Sunday, September 30, 2012

Antipasto piemontese


L'antipasto piemontese è un'occasione per stare insieme, per chiacchierare, per riunire la famiglia in un lavoro comune. Ognuno ha un compito, tutti si dan da fare. E' una domenica di sole in campagna. E' una riunione familiare. E' tradizione, è il dopopranzo di un pasto ricco e saporito, è ricordo di mamme e nonne tramandato di anno in anno.
Domenica la zia Paola ci ha messi tutti al lavoro. Dopo un bel pranzo in cortile, ha assegnato compiti a tutti, e quindi ci siam messi a tagliare, lavare, passare, cuocere. Io e mia cugina ci siam sistemate al sole, per annerirci mentre tagliavamo. Abbiamo preparato il sorbetto per una pausa rinfrescante. Alla sera eravamo cotti.
Ma siamo tornati a casa con la macchina piena di vasetti di conserva, antipasto e marmellata, frutto della nostre fatiche, e soddisfatti del nostro lavoro!

Ingredienti
2,5 Kg pomodori
400 g per ogni verdura (cipolline, carote, zucchini, sedano, fagiolini, peperoni, cavolfiore)
1 bicchiere d'olio
1,5 bicchiere d'aceto
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di sale

Per prima cosa tagliate tutte le verdure a parte le cipolline. Tagliatele a piacere, a noi piacciono piccole piccole.


Una volta che avete le verdure pronte, sbollentate i pomodori, pelateli e passateli a freddo al passaverdure e poi metteteli in una pentola capiente. Aggiungeteci il bicchiere d'olio e l'aceto, lo zucchero e il sale.
E' altamente consigliabile fare questo lavoro in più persone, almeno due, mentre una si occupa delle verdura, l'altra si occupa dei pomodori.
Dopo 10 minuti di bollitura della salsa, cominciate a buttare le cipolline e le carote, lasciate cuocere qualche minuto poi aggiungete i fagiolini e il sedano. Dopo qualche minuto aggiungete il cavolfiore e le zucchine, poi i peperoni. Una volta che le verdure sono tutte dentro, lasciate cuocere ancora 15 minuti. In totale cuocerà circa 40 minuti. Se è ancora troppo liquida aggiungeteci un peperone.


Quando raggiunge la densità giusta invasettate da bollente (non spegnete il fuoco), chiudete e lasciate riposare i vasetti una quindicina di giorni almeno.


L'antipasto si serve in ogni occasione, basta aprire un vasetto, rovesciarlo in una ciotola e aggiungerci, a piacere, una scatoletta di tonno, olive, e quel che si desidera.


NOTA: Ho portato due vasetti di antipasto in azienda visti che molti di noi sono piemontesi. Ho spiegato alla cuoca come servirlo e così i miei colleghi hanno avuto una piccola sorpresa… Se lo sono sbafato tutto!!! I veneti mi hanno chiesto la ricetta, i piemontesi hanno detto che era perfetto. Ebbbbrava alla zia Paola!!!

ANTIPASTO FROM PIEDMONT

Ingredients:
2,5 Kg tomatoes
400 g for each veggie (in total 7 types of veggies: small onions, carrots, zucchini, celery, green beans, belly peppers, cauliflower)
1 glass olive oil
1,5 glass vinegar
2 Tbsp sugar
1 Tbsp salt

First of all, all the veggies (except for the little onions) need to be cut in tiny pieces. This is something that it's better to do in group or at least in couple: one takes care of the veggies, the other of the tomato sauce. 
Throw the tomatoes in boiling water and take them out after a minute, peel them and let them cool, then put them through a vegetable mill. Pour the sauce into a big pan and bring to boil. Let boil for 10 minutes, then start throwing in the veggies: first the onions and the carrots, let cook a few minutes then add the beans and the celery. After a few minutes add the cauliflower and the zucchini. At last, add the belly peppers. let cook another 15 minutes. When the sauce is thick, take your pots and fill them while the sauce is still boiling. Do not switch off the fire. If the sauce doesn't thicken, you can add a belly pepper.
Let the pots rest for at least 15 days.


We serve the Antipasto at the beginning of a meal, with some fresh bread. Open the pot, pour it in a bowl, add a can of tuna and some olives and you are ready to go!





No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...