Quindi, ragazze… state pronte, perché appena av rò internet, posterò il video di un’autentica cinese mentre bao (il termine corretto) i jiaozi! C’è proprio una tecnica precisa, è stato interessantissimo! I cinesi hanno dei grossissimi dischi di paglia intrecciata, su cui sistemano i jiaozi pronti. E’ bellissimo da vedere, tutti sistemati lì in fila precisi precisi.





Poi siamo arrivate noi, e addio precisione!! Giudicate un po’ voi!!



Il jiaozi a forma di baozi di Michelle...



... e il mio!



Il jiaozi di Michelle...



... e il mio!



Al di là di tutto, non cambiava certo il sapore! O no? Ci siam seduti a tavola mentre la zia bolliva i nostri dumplings, e abbiam mangiato: vongole (non so come siano state fatte, ma erano buonissime), gamberoni, pesce, cetriolo in insalata, pomodori (con lo zucchero!!!), una specie di salame di maiale, ali di pollo, e ovviamente i jiaozi!!



Noi abbiam mangiato solo vongole, gamberi, pomodori, pesce e ravioli, ma tanto, ma tanto, che tutti quanti ci dicevano che mangiavamo davvero molto! In effetti… noi non volevamo essere scortesi, però eravamo anche contente di fare scorta di pesce, visto che qui lo vendono per strada, e chi passa lo maneggia sbattendo i poveri animali di qua e di là, per terra. Forse però la cosa che ci è piaciuta di meno sono stati proprio i jiaozi: il ripieno ci ha molto deluse! Quella verdura non ci piace, e la carne sembrava che neanche ci fosse! Comunque sono stati carinissimi, ce ne hanno impacchettati un po’ e ce li hanno dati da portare a casa. Finito di mangiare, ognuno se ne è andato a casa sua: qui funziona diversamente che da noi: da noi se si hanno ospiti a cena loro arrivano a cena pronta, e dopo si sta insieme a chiacchierare, qui invece succede il contrario: gli ospiti arrivano prima, si cucina insieme chiacchierando, e appena terminata la cena tutti si alzano da tavola e se ne vanno. I genitori di Michelle (ah già, questo è il suo nome inglese. Qui tutti gli studenti che studiano lingue straniere si scelgono un nome inglese, francese, o italiano a seconda della lingua) ci hanno accompagnate in macchina fino a casa! Lei e la mamma sono salite, hanno mangiato un amaretto e visto la casa, e la signora ci ha fatto i complimenti perché è pulita e in ordine.
Insomma… una bella esperienza! Per di più, è finita presto e avevamo ancora un bel po’ di tempo davanti, così siamo andate al nostra caro dormitorio su internet e a chiacchierare un po’ coi nostri amici.
Avevano ragione i ragazzi cinesi: con la Qing ming jie arriva anche la primavera! Le temperature si sono alzate alla buon’ora, c’è il sole e gli alberi stanno fiorendo! Domenica avevamo in programma la nostra mega colazione a base di crema novi e altri dolci presi al Jusco, poi di andare a aTaidong a pattinare con Kang Kang e il fratello, giusto per farli contenti e visto che pattinare ci piace, poi dovevamo trovarci con delle studentesse di Ale e fare shopping. Alla fine a Kang kang abbiamo detto che erano arrivati i nostri ragazzi dall’Italia a sorpresa, che si fermeranno qui tre settimane, e che quindi staremo con loro. Noi siamo buone, però quando è troppo è troppo, cribbio!! Le persone troppo insistenti non ci piacciono, quindi a mali estremi estremi rimedi. Se poi vi dico che ciò nonostante, rompono ancora con messaggi e telefonate durante le lezioni, mi direte che abbiamo fatto bene!
Comunque, una delle cose che dobbiamo comprarci, sono due cellulari cinesi, che possano leggere i caratteri. Quindi Jean e Timur ci hanno accompagnate in un posto vicino a Taidong. Qualcuno di voi vorrebbe un Iphone a 50 euro? Me lo dica, e provvederò io! Se il mio amicone lo sapesse, si mangerebbe le mani, visto che se l’è comprato per Natale pagandolo uno sproposito. Comunque, io non ho bisogno di un Iphone, così alla fine non abbiamo trovato nulla di semplice e ancora più economico, e dovremo tornarci la prossima settimana. Poi i nostri amici se ne sono andati, e noi abbiamo incontrato le studentesse. Intanto aveva anche cominciato a piovere, quindi non siamo riuscite a concludere un bel niente! Siamo tornate in pullman ed era tardissimo: avevamo invitato i due e il russo a mangiare da noi i nostri jiaozi avanzati, e per mantenere la promessa di fargli assaggiare la crema novi, e pensavamo di andare a prendere altre cosette ai banchetti dietro il dormitorio, ma abbiamo dovuto telefonare e chiedergli di provvedere loro, se no non facevamo in tempo. Abbiamo mangiato tutti insieme, ma il russo di nuovo non è venuto, quindi è stato un problema farli andare via. In tutto il weekend non avevamo studiato niente, almeno lunedì avremmo voluto farlo! Però è sempre difficile porre fine a queste serate, perché stiamo sempre molto bene. Il nostro salone è accogliente e ci piace sfruttarlo quanto più possibile. Poi loro ci hanno comprato il cavo apposta per collegare il mio pc alle casse enormi della televisione, così quando mettiamo la musica sembra proprio una discoteca! Alla fine di crema novi gliene avevamo avanzata solo mezzo cucchiaino a testa, e meno male perché non l’hanno apprezzata a dovere!
bbiamo promesso che lunedì pomeriggio saremmo andate a vedere una chiesa qui in città, e ce ne siamo andate a dormire. Lunedì però eravamo moribonde… Qui non esistono le tapparelle, quindi la mattina alle 06,00 è già giorno pieno ed è impossibile non svegliarsi. Abbiamo rimandato la chiesa, e abbiamo studiato, da brave bambine.
Martedì eravamo entrambe al lavoro quando Ale irrompe nella mia classe dicendomi che il postino l’aveva chiamata e che doveva correre a prenderlo! Così lei è schizzata via, io ho preso tutte le sue cose e l’ho raggiunta poco dopo. Che bellezza!!!! Il pacco delle nostre mamme è arrivato in metà del tempo previsto, intatto e pieno della nostra roba!!! Proprio in tempo visto che il caldo è arrivato e noi non avevamo che pochissima roba leggera!!! La mia mamma mi ha mandato anche il riduttore per questi fornelli enormi, e così potremo finalmente farci il caffè!! Peccato che il riduttore non stia in equilibrio su questo fornello e sei punte… Ci inventeremo qualcosa.
In questi giorni abbiamo scoperto che ci sono un sacco di cose da fare e da vedere: il parco dei ciliegi in fiore (conoscete il mio amore per l’Hanami giapponese, vero? Ecco, allora immaginate il mio gaudio alla s coperta che c’è anche qui qualcosa di simile !!!), l’isola Gialla su cui andare a raccogliere le fragole, la città vecchia coi negozietti del the, il Laoshan da scalare, piazze e un sacco di posti nuovi!!! Ma perché dobbiamo studiare?? Così abbiamo meno tempo!!!
Spero che questo sia l’ultimo post di resoconto, e che presto potrò postare tante foto e video e qualche cibo tipico! Per adesso siate pazienti, ma non dipende da me!!! Un bacione a tutti!

Ps. Oggi e giovedi, e ieri rileggendo mi sono accorta di aver omesso troppe cose, ma ora come ora non me le ricordo!! Sono appena tornata dalla Polizia dopo una scarpinata incredibile e inutile visto che avevano bisogno di un altro documento che noi non sapevamo di doverci procurare... Ho un deja-vu... mi sembra di essere tornata al primo mese quando andava tutto storto... E invece no!! Perche stavolta ci ha accompagnate uno studente di Ale, cosi almeno abbiamo capito tutto, e poi ci ha pure invitate a cena... domani sera. Quindi non tutti i mali vengono per nuocere, dico io ;)!


7 comments:

  1. spero davvero che riusciate a risolvere con il visto...
    bellissima la descrizione di questi giorni,quando parlavi di pollo fritto con tutta la pelle
    ho pensato a qualcosa di abominevolmente grasso!!!!
    baciotti

    ReplyDelete
  2. Bene!! sono contenta che le cose inizino a girare per il verso giusto!! Per il visto vedrai che prima di luglio ce la farete! Che bello che c'è l'hanami anche in Cina...io attendo il prossimo che mi gusterò in Giappone :D

    ReplyDelete
  3. Sono proprio contenta che le cose procedano meglio Gaijina! visto che piano piano si sta aggiustando tutto? La cena a casa della famigliola cinese dev'essere stata incredibilmente bella, non sai che invidia! Non vedo l'ora che cominci a postare le foto perchè sono curiosissima! Un bacione (anche ad Ale, ormai mi sto affezionando pure a lei, eh eh!) ;)

    ReplyDelete
  4. un'abbraccio carissima,leggo sempre con molto piacere i tuoi resoconti!
    dida

    ReplyDelete
  5. Ciao tesoro, ti auguro una serena Pasqua :*

    ReplyDelete
  6. Ciao bella!!!! Come stai? Attendo ogni giorno i tuoi nuovi post, leggendoli mi sembra di essere li con voi. Siete veramente brave e carinissime! Accidenti l'iphone per 50 euro é veramente un'affare....
    Vi auguro una buona e serena Pasqua!
    Un abbraccio.

    ReplyDelete
  7. MIRTILLA: infatti... grasso lo era per forza, ma era tanto croccante che se non avessi saputo che sotto c'era la pelle, non me ne sarei neanche accorta!! SI davvero... speriamo di risolvere!!!

    LAURA: laura, vuoi dire che... ma allora non e troppo costoso!!! andrete li!!!!!! ma che bello!!!!!!!!!!!!!!!!!! evvaiiiiiiiiiiiiiiii quanto ti invidio!!!!!

    BABI: ciao tesoro!! lo sapevo che saresti stata impaziente, infatti pensavo proprio a te mentre cercavo di impacchettare sti jiaozi... pazienta ancora un pochino e vedrai!!

    DIDA: ciao a te carissima, un abbraccio forte e affettuoso che mi segui sempre!!

    NIGHTYFAIRY: grazie cara, una buonissima festa anche a te!!

    KRISTEL: ma ciao splendida!! che bello sapere che mi leggi sempre! spero di poter presto aggiungere delle foto... ne ho parecchie li pronte per voi!! auguro una buona pasqua anche a te!!

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...