Sunday, January 18, 2015

Tarte Tatin

Una torta che volevo fare da una vita.... Tutti ne cantavano le lodi ma io non solo non l'avevo mai fatta, ma nemmeno mai assaggiata! Mi limitavo a immaginarne la burrosità, quelle mele caramellate avvolte da un guscio friabile e burroso... 
Il motivo principale era che volevo farla come andava fatta. Caramellando le mele sul fuoco, poi coprendole con la pasta e ficcare tutto in forno. Ma non avevo la padella giusta!!!! Che potesse essere infilata nel forno direttamente dal fuoco. 
Qualche mese fa l'ho trovata in offerta a un prezzo ridicolo, una di quelle padelle pesantissime vecchio stile, le 'cast iron skillet', che vanno lavate senza sapone e poi 'ingrassate' per poterci cucinare senza che il cibo si attacchi.
Da quando l'ho presa, la utilizzo per altre cose, perché offre una migliore distribuzione del calore, ma devo ammettere che il motivo principale dell'acquisto è stata la tarte tatin, questa misteriosa creatura!

Dopo qualche settimana mi sono finalmente decisa. Ho cercato un po' su internet e ho scelto questa ricetta qui. Il risultato è stato burroso e caramellato e delizioso come me l'ero immaginato. Con quel gusto di pasta brisée che è il complemento perfetto per il ripieno caramellato. Classicamente francese. Tutti i giorni, no. Ma una coccola del genere non ce la vorremmo mica negare di tanto in tanto??? ;)


Unica cosa di cui non sono rimasta soddisfatta è l'aspetto delle mie mele nel risultato finale: sono venute tutte piatte, quasi una cosa uniforme. Io volevo vedere i bordi delle mele spuntare come in tante altre foto. E invece no! Forse le ho lasciate troppo a cuocere e si sono disfatte un po'? Mah! In ogni caso, il sapore non ne ha risentito.
Fate questa torta adesso che è inverno e una coccola serve ancora di più.
Fatela quando avete gente perché rende al massimo appena intiepidita, con una pallina di gelato sopra. Se avete avanzi il giorno dopo, potete riscaldarli al microonde, ma la croccantezza della pasta brisée ne risentirà un pochino.
Inoltre, credetemi: non vorrete avere troppo avanzi di questa torta se siete soli in casa!!! Meglio dividerne la bontà -e i sensi di colpa- con qualche amico!



Note:
- nella ricetta che ho seguito si usa il burro salato. Io di solito preferisco usare quello classico e aggiungere un pizzico di sale, però quando ho fatto questa torta non avevo abbastanza burro normale in casa, così ho dovuto decidere: ho usato quello salato per caratterizzare le mele (avete mai provato il caramello salato??? Questa è stata una trovata fantastica!!!) e burro normale con un pizzico di sale per la pasta. 

- questa pasta brisée è fenomenale, segnatevela per altre preparazioni perché è davvero valida.


Per la pasta brisée:
140g di burro freddo tagliato a cubetti (mettetelo in freezer un pochino dopo averlo cubettato)
1 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale
225 g di farina
3-6 cucchiai di acqua ghiacciata

Per il ripieno:
6-7 mele Granny Smith
113 g burro salato
200 g zucchero

Cominciate con la pasta brisée: tutti gli ingredienti devono essere freddi, un trucchetto è cubettare il burro e metterlo in freezer, poi misurare farina, zucchero e sale nella ciotola del robot da cucina, dare una rimestata con la funzione 'pulse', e metterla in freezer col burro per 15 minuti. 
Passati i 15 minuti, aggiungete il burro agli ingredienti secchi e date delle pulsazioni fino a ridurre il tutto in una massa di briciole. Aggiungete l'acqua un cucchiaio per volta, quanto basta perché il tutto si leghi in una palla. Appena avrete la palla, non aggiungete più l'acqua: finite a mano, raccogliendo eventuali pezzetti rimasti al fondo e attaccandoli alla palla. Non impastate, semplicemente schiacciate tutto in modo che stia attaccato insieme.
Mettetevi su una spianatoia ben infarinata e schiacciate la palla in un disco più sottile, poi procedete col matterello, girando il disco ogni volta per evitare che si attacchi. Fate un cerchio leggermente più grande della padella che andrete a coprire (la mia è 23cm), sistematelo su un foglio di carta forno, coprite con pellicola e mettete in frigo.


Pre-riscaldate il forno a 190°C.
Pelate e pulite le mele, poi tagliatele in quarti. Spruzzatele con un po' di limone. Sciogliete il burro in una casseruola a fondo spesso. Quando il burro è completamente sciolto, togliete dal fuoco, aggiungete lo zucchero e mescolate bene per farlo sciogliere. Livellate il composto sul fondo e adagiate le mele sul loro lato, partendo da un cerchio esterno e poi riempiendo il centro. Avrete qualche spicchio in più, aspettate a mangiarlo: cuocendo le mele si ristringono un pochino, e forse dovrete riempire qualche buco con gli spicchi extra, quindi teneteli a portata di mano.
Riportare la padella su fuoco alto e fate cuocere per 10-12 minuti. Non lasciate la padella perché non ci mette molto a passare da un colore dorato a un'ambrato scuro. A questo punto, togliete momentaneamente dal fuoco, infilzate le mele con la punta di un coltello e giratele, aggiungete gli spicchi extra se necessario, e rimettete sul fuoco per 5 minuti. Togliete dal fuoco.


Prendete il vostro disco di pasta brisée, con un pennello eliminate l'eccesso di farina e bucherellatelo, poi con delicatezza (e senza bruciarvi!) appoggiatelo sopra le mele. Spingete il contorno verso il basso così da coprite completamente le mele.


In forno per circa 30 minuti o fino a doratura. 


Lasciate intiepidire per 30 minuti. Adesso è il momento cruciale: capovolgere il tutto su un piatto. Il problema, se usare un pentola 'cast iron', è che sono davvero pesanti... Il movimento di capovolgimento del tutto con una sola mano a reggere sta padella non si presentava allettante e ho deciso di chiedere aiuto all'uomo di casa, dopo averlo avvertito di non sottovalutare la cosa (e avergli messo un po' di stress per la responsabilità che si stava addossando!). Ma ce l'ha fatta!!!! E quindi voilà! Da così.....


..... a cosí!


Servite tiepida con una pallina di gelato alla vaniglia o caramello sopra ogni fetta. Una coccola davvero francese!!! Omg guardate quella pasta croccantissima e un po' caratterizzata!!!! Da leccarsi dita, baffi etc!!



***

I preparativi per il 'wedding/party' floridiano continuano, non proprio con successo, direi, visto che abbiamo perso il fotografo, il catering, chi doveva officiare la cerimonia, e per poco due delle persone più importanti non potevano più venire! Insomma meno male che l'abbiamo preso con filosofia 'anti-stress' altrimenti starei già sclerando. Invece l'unica cosa che per il momento mi sta facendo sclerare sono i capelli. Non voglio pagare 200 dollari per farmi fare l'acconciatura o il trucco, ma non voglio neanche presentarmi come certi giorni (quelli umidi) qui. Insomma sarà anche una festa informale ma vorrei tanto essere bella, quel giorno. Al Professore non importa molto, ha già detto che probabilmente mi preferirebbe 'alla tutti i giorni' che in versione sposa, però questo lo voglio fare per me. Ho scelto il vestito che mi andava bene senza doverlo sistemare a tutti i costi, e il più economico, non il vestito che sognavo di avere. Non mi importa, ma i capelli........... I capelli sí!!!!!
Insomma sono ancora in alto mare ma non posso sfogarmi con lui quando manca il cerimoniere e il cibo.... quelli sono problemi più importanti.
Ma abbiamo ricevuto da poco una notizia bellissima, un vero miracolo e i capelli o il resto che non va non riescono ad abbattere il mio umore ormai! È bellissimo che una volta tanto la vita sia giusta e ricompensi le persone forti e che affrontano le difficoltà della vita con ottimismo e positività. È stata una gran lezione di vita per me, e cercherò di ricordarmene ogni volta che mi faccio rovinare l'umore dai miei piccoli stupidi problemi.
Detto questo, confesserò anche un'altra cosa... Abbiamo -anzi, HA- deciso che non mi farò la torta nuziale come da progetto originale. Il Prof. mi conosce bene ormai da sapere quanto io sia pignola e difficile da accontentare e non vuole che mi stressi il giorni del nostro matrimonio... E così ho rinunciato, e in segreto gli sono grata. Avevo cominciato a pianificare e avrebbe voluto dire prendermi un giorno di ferie e passarlo in cucina anziché con la mia famiglia che viene dall'Italia. Quindi niente, la prendo con rilassata filosofia e lascio che qualcuno altro si occupi del dessert!
Un abbraccio a tutti, e buon anno! Sono stata lontana dal blog parecchio e devo dire che mi è mancato!


***


TARTE TATIN

It's been ages that I wanted to make this tarte, even without having ever tried it, I just knew it would be as delicious as in all the pictures I've been! That super flaky fragrant crust holding the caramelised apples... Oh my god!!

When I got the cast iron pan, I finally had a chance to make it and taste it... I wasn't disappointed. This is pure french goodness! So buttery and rich... It's a real confort, a cuddle.
The recipe comes from here and since i didn't change it you can go to the link and check it out.


Notes:

- Write down the crust recipe because it's really valid and easy to make, you might wanna use it for other preparations. 
- I used unsalted butter for the crust, to which I added a pinch of salt, but I did use salted butter to caramelise to apples. I did because I only had salted butter available, but also because I thought about it for a second and the idea apples in salted caramel seemed so good it might even make a better tarte Tatin!!!
- Make this tarte when you know you'll have people over. It's best eaten warm and just made, and you really don;t wanna eat the whole thing by yourself! You can warm it up the next day, but it won't be the same. Better share it with people you like!

So jump here for the list of ingredients and the recipe, and enjoy this wonderful french dessert! With a spoon of ice cream/gelato, vanilla or caramel flavour.


3 comments:

  1. Ultimamente vedo tantissime tarte tatin in giro per i blog.....mi dovrò decidere anche io prima o poi!!La tua è perfetta!!!Brava e buona domenica

    ReplyDelete
    Replies
    1. Io ci ho messo tantissimo a decidere quale ricetta seguire ma mi sono trovata molto bene con questa qua! Ti ringrazio per il commento, a parte le mele piatte sopra che non sono proprio belle da vedere, la torta era buonissima e vale la pena provarla almeno una volta!!!

      Delete
  2. Buona, neanche io ho mai fatto la tarte tatin. Dal tuo risultato la ricetta mi sembra perfetta. E l'aggiunta del gelato é a dir poco godurioso. un bacione :-)

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...