Friday, February 11, 2011

Piccole cose da raccontare per far arrivare le dieci

Le vacanze sono finite, e così anche il lassismo a due che le ha accompagnate. E la convivenza. E le cene, le colazioni, le lezioni di cucina. Che tristezza!
Tuttavia, continuiamo a vederci quasi tutti i giorni.
Sabato scorso ci siam fatti una bella camminata. Ogni tanto ci piace andarcene a piedi fino alla costa, al parco lì vicino, a guardare lease dei ricchi. Abbiamo un posto in particolare dove andiamo sempre. C’è un piccolo parco, di solito frequentato ma non eccessivamente, lo attraversiamo e andiamo oltre. E lì, stavolta abbiamo notato dei piccoli palazzi, a tre piani, con dei balconcini carini, e al primo piano un piccolo giardino. Qui è molto raro trovarne, e quindi siamo partiti in esplorazione. La casa si affaccia direttamente sull’oceano, il giardino è privato e ha una scaletta che scende fino a una piccola spiaggetta che neanche si vede dalla strada. Awesome! Io mi sono rattristata a vedere così sprecato quel giardino… E già ero partita a immaginare di avere il mio piccolo orto, e un tavolo con le panche di legno, per fare le grigliate estive con gli amici, e guardare il tramonto la sera, bevendo qualcosa di fresco e alcolico. Insomma, un tale spreco! Era così abbandonato che non capivo proprio a cosa servisse possedere un giardino per lasciarlo morire.
Mentre stavamo cristonando contro gli inquilini, sicuramente cinesi, che lasciavano morire il giardino, lui è riuscito a sbirciare dentro la casa, e mi ha fatto notare che era proprio bella… stipiti di un buon legno, ben rifinita… Quando un ragazzo ci ha visti da dentro, e ci ha fatto un cenno di saluto. Che figura di merda!! ho pensato io. ‘Hey!’ ha urlato il mio Lui, facendo al ragazzo segno di uscire. L’altro è venuto fuori, seguito dalla moglie carinissima, cinese, incinta. Il mio Lui gli ha chiesto quanto pagavano di affitto e se c’erano altri appartamenti vuoti. Con accento francese il ragazzo ha risposto che pagano 10,000 RMB, e che ci sono due appartamenti vuoti al secondo piano, quindi senza giardino, e non granché. Abbiamo ringraziato e ci siamo allontanati.
Dopo un po’ il Professore mi ha detto che voleva fare amicizia col francese e scoprire che lavoro fa e come ottenere la casa se se ne dovesse andare. Io mi son stupita e gli ho chiesto: “Perché, tu ti puoi permettere di pagare 10,000 RMB al mese di affitto????”. E Lui, “No, ma 5,000 sì!!”. Io non ho colto subito, e gli ho fatto notare che non sarebbe mai riuscito a scendere così tanto di prezzo, e lui ha risposto che magari avrebbe potuto prendere l’appartamento al secondo piano, e offrirsi di occuparsi del giardino di quelli di sotto chiedendo in cambio di poterlo usare ogni tanto.
Abbiamo continuato a camminare fino a casa di G. Avevo voglia di vedere il bimbo, perché erano quasi due mesi che non andavamo. Beh, sarete contenta di sapere che sembra stia proprio benone! E’ un bel bambino cicciotto col sorriso facile, gli occhi a mandorlissima e sul mento la fossetta di G. Dopo un po’ ci hanno raggiunto anche altri amici con la loro bimba, e poi ce ne siamo andati a cena.
Tutta questa prefazione per arrivare a ieri sera, da lui. Stavamo giocando, quando riceve una videochiamata da sua sorella che riceve sull’IPhone.
Lui ha iniziato a chiacchierare con le due nipotine, 1 e 3 anni. La piccola mi fa impazzire, la grande era come la piccola ma adesso riconosco in lei la gelosia che prende la sorella maggiore a quell’età, e che la rende spesso ‘crabby’ e poco simpatica. Ci sono passata anch’io, me lo ricordo come fosse ieri.
Comunque, vedendo che anche lui aveva attivato la videocamera, me ne stavo a distanza, non volendo rivelare la mia presenza e magari metterlo in imbarazzo coi suoi. Dopo un po’, gira la videocamera verso l’esterno, e inizia a girare per la casa mostrando il suo appartamento. “Questa è l’entrata…. questo il bagno. La vedi la cucina? Questo è la mia camera in stile giapponese… Il soggiorno. E lì c’è Ele, che è un po’ timida e non vuole farsi riprendere. Say hello!!!”. Io casco completamente dalle nuvole. Già odio le telecamere e mia madre mi deve supplicare per farmi vedere su Skype, ma essere ripresa da SUA SORELLA mentre sono svaccata sul divano coi capelli leonini perché appena lavati, va proprio oltre! Senza contare che non ho potuto manco scappare per non far la figura della sciocca.
Passata quella, ha dovuto dar prova di conoscere I nomi di tutte le Barbie che la nipotina gli faceva vedere. Barbie Pocahontas, Raperonzolo, Mulan, … Ogni tanto mi chiedeva aiuto, e poi diceva a loro: “Ele is no help”.
In tutto ciò io ero un po’ basita… Primo, mi ha dato l’idea che loro sapessero chi è ‘Ele’. Secondo, che lui mi abbia mostrata.
Dopo la telefonata ci siamo messi a parlare di quanto sono scontenta del lavoro, e lui che mi diceva che non ho un brutto stipendio, invece lui poverino! Al che son sbottata e gli ho detto di star zitto che io non potrei mai permettermi 10,000 RMB di affitto! E lui dice “Me neither”. “Ma come, l’altra volta te l’ho chiesto e mi hai detto che avresti potuto affrontare quella spesa per la casa!”. “Yes, but if you pay the other half!”. Ahhh!! Allora l’ha detto. Era quello che intendeva anche l’altra volta? Sono sicura che lo dice solo perché non deve davvero decidere. Però fa effetto vedere che prende in considerazione l’idea. Insomma, per un futuro… chissà. In effetti, io sono a casa solo la sera e il weekend, e la sera e I weekend vado da lui. Abbiamo effettivamente una casa in più. Però però… Solo l’idea mi spaventa un po’… Vivere con un uomo! Che non dirige la pipì manco la prima volta che usa il gabinetto, che ti lascia il bagno stranamente allagato e tu non sai come abbia fatto, che ti lascia le impronte dappertutto perchè non riesce a togliersi le scarpe se prima non si siede. Insomma, mi manca dopo 15 minuti che l’ho lasciato ma mi chiedo se gli occhi dell’ammmore mi sparirebbero se vivessimo insieme. Oddio sto diventando una vecchia lupa solitaria!!!!!!!!!!!!

11 comments:

  1. Ahahahahahha Ele non puoi!!!!!!! La sua pipì non può essere il tuo primo pensiero!!!
    Altro che lupa solitaria, tu hai una paura fottuta, te lo dico io!!!
    Comunque nessuno vi corre dietro no? Intanto "fate le prove" la sera e nei weekend.. ^_^ e tu non essere così pessimista.. un uomo, se educato CON AMORE impara a fare la pipì nel buco... magari anche a sedersi per farla!!! ^_^ Garantisco io!!!
    Un grosso bacio, take it easy!!!

    ReplyDelete
  2. ma scherziiii...noterai tutto magari lo sgridi e dopo ti verrà solo da sorridere...poi sai alcune abitudini si modificano con il tempo!!! ele...ma hai capito che siete una coppia ora???? che sua sorella ne sia a conoscenza non ti sembra normale??? in bocca al lupo....speriamo si liberi la casa con il giardino :)

    ReplyDelete
  3. Me la sono immaginata quella casetta come se l'avessi davanti a me. Piacerebbe anche a noi avere una casa con giardinetto e vista mare. Certo la convivenza fa un po' paura, é un grande passo ma si scopre davvero la persona. Pregi, difetti e si capisce se veramente si é fatti per stare insieme. Noi siamo andati a vivere dopo 2 mesi che stavamo insieme. Anche noi avevamo due case e io stavo sempre da lui o viceversa. Certo all'inizio la paura e i dubbi c'erano e ogni tanto il bagno sporco infastidisce ma averlo sempre vicino é la cosa più bella. Cmq fallo solo se te la senti. Un bacione tesoro!

    ReplyDelete
  4. YAYA: ahahahhaha ma noooooo!!! non è il mio primo pensiero, ma non è uno dei motivi per cui le donne si lamentano più spesso?? no, nessuno ci corre dietro, domenica pago i prossimi sei mesi di affitto, e penso che finché staremo in cina non si farà mai il grande passo... ovvio che ho una paura fottuta!!!! fottutissima direi!!! ma... take it easy! ok pupa!!!

    SIMO: ciao!! quanto hai ragione!!! immagino che sarebbe proprio così, lo adoro talmente che pulirei pure la sua pipì santa col sorriso!!! adesso... ma dopo? insomma... dopo si vedrà! se sopravvivono tutte, perché non dovrei sopravvivere io? oddio hai ragione... siamo una coppia!!! e sorrido di nuovo...... grazie!!

    KRISTEL: Forse è proprio questo che mi spaventa di più... che tutto quello che abbiamo possa essere contaminato dai piccoli scontri della convivenza. ma penso tu abbia ragione, averlo vicino mi renderebbe felice. vedremo.... in ogni caso, non sarò mai io a proporla!!!

    ReplyDelete
  5. Mi hai fatto morire dal ridere... no, non ti sto prendendo in giro!! :)
    I tuoi timori sono leciti, ma non farti sopraffare da paure inutili: abitualo già da ora a fare pipì nel posto giusto... ;p
    In realtà sono convinta che le prove di convivenza che già attuate, siano di aiuto nel caso in cui decideste di convivere seriamente.
    Lo dico per esperienza diretta!!
    E sono davvero felice perché lui ha trovato il modo migliore per farti capire che SIETE UNA COPPIA!!! :)
    Quando si ama una persona, si superano anche i piccoli problemucci di tipo pratico. Comunque, consolati tenendo a mente che la cosa è reciproca: ci saranno (infatti) delle cose di te su cui anche lui dovrà riuscire a soprassedere... ;) Si sa che noi donne possiamo essere tremeeeende...
    Un bacio tesooooro!!
    Delia

    ReplyDelete
  6. DELIA: ahahahhaha!!! hai centrato in pieno il problema... il mio terrore è più che lu non sopporti me, visto che attualmente mi comporto in maniera impeccabile... io invece so già cosa aspettarmi da lui, quindi non avrò brutte sorprese... lui invece sì!! Ma scriverò a questo proposito..... un bacione 'delia'!!

    ReplyDelete
  7. Ciao trovo il tuo blog simpaticissimo e ho deciso di unirmi,....anche per non perdermi il seguito!!!
    Se ti fa piacere passa a trovarmi
    Alla prossima

    ReplyDelete
  8. DELIA: ciao Laura, sei gentilissima e passo a trovarti adesso adesso!!! ;)

    ReplyDelete
  9. Puoi sempre provare come si fa con i bimbi.... se centri il buco ti do un premio!!!! Bisogna premiarli questi giovanotti... hahahahahah!!!
    "Abituarsi" alle abitudini altrui non è facile... ci vuole tanto ma tanto lavorooooo...il tuo viene compensato da tanto ma tanto loooveee!!!...e se si aggiunge una casetta con giardino: it's perfect!

    ReplyDelete
  10. :)
    Abbi fede!
    Vedrai che tutto si sistema, dopo il primo attimo di assestamento: ci vuol sempre un po' quando si convive ad abituarsi alle abitudini altrui (ed è una cosa che vale per entrambe le parti! va ricordato)
    E confermo le parole di Yaya: persino da seduto per non sporcare!!!
    ...Anche io aspetto il seguito! ^_^

    Un abbraccio intercontinentale!
    A presto!
    Elisa

    PS: ...e ti aspetto con qualche tua ricettina alla mia raccolta, se ti va! ^__*
    http://massaiacanterina.blogspot.com/2011/03/auguri-ed-una-raccolta.html

    ReplyDelete
  11. MASSAIACATERINA: ..... cercata..... trovata.... arrivoooooooooooooo!!!!!!!!!!!

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...