Sunday, March 30, 2008

Torta gelato al riso soffiato

La dottoressa dice che il mio strano bisogno di dolci potrebbe essere dovuto a carenza d'affetto. Se le cose stanno davvero così, avrò ancora un mese buono per ingrassare a suon di torte...

TORTA GELATO AL RISO SOFFIATO (ispirata a una ricetta di Aracoco)



Ingredienti:Per il fondo:200 gr. di frollini al cacao
180 gr. burro liquefatto,
30 gr. di riso soffiato (facoltativo, io preferisco senza)
Per le creme:
220 gr. cioccolato al latte,
1 cucchiaio di mou
20 g di riso soffiato
½ l panna
2 cucchiai di panna,
6 cucchiai di nutella

Frullare i frollini fino a renderli farina, poi aggiungere il burro liquefatto ed eventialmente il riso soffiato. Prendere un cerchio e adagiarlo su di un vassoio, sistemarci il composto premendo ben bene con un cucchiaio; poi mettere in frigo.
Intanto preparare la crema: semimontare il 1/2 litro di panna.
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria ed aggiungerci un cucchiaio di mou, poi i due cucchiai di panna liquida. Aggiungere metà di questo composto al cioccolato a più della metà della panna semimontata. Nella rimanente panna aggiungere il riso soffiato e l'altra metà del composto al cioccolato.



Prelevare lo stampo dal frigo ed iniziare ad assemblare mettendo più della metà del primo composto (cioccolato, mou, panna); spargerci sopra tre cucchiai di nutella scaldata a bagnomaria; mettere tutto il secondo composto (panna, riso soffiato e cioccolato), e gli altri tre cucchiai di nutella sciolta; infine terminare con quel che resta del primo composto.
Mettere in frigo e una volta raffreddata sformare e guarnire a piacere.



Per fare il mou ho sciolto a fuoco bassissimo 100 g di caramelle mou in 100 g di panna, poi ci ho aggiunto 20 g di burro e ho girato energicamente fino a scioglierlo.

Un altro sistema è sciogliere a fuoco basso 200 g di zucchero, girando spesso e senza far caramellare troppo. Quando lo zucchero raggiunge un bel colore ambrato, spegnere la fiamma, far intiepidire ed agiungere poco alla volta 100 ml di panna prima scaldata in un pentolino. Occhio che il caramello non sia troppo caldo altrimenti fa evaporare la panna. Quando è stata aggiunta tutta la panna rimettere il tutto su fuoco basso finché la panna non sarà perfettamente amalgamata al caramello. Questa preparazione si conserva in frigo chiusa in un recipiente; se diventa troppo dura basterà scaldarla a bagnomaria.


Ps. Non sono un'esperta di template, e avrò bisogno di un po' di tempo per capire come funziona qui. Manca il counter, l'orologio, e tante altre cose che sono presenti solo nella mia mente, purtroppo. Si porti pazienza, chissà che prima o poi non riesca a sbrogliarmela.



2 comments:

  1. Cara Lady E., grazie per avermi lasciato un commento sul mio blog e per i consigli riguardo ai libri che terrò sicuramente ben presenti. Mi ha colpito molto il tuo profilo e la tua introduzione, sicuramente passerò presto a trovarti perchè credo tu sia una persona molto interessante.
    Anche questa torta mi piace molto, dici di essere una principiante ma già questa ricetta dimostra la tua bravura in cucina! A presto allora, buon inizio settimana!

    ReplyDelete
  2. Grazie Dolcetto, è bello trovare un commento di benvenuto! Ti ringrazio anche per i complimenti, ora spero di non deludere le tue aspettative!! Buon inizio di settimana anche a te!

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...