Saturday, October 6, 2012

Alfajores de Maizena


Come avevo già forse accennato, il Professore ha vissuto un po' di tempo in Argentina alla bella età di sedici anni. E' laggiù che ha imparato lo spagnolo, ha baciato la sua prima fidanzatina, e ha imparato ad amare cibo e cultura sudamericana. Due delle cose di cui mi ha sempre parlato molto sono le empanadas e gli Alfajores. Ora, visto che le empanadas le abbiamo già fatte due volte (la seconda de queso(=formaggio), ma non le ho ancora postate), mancavano questi dolcetti. Il dulce de leche da solo per me è troppo dolce, ma devo ammettere che per accoppiare questi biscotti ci sta da dio! Insomma, mettiamoci al lavoro!
Tra le ricette che avevo archiviato, ho scelto di provare questa di Sara.

Ingredienti:

130 g farina
130 g burro
100 g zucchero
2 tuorli
200 g maizena
2 cucchiaini lievito
vanillina

farina di cocco
1 lattina di latte condensato

Per prima cosa fate il dulce de leche: mettete la lattina di latte condensato in una pentola riempita d'acqua (l'acqua deve coprite interamente la lattina), mettete sul fuoco e lasciatela li per 3 ore, dopodiché spegnete e lasciate la lattina nell'acqua ad intiepidire. Volendo, potete preparare il dulce de leche anche giorni prima e conservarlo in un vasetto di vetro.

Per i biscotti: lavorate il burro morbido con lo zucchero, dopodiché aggiungete i tuorli, uno alla volta, poi la maizena, la farina, la vanillina e il lievito. Impastate e mettete in frigo per almeno mezz'ora.
Io consiglierei di lasciarlo in frigo molto più a lungo, perché io ho avuto grossi problemi a stendere la pasta e ho dovuto farmi i biscotti uno a uno -not fun. Era troppo appiccicosa e impossibile da lavorare, quindi ho staccato una pallina di impasto e l'ho lavorate fino a darle la forma di un biscotto rotondo spesso circa 5 mm. E ho proseguito così fino a finire l'impasto. Ci ho messo una vita, ma sono rimasta molto soddisfatta del risultato. Non so cosa sia andato storto, Sara sembra essere riuscita benissimo a stenderlo. In ogni caso, consiglio un luuuungo riposo in frigo.


Insomma in qualche modo fate i biscotti, non troppo grandi (potete usare una tazzina per tagliarli), disponeteli ordinatamente su una teglia ricoperta di carta forno e cuoceteli a 180 gradi per circa 15 minuti. Fate attenzione a non cuocerli troppo, devono restare pallidini ma cotti.

Dopo che si sono raffreddati spalmatene metà col dulce de leche freddo, e poi accoppiateli, premendo appena appena (sono friabilissimi!!!!), in modo che la crema dentro arrivi fino ai bordi, poi passate i bordi nella farina di cocco che si appiccicherà al dulce de leche. Ok i miei non sono bellissimi, sta pasta è stata un incubo da lavorare, ma il risultato è stato ottimo per cui, alla fine della fiera, ne è valsa la pena! Anche il Professore ha apprezzato moltissimo e ci siamo coccolati con questi biscotti per qualche giorno. non li abbiamo offerti a nessuno! ;) Ottimi pucciati nel latte, li abbiamo conservati in frigo e la cosa ha aiutato perché sono davvero friabilissimi e sbriciolosissimi.



ALFAJORES DE MAIZENA

Directly from Argentina, where my Prof. Bear has lived for a while in his young age, the second of his favorite dishes. You can find the first one here, prepare them both, and have an Argentinian dinner!

Ingredients:

130 g flour
130 g butter, soft
100 g sugar
2 egg yolks
200 g cornstarch
2 tsp baking powder
vanilla powder

grated coconut
1 can condensed milk or a jar of dulce de leche

If you want to make your own dulce de leche, you better start with that. Put the can of condensed milk in a pan filled with water (the can must be completely covered by water), covere with a lid, and cook it for 3 hours at low-medium heat. After that, just leave it in the water until it cools down.
You can make the dulce de leche one or more days ahead, and store it in a jar in the refrigerator.
For the alfajores: beat the butter with the sugar until creamy, then add the egg yolks, one at a time, then the cornstarch, the flour, vanilla and baking powder. Work the dough in a ball and let it rest in the fridge for at least 30 minutes. I warmly suggest you to keep it there way longer, because i had lot of trouble making the cookies out of it. Too crumbly, I couldn't lay it out and cut the cookies like I was supposed to, I had to take a little bit of dough, roll it in a ball, and pat it until I got the right size cookie. I did that for all the cookies, and they were a lot! But it's ok, it was worth it. Just took a very long time. If I'll use this recipe again, I might just leave it in the refrigerator all night!
Somehow make 2,5 inches cookies, put them on a baking sheet and bake them at 350 F for 15 minutes.  Do not over-bake them, they are supposed to be quite pale.


Once cooled, spread some dulce the leche on half of them, then pair them pressing very lightly (they are so fragile!!) so that the dulce de leche reach the edges. Put some grated coconut in a plate and roll the alfajores edges in it. The coconut should stick to the cream on the edges.
Best way to taste them is after they have rested in the fridge for a while, dipped in milk. GREAT!!






2 comments:

  1. Great idea! Looks delicious! Very special : )

    ReplyDelete
    Replies
    1. It IS delicious! VEEERY sweet though. Can't eat so many... luckily ;)!!

      Delete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...